post

[VIDEO] CONFERENZA STAMPA NOCERINA-NOLA, MISTER CAVALLARO ALZA LA GUARDIA: “ATTENZIONE AL NOLA”

A meno di 48 ore dalla sfida contro il Nola di mister Pezzella, si presenta agli organi di stampa l’allenatore molosso Giovanni Cavallaro, chiamato a rispondere alla consueta conferenza pre match in perfetto stile smart working dettato dalla crisi sanitaria del momento.

Doveroso è stato l’omaggio del trainer rossonero alla famiglia Stile – Salzano per il doloroso lutto avvenuto nelle scorse ore.
Queste le sue parole in vista del match contro i bianconeri:

“Purtroppo non è semplice riprendere il ritmo dopo tutti questi giorni di riposo forzato, abbiamo alcuni ragazzi ancora alle prese con i rispettivi infortuni e la condizione al momento è a circa il 70%”.  

 

A chi gli chiede della sfida di domenica il mister risponde:

 

“Non c’è da fidarsi del Nola! Ho rivisto le loro ultime gare, sono una squadra attendista che gioca dietro la linea della palla ed in più hanno già novanta minuti nelle gambe, questo può essere determinante. In base al tipo di avversario modello la nostra tattica ma sono certo che il gruppo che ho a disposizione metterà il 100% in campo domenica”.

Avvicinandosi dicembre si avvicina anche la riapertura del calciomercato di serie D, ma il mister chiosa:

“Se a maggio dello scorso anno mi avessero chiesto di firmare per avere questa rosa lo avrei fatto col sangue, parliamo prima di tutto di uomini veri e poi calciatori. Lo scorso anno qualcuno non ha avuto una stagione formidabile ma io ed il direttore Bolzan abbiamo voluto puntare tutto sulle motivazioni di questi calciatori. Sono contentissimo del gruppo che ho a disposizione soprattutto per il senso di appartenenza che stanno dimostrando. Inoltre è bene sottolineare che ad oggi la Nocerina ha una identità di gioco ben definita, basti pensare alle statistiche dove con la giusta concentrazione abbiamo tenuto inviolata la porta contro squadre importanti che diranno la loro in questo torneo (Giugliano e Torres ndr) e che sicuramente navigano in una zona di classifica che non gli compete; quindi al momento mi tengo strettissimo i ragazzi che ho a disposizione”.

“Vincere i due recuperi per avvicinarsi alla vetta? Il mio ruolo è quello di ragionare partita dopo partita e di tenere il gruppo coi piedi per terra, il campionato è ancora troppo lungo ma è chiaro che nella testa dei ragazzi in caso di due vittorie nei recuperi possa maturare qualche pensierino in merito”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *