post

Tanti auguri a Felice Evacuo. Un bomber e un vero uomo

Compie oggi 38 anni Felice Evacuo, l’attaccante che ha siglato più reti nella storia della Serie C e che, nonostante un solo anno, è rimasto nel cuore di molti tifosi risultando, ancora oggi, come uno dei calciatori più amati della nostra storia
Nella stagione agonistica 2012 2013 Evacuo decide di vestire i colori rossoneri della Nocerina e i tifosi dei molossi si innamorano subito di questo calciatore poco appariscente ma decisivo e mortifero davanti alla porta. In quella stagione il buon Felicione riesce a segnare ben sedici gol. A ogni rete segnata dall’ariete di Pompei riecheggiava il grido dei tifosi ” Evacuo è un animale” . In merito ciò voglio raccontare un episodio. In quella stagione mi trovavo con un amico in un bar a Scafati e entra Felice Evacuo. Lo riconosco e mi avvicino (era il mese di novembre dopo la partita disputata dalla Nocerina al San Francesco contro il Viareggio terminata con il gol del 2 a 1 per i molossi siglato al 93 da Evacuo) e gli faccio i complimenti per il gol nei minuti di recupero e per i tre punti conquistati. Gli chiedo se l’infortunio che aveva subito nel segnare la rete decisiva era preoccupante. Evacuo mi guarda e sorride poi mi dice ” Sai quando segno con la Nocerina odo i tifosi gridare ” Evacuo é un animale” ebbene lo hanno fatto anche domenica. Dopo il gol si avvicina a me e al massaggiatore , il medico sportivo della Nocerina e mi chiede come sto e se posso continuare a giocare. Ebbene lo guardo negli occhi e dico ” Ma li senti stanno gridando il mio nome come faccio a non continuare, anche morto io continuo a giocare per questi tifosi” . Dovevate vedere gli occhi e il sorriso che si notavano dal viso di Evacuo nel raccontare l’ episodio , mi ha fatto capire che vi era un vero e proprio amore per i colori rossoneri e per i tifosi dei molossi. Tale amore reciproco è resistito anche nel tempo.
Era il Novembre del 2013 e la Nocerina gioca al ” Vigorito” contro il Benevento. Come tutti i derby contro i sanniti, specialmente al Vigorito, è molto sentito dagli ultras di entrambe le squadre. I nocerini sono numerosi e come al solito si fanno notare per il loro attaccamento ai colori rossoneri, con dei cori e per alcuni episodi successi prima e durante l’incontro. Nonostante tutto purtroppo la Nocerina in quella partita perde 1 a 0. Il Benevento in quella stagione nella propria formazione schiera Fellice Evacuo. Al termine dell’ incontro odo ascoltare un grido assordante dei tifosi rossoneri ” Evacuo è un animale” . Mi guardo attorno e vedo un calciatore giallorosso con la fascia da capitano correre dalla curva dei Sanniti dove stava esultando con i tifosi per la vittoria conquistata. Lo riconosco dalla sua figura inconfondibile da lontano, ebbene sì è lui Felice Evacuo. Lo sto immaginando con quel sorriso e con quegli occhi del bar a Scafati quando mi ha raccontato di ciò che era successo contro il Viareggio dopo il gol. Ebbene Felicione raggiunge la curva dei molossi e incomincia a mandare baci e a salutare quei tifosi. I suoi tifosi che gridavano il suo nome. Ecco questo è il rapporto immutato e immutabile nel tempo tra Felice Evacuo e i tifosi della Nocerina.
Oggi è il compleanno di Evacuo e i propri tifosi, i molossi del San Francesco, non possono fare a meno di augurare un buon compleanno. Felice tu rimarrai per sempre per noi tifosi ” Evacuo l’animale” e sono sicuro che ricordando quel grido apparirà sul tuo viso quel sorriso e quegli occhi che ho visto al bar di Scafati. Grazie di tutto Evacuo l’animale e chissà se non ci sarà la possibilità di vederti indossare, per un’altra stagione, questa casacca
                                                                                                                                       
709760cookie-checkTanti auguri a Felice Evacuo. Un bomber e un vero uomo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *