post

CAVALLARO: “Vogliamo cominciare bene. Ecco perché giochiamo ad Angri. Mercato? In questo momento non si muove nessuno”

Il tecnico Giovanni Cavallaro, nella consueta conferenza stampa in streaming, ha parlato della gara di domani contro il Carbonia e non solo: calciomercato, obiettivi e in cosa poter migliorare

Domani si torna a giocare

“Vogliamo cominciare bene, stiamo lavorando da alcuni giorni e abbiamo voglia di riscatto dopo il risultato negativo di Monterosi. Vogliamo migliorare e vogliamo farlo in casa e fuori casa. Le ultime uscite siamo cresciuti come mentalità e come gioco. Vogliamo migliorare tutto quello che c’è da migliorare”

Sulla gara contro il Carbonia

“Il Carbonia ha 13 punti e una gara in meno come noi. È una buona squadra con un mix di giovani. In casa sono agguerrite le sarde ma anche fuori casa stanno facendo risultato. Massimo impegno e concentrazione”.

Sulla scelta di giocare ad Angri

“Abbiamo fatto questa scelta, un paio di giorni fa, perché il terreno del San Francesco quando viene a piovere è impraticabile e ci danneggia. Non ci permette di giocare, l’amministrazione cerca di darci una mano ma è stato trascurato nel periodo del covid e pur curandolo diventa impraticabile quando piove perché c’è qualche problema sotto il manto. Se era aperto per i tifosi avremmo giocato anche se fosse una palude. Per cui è un peccato giocare al San Francesco a porte chiuse, abbiamo optato Angri che è un campo in condizione perfetta. Poi non è detto che si vince, ma ci si esprime al meglio e vogliamo vincere”.

Sulla squadra

“Sono tutti convocati. È chiaro che De Julis é stato 5 giorni out e si è allenato solo oggi a pieno regime oggi, però è a disposizione. Un piccolo problema a Esposito e Diakité al ginocchio ma tutto risolto e non vediamo l’ora che possa tornare con noi a giocare”.

Sul calciomercato

“In questi giorni sono uscite parecchie cosine che c’è poco di vero. Ho una squadra che vuole stare al più lungo con questa maglia. Ho comunicato a loro che per questo mese nessuno lascerà questa maglia e penseremo alle 8 partite , dopo se ne parlerà. Ho uomini seri e professionali, credono nel lavoro che facciamo e che la società mantiene gli impegni, abbiamo un campo d’allenamento perfetto. Se dopo queste otto partite sarà scontento qualcuno che ha giocato di meno o che sarà scontento ne possiamo parlare. Ora tutti stanno sul pezzo, vogliamo fare punti”.

Squadra ampia che può giocare diversi moduli

“Si. L’idea mia e del direttore, ed eravamo in simbiosi tra noi, era di costruire una squadra che poteva fare diversi moduli e durante le gare l’abbiamo fatto. La squadra ha dei principi base e poi il modulo trova il tempo che trova”.

Sulle gare ravvicinate che farà cambiare molti uomini

“Faremo un tour de force importante e tutti sono sul pezzo sia chi gioca dal primo minuto e chi subentrando. Ci saranno 4 gare in 13 giorni e alterneremo parecchi calciatori tranne ovviamente chi può farle tutte quante”.

Sui gol subiti a palla inattiva

“Stiamo lavorando su questo per far si che ci abituiamo. Quando giochiamo in questo clima anomalo a porte chiuse senza i tifosi ci sta che abbassi un po’ questa concentrazione. Nei pochissimi errori di disattenzione di reparto, perché non sbagli il singolo, ci hanno segnato. Bisogna alzare la cattiveria su questo e abbiamo lavorato su questo per alzare la concentrazione”.

Sul gruppo

“Questo è un gruppo sano. Fuori casa abbiamo raccolto poco rispetto a quello
che potevamo avere, abbiamo tempo di migliorare la classifica e ci sta il tempo per poterlo fare”.

Su possibili innesti di calciomercato

“La squadra non va toccata. Il presidente e il direttore ci hanno dato l’ok per poter acquistare. Qualcosa la faremo ma cercheremo di prendere qualche ragazzo in più o un calciatore, se riusciremo a trovarlo, che deve rompere l’equilibrio. Se deve venire uno per venire non va bene. Il presidente mi ha dato carta libera”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *