post

L’EDITORIALE: che bella Nocerina! Ecco in cosa si può migliorare. Cavallaro e le sue idee chiare

E’ sempre bello scrivere un editoriale dopo una larga vittoria della squadra rossonera . Nell’incontro di due giorni fa della Nocerina contro il Nola si è notato un ulteriore miglioramento dei molossi, cosa non facile dopo oltre un mese dalla gara contro la Torres

GRANDE PRESTAZIONE

Gruppo coeso, bel gioco, possesso palla, difesa solida e attacco che comincia a fare tanti gol. Gara ai limiti della perfezione quella dei molossi, e allora andiamo a capire in cosa si può migliorare. La cosa sicura che mister Cavallaro sta veramente facendo una grande Nocerina.

IN COSA SI PUO’ MIGLIORARE

Dopo una larga vittoria, come è stata quella di ieri, è difficile trovare delle pecche: ma se vogliamo trovare qualcosa che non è andato per il verso giusto nella prestazione della Nocerina possiamo indicare che ci potevano essere delle segnature in più e forse dopo il 2-0 aumentare ancora di più il ritmo della gara. Invece la squadra rossonera forse si è un po’ accontentata del risultato, seppur poi ha conquistato altri due gol. La Nocerina è una squadra che se non alza il ritmo della partita e non passa la palla velocemente diventa prevedibile. Quindi credo che i molossi debbano migliorare proprio in questo aspetto della gara e quindi si deve crescere ancora in qualcosa per essere davvero una squadra che possa raggiungere l’obiettivo tanto auspicato da tutti noi tifosi. La squadra, però, sta dimostrando.

LE NEWS CONTRO IL NOLA

Ieri la Nocerina, nell’undici iniziale, ha presentato parecchie novità come ad esempio Fois che ha dimostrato di essere una certezza per la rosa rossonera, in quanto ha grosse qualità soprattutto organiche che ha nell’accelerazione una delle qualità maggiori, ma è chiaro che come tutti i ragazzi deve migliorare e crescere nei tempi di smarcamento e soprattutto nella personalità di farsi passare la palla.

Un’altra novità nella partita di ieri dei rossoneri è stata nella costruzione della manovra in quanto si alzava il trequartista dalla linea dei centrocampisti e quindi l’inizio della manovra avveniva con due calciatori: inoltre i due esterni erano alti per cercare di fraseggiare da dietro saltando l’avversario e cercando l’attaccante giocando sull’ampiezza. Tutto ciò ieri a volte è riuscito bene, altre volte un po’ meno perché la squadra era un po’ lenta nella circolazione della palla. Sicuramente la Nocerina ha giocato bene e ha fatto una partita di qualità che l’undici di casa ha dominato dall’inizio fino alla fine. La Nocerina deve crescere solamente nell’intensità e nella mentalità se riuscirà a fare ciò sicuramente non ci saranno limiti per questa squadra in questo campionato.

LE IDEE DI CAVALLARO

Siamo sicuri che riusciremo a migliorare in questi aspetti del gioco, in quanto i componenti della rosa hanno dimostrato in questo inizio di campionato di essere atleti pronti al sacrificio e al miglioramento tattico. Infine i complimenti all’allenatore Cavallaro che in questo inizio campionato sta dimostrando di avere le idee chiare e di sapere mettere bene la squadra in campo in quanto la Nocerina ha sempre dimostrato di volere vincere attraverso l’espressione del bel gioco e di una mentalità offensiva.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *