post

Verso Nocerina-Nola, parla Campana: “Cerco di motivare la mia squadra. Nocerina? La rispettiamo, sono una grande squadra”

Il tecnico del Nola Rosario Campana nella puntata di ieri sera a Nocerinissima Live (in onda ogni venerdì dalle 21 su facebook e YouTube di Nocerina Live) ha parlato della gara di domani contro la Nocerina, delle problematiche di giocare in Serie D e di una curiosità riguardo a un interesse in passato sulla panchina

La gara Nola-Monterosi cosa ha detto

“Prima di me c’erano comunque professionisti come Pavarese che ha fatto calcio vero e Pezzella che è stato un grande calciatore e che ha fatto settore giovanile a Caserta. Contro il Monterosi siamo stati bravi a limitarli e potevamo addirittura vincere anche se abbiamo rischiato su alcune palle inattive. Comunque siamo contenti”

Le capacità motivazionali di Campana

“La componente di un allenatore, un lavoratore, un manager bisogna corredarsi delle proprie motivazioni, in virtù delle motivazioni si può riuscire a colmare dei gap. Le motivazioni non sono uguali per tutti: sarebbe troppo semplice altrimenti. Devi riuscire a motivare ogni calciatore, in ogni sfaccettatura. É una componente che ogni allenatore deve portare con se nella parte professionale e privata. A mio parere non c’è un modulo specifico vincente, esistono uomini vincenti. Il calcio rispecchia questo, spero di comunicarlo ai miei giocatori”.

Le riforme della Serie D

Questo non dico che è un campionato falsato però manca poco. É la prima volta che ci sta un campionato a singhiozzo: non sai con chi giocherai, parti per una trasferta e non sai se la giocherai. É tutto nuovo, è un campionato anomalo. L’allenatore deve esser capace di gestire queste insofferenze. Il calcio in questo momento è la cosa meno seria delle cose serie , si potrebbero fare delle riforme, dove non c’è la giuste normalità.”

La gara Nocerina-Nola

Rispetto tantissimo la Nocerina, il suo tecnico, il direttore e i calciatori, sarebbe irrispettoso per i miei uomini. No non abbiamo paura, abbiamo pensato a migliorare il nostro status cercando di confermarlo. Per domenica prossima sarebbe un passo avanti per la Nocerina. Bisogna avere il massimo rispetto per ogni calciatore, per il sistema di gioco per le qualità della Nocerina che ha sette punti in classifica ed ha una squadra con tanti giocatori con esperienza. Garofalo, Morero, Impagliazzo, Bottalico, Dammacco, De Iulis e la freccia nera Diakitè. Abbiamo molto rispetto per queste componenti: cercheremo di farci trovare pronti per tutte le soluzioni che ha la Nocerina. Oltre l’aspetto atletico e qualitativo, ha giocatori esperti che fa la differenza, massimo rispetto per la Nocerina”.

Quella possibilità di allenare la Nocerina…

“Ci fu un periodo quando l’avvocato Palma era interessato e mi contattò e mi disse se avesse acquistato la Nocerina se mi sarebbe potuto interessare la panchina della Nocerina. Conoscete la mai risposta…La Nocerina ha un grande allenatore che farà un’ottima carriera, io sono felice al Nola e non cambierei la mia squadra per niente al mondo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *