post

GIRONE G| Le opinioni di Presidenti, DS, allenatori e calciatori sulla composizione del girone

Alla vigilia della pubblicazione dei calendari abbiamo raccolto le opinioni di Presidenti, DS, DG, allenatori e calciatori dopo il sorteggio dei gironi. Queste le loro impressioni:

AFRAGOLESE – PRESIDENTE RAFFAELE NIUTTA

“E’ un bel girone duro, lo conosco bene avendoci giocato 31 anni fa quando militavo nell’Arzanese. Il girone laziale-sardo per antonomasia, è uno dei raggruppamenti più tecnici esistenti, composto da squadre che esprimono un ottimo calcio e quest’anno insieme a noi, ci saranno altre cinque squadre campane una più forte dell’altra. A parte Latina, Torres e Savoia, formazioni accreditate per la vittoria finale, credo che qualsiasi squadra, possa ben figurare in questa stagione. Mi reputo contento, per il fascino che possiede questo raggruppamento e non vedo l’ora di ammirare i miei ragazzi in questa categoria tanto sognata da un’intera popolazione. Un in bocca al lupo a tutte le squadre campane, che possano mantenere alto il nome della nostra regione e che l’Afragolese, possa dire la sua esprimendo un buon gioco e facendo divertire tutto il popolo rossoblù.”

 

GLADIATOR – CENTROCAMPISTA ANDREA DI PIETRO

 

LANUSEI – PRESIDENTE DANIELE ARRAS

 “Prendiamo atto delle assurde decisioni e accettiamo la sfida. Il girone è a dir poco impegnativo dal punto di vista agonistico ma ancor di più della logistica. Prendiamo atto di scelte inconcepibili nella definizione della geografia dei gironi. Saremo costretti ad effettuare le trasferte come dei veri viaggi della speranza o a prolungare la permanenza fuori dall’isola. In tempo di Covid ci saremmo aspettati un’attenzione particolare per la regione che paga i costi logistici più importanti d’Italia. Le nostre istanze, opportunamente formalizzate, sono state del tutto ignorate ed è evidente che nella geopolitica del comitato interregionale il peso delle compagini sarde è prossimo allo zero.”

MONTEROSI – DS EMILIANO DONINELLI

“Girone che un po’ ci aspettavamo con la presenza di società blasonate. Bello e competitivo ma secondo me molto equilibrato. Sarà tutto da scoprire poi giornata dopo giornata. A livello di mercato come dappertutto c’è qualche compagine più attrezzata altre meno. Torniamo con piacere in Sardegna mentre in Campania tranne Avellino non c’eravamo mai stati. Non conosco le altre campane ma da tenere d’occhio saranno sicuramente Latte Dolce, Latina e Savoia”.

MURAVERA – PAGINA FACEBOOK

Un girone che non tiene conto delle difficoltà di collegamento tra la nostra regione e la Campania. Ci aspettano tante ore di pullman… ma diremmo la nostra in campo … forza

SASSARI LATTE DOLCE – PRESIDENTE ROBERTO FRESU

“Non è un girone facile” – ha affermato Fresu – “e non lo è sotto tanti punti di vista. Al di là della questione sportiva, il tema cruciale è quello della logistica e dei trasporti, problematiche aggravate ancora di più dal momento emergenziale e dai protocolli da seguire nel rispetto delle norme e per la sicurezza di tutti i tesserati. Una situazione assurda. Le squadre sarde sono tutte penalizzate dall’inserimento delle squadre campane nel girone G. Ce la giocheremo, come abbiamo sempre fatto, affrontando questa stagione con la speranza che, a livello sanitario, non succeda niente: in caso contrario i danni sarebbero davvero ingenti e qualcuno dovrà assumersi le sue responsabilità.”

SAVOIA – ALLENATORE SALVATORE ARONICA

“Il Girone G è complesso e competitivo, ci attende un campionato equilibrato e difficile. Dovremo lottare su ogni campo, confrontandoci con Club storici e tifoserie calde ed organizzate”.

TEAM NUOVA FLORDIA – DG DANILO PIZI

“Probabilmente mi aspettavo di percorrere meno chilometri… Sapevamo che saremmo rientrati quasi sicuramente nel girone G ma non mi aspettavo squadre come ad esempio il Monterosi. A proposito credo sia venuto meno il criterio territoriale. Sicuramente è un girone tosto e su tutte vedo il Sassari Lattedolce come possibile favorita per la vittoria finale. Rispetto alle ultime due stagioni manca più blasone, lo scorso anno c’era la Turris e due anni fa l’Avellino. Ma ad ogni modo è un gruppo molto competitivo con molte squadre attrezzate. Il nostro obiettivo non cambia, punteremo ancora a raggiungere il più velocemente possibile la salvezza con una rosa principalmente giovane. Penseremo perciò a fare più punti possibili sin dalle prime partite per poi vedere a dicembre a che punto saremo. Riguardo il mercato, negli ultimi giorni sono arrivati giocatori importanti, la squadra è pronta ma sicuramente proveremo a migliorarci ulteriormente, stiamo valutando un paio di situazioni interessanti”.

VIS ARTENA – PRESIDENTE ALFREDO BUCCI

“Ci aspettavamo, più o meno, questo raggruppamento, anche se avevamo fatto richiesta per essere inseriti nel Girone F. Il Girone G è stato sempre un gruppo ostico e difficile. Oggi ancor di più, con l’inserimento di ben sei compagini campane. Società blasonate, fra tutte Nocerina e Nola, per non citare le squadre sarde Torres e Sassari Latte Dolce e, soprattutto, quelle di ‘casa nostra’ ben attrezzate come il Latina e il ritorno del Monterosi”.
Il presidente rossoverde aggiunge: “Analizzando a fondo il Girone non si capisce questo sfaldamento delle formazioni laziali: il criterio territoriale è saltato totalmente. Siamo rammaricati per la composizione del Girone, data anche l’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19. Questa stagione sarà diversa dalle due precedenti: sarà difficile e avvincente. Siamo consapevoli che sarà un campionato tosto; il nostro obiettivo non cambia: cercheremo di raggiungere al più presto la quota salvezza e poi tireremo le somme. In questo momento, per completare l’organico, siamo in una fase transitoria: se ci capiterà qualche opportunità la coglieremo al volo”.

717770cookie-checkGIRONE G| Le opinioni di Presidenti, DS, allenatori e calciatori sulla composizione del girone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *