post

Cirillo a NL: “Nocerina gran bel gruppo, può andare lontano. Gli under possono fare la differenza in D”

Intervenuto durante la Nocerina Siamo Noi, l’ex difensore di Inter e Reggina Bruno Cirillo, ora consulente di mercato e procuratore sportivo, nonché consulente di Fois e Katseris, ha risposto a varie domande.

L’ex difensore dell’Inter parla del suo nuovo impiego nel calcio:

Sono contento perché comunque sono comunque rimasto nel calcio, mi piace tanto e mi rende felice, sono all’inizio ma c’è tanta voglia e volontà di scovare nuovo talenti e fare qualcosa di buono.
Non assisto solo giovani calciatori, ho calciatori in giro per l’Europa (Grecia, Turchia, Slovacchia, Slovenia) ho giocatori interessanti anche nella primavera della regina, io cerco di assistere giovani che comunque promettono bene per il futuro.

 

Cirillo parla del suo rapporto con lo staff della Nocerina e del DG:

Ho avuto modo di conoscere Bolzan e di vedere come lavora, secondo me farà strada e so che sta dando tantissimo alla società, credo che abbia allestito una buona squadra per questa grande piazza, mi auguro da qui alla fine che possa fare un gran campionato. Secondo me lo sta già facendo, davanti ha un latina che sta facendo un campionato straordinario, ma credo che i molossi possano lottare per le prime posizioni

 

Incalzato dalle domande, dice la sua e presenta i suoi due assistiti Fois e Katseris e sul come sono approdati a Nocera:

Fois e Katseris sono under, ma nel calcio a 18 anni si è già adulti e bisogna pensare e fare calcio come lo stanno facendo loro. Sono contento del loro inizio stagione, rivolgo i miei complimenti al DG, gran conoscitore di calcio e soprattutto dei due ragazzi. Sono all’inizio, devono migliorare tanto, ma sono contento perché sono due profili interessanti che in futuro possono fare qualcosa di buono.
Conoscere il direttore e la piazza ha aiutato alla venuta dei miei assistiti, il calcio sta vivendo un momento buoi, ma Nocera è Nocera, se due giovani come Katseris e Fois sapranno imporsi in una piazza difficile come Nocera possono andare lontano, quindi anche questa prospettiva mi ha convinto.
Ad inizio estate su Katseris e Fois c’erano anche altre squadre interessate ai calciatori.

Fois l’anno scorso giocava nella primavera della salernitana, quasi sempre titolare, è un’esterno che ha gamba e personalità, può percorrere tutta la fascia come vuole, mentre giocando più basso si sta ambientando e credo che debba imparare altri ruoli, Katseris ha un fisico importante anche lui dotato tecnicamente, credo che entrambi possano dare un contributo per la causa.

 

Riguardo al progetto della Nocerina ed all’apporto degli under ed all’apporto che hanno alla D:

Io credo che i progetti quando iniziano, maturano in tre quattro anni. mi auguro che il progetto continui, stanno portando avanti belle idee e la società sta lavorando per andare avanti, mia auguro che ciò possa portare i frutti sperati.
Il dg dovete tenervelo ben stretto, perché è una gran persona che ha fatto calcio a grandi livelli e quindi sa ben capire il calcio, allestendo una buona squadra prendendo ottimi under, che in D fanno la differenza.

Sul possibile arrivo di nuovi suoi assistiti a Nocera:

Nuovi assistiti qui a Nocera? col direttore ancora non ho parlato, staremo a vedere e valuteremo.

 

Conclude dicendo:

Non so se la Nocerina vincerà il campionato, l’importante e che rimanga in scia del Latina e lotti fino alla fine.

La mancanza del tifo è un problema di tutta la d, per le società blasonate il giocare in casa senza spettatori sicuramente pesa, per il discorso Covid le società stanno facendo grossissimi sacrifici per terminare questo campionato, si sa che ci vogliono molte risorse e non avendo entrate è difficile, va fatto un applauso ai presidenti per il portare avanti una squadra nonostante tutto, col Covid dobbiamo adeguarci e non è facile, l’augurio è quella di ritornare presto come prima.

Il punto di forza della Nocerina credo che sia il gruppo costruito dal direttore, guidati da un allenatore che ha giocato molto a calcio, da ex calciatore credo che la cosa fondamentale sia il gruppo e quando il gruppo è unito i risultati arrivano e credo che questa sia l’arma in più della Nocerina.
Da calciatore non ho mai giocato a Nocera purtroppo che io ricordi.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *