post

L’EDITORIALE: Nocerina, il mese di gennaio già fondamentale per il tuo 2021

Sta per cominciare il 2021 della Nocerina che sarà decisivo già nel mese di gennaio: 7 gare in 25 giorni per capire finalmente questa squadra cosa potrà fare per il proseguo della sua stagione.Le sensazioni, però, sono positive: la squadra è stata ben costruita per fare bene
Ci siamo finalmente messi alle spalle questo deprecabile 2020 per il mondo intero. La speranza del 2021, ovviamente, è che questa pandemia si possa finalmente cominciare a debellare. 

 Il calcio, invece, così come è successo per tutti i settori economici, ha subito, sta e continuerà a subire ingenti perdite di denaro dalla Serie A alla Terza Categoria. La mancanza allo stadio della parte più bella e genuina del calcio, ovvero i tifosi, si dovrà ancora attendere e probabilmente se ne parlerà per la prossima stagione. 

IL 2020 DELLA NOCERINA

Venendo a noi, invece, è stato per la Nocerina un 2020 dalle due facce: la prima parte, quella della scorsa stagione, fatto di grosse sofferenze con un campionato interrotto a marzo dopo il 2-2 a Francavilla che si è rivelato fondamentale per i molossi che si sono salvati grazie a un gol di Jerome Dieme all’ultimo istante della gara. La seconda parte del 2020, invece, dopo uno scetticismo generale di inizio estate, anche legittimo visto il campionato precedente, la dirigenza molossa, con Cavallaro allenatore e l’innesto del direttore sportivo Riccardo Bolzan, ha costruito nella prima parte di calciomercato una squadra già importante poi puntellata ancor di più con gli ultimi arrivi dei vari Garofalo, Donida, De Julis; acquisti che l’hanno portata ad essere sicuramente tra le squadre più forti del torneo. L’inizio della squadra molossa possiamo dividerla, anche in questo caso, in due facce così come per il 2020: il cammino in casa praticamente perfetto conquistando 9 punti su 9 e quello fuori casa, invece, molto altalenante. Sono 4 i punti conquistati sui 15 disponibili, forse un po’ anche per sfortuna. I molossi sono comunque nelle parti alte della classifica (sesto posto con Insieme Formia, Cassino e Carbonia) con una gara da recuperare. Al momento, però, i punti che la separano dalle prime due Monterosi e Latina sono tanti (rispettivamente 10 e 8, anche i laziali hanno una gara in meno), però sono recuperabili perché siamo all’inizio della stagione e non è quello l’obiettivo principale almeno per il momento.

Il mese di gennaio fondamentale 

Questo mese appena cominciato ci dirà tantissimo sulle sorti di Morero e company: 7 gare in 25 giorni, di cui ben 5 in casa e le prossime 3 consecutivamente ad Angri (porta fortuna molosso e che sostituirà momentaneamente il San Francesco per via delle condizioni del terreno da gioco). Si comincia mercoledì 7 contro il Carbonia, poi domenica 10 contro il Cassino e la gara di recupero nell’infrasettimanale del 13 contro il Latte Dolce. Tre gare da non sottovalutare ma tre gare per cercare di fare bottino pieno o quasi. Di sicuro queste partite, ma nel complesso le 7 del mese di gennaio, diranno tantissimo su quello che potrà fare da grande questa Nocerina. La cosa certa è che i molossi hanno una squadra competitiva e potranno dire sicuramente la loro contro tutte le squadre del girone. La speranza è che, dopo due campionati, si possa tornare a lottare fino alla fine per il vertice e cercare, nel più breve tempo possibile, di tornare nuovamente dove questa società merita di stare. 

Forza molossi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *