post

Vecchione, l’under che è come un over. Sempre titolare, duttile e importante per questa squadra

Quest’oggi parliamo di uno dei protagonisti “silenziosi” di questa prima parte di stagione della formazione molossa. Si tratta del jolly tuttofare Pierfrancesco Vecchione.

Uno dei primi acquisti di questa estate (arrivò insieme a Volzone e Manoni). Nel giorno del suo arriva si sapeva poco di lui anche se già diversi addetti ai lavori, e non solo, ne parlavano come di un under importante. Il centrocampista napoletano classe 1999, che quest’anno non sarebbe dovuto essere under, ma per via del regolamento cambiato dopo che la scorsa stagione non si è conclusa per covid, si è preso il centrocampo molosso dimostrando di essere un over a tutti gli effetti, utilizzato sin dall’inizio da mister Cavallaro come uno dei quattro giovani da schierare nell’undici titolare.

LA SUA DUTTILITA’ IN CAMPO

Ha svolto, fino a questo momento, diversi ruoli del campo tanto che alcuni di noi di Nocerina Live, in una delle nostre tante trasmissioni ha dichiarato che “ci manca solo che giochi in porta”.
Ha giocato difensore a tre, terzino, mezzala (ruolo principale), esterno a cinque o a quattro. In tutti questi casi l’ha fatto sempre molto bene tanto che, nelle 20 gare disputate dalla formazione rossonera, è sempre stato schierato da titolare e non è mai stato sostituito da mister Cavallaro. Nonostante i quasi 22 anni, è un leader silenzioso in campo ed importantissimo nelle dinamiche della gara. E’ uno dei calciatori che tocca più palloni degli altri ed è essenziale anche come ruba palloni e nel movimento senza palla. Ha anche trovato la via del gol una volta (nell’importante 2-1 contro il Carbonia) e ha fornito 3 assist contro Team Nuova Florida, Vis Artena e Insieme Formia. Da qui fino a fine stagione siamo certi che continuerà a giocare come sa fare.
L’anno prossimo, che sia D o C (speriamo) per la Nocerina, Vecchione deve essere  assolutamente un elemento importante sui cui continuare questo progetto cominciato in questa stagione.