post

CAVALLARO: “Contro il Latte Dolce mi aspetto continuità. L’obiettivo è cercare di andare più avanti in classifica”

Il tecnico Giovanni Cavallaro, ai microfoni del club, ha parlato della gara di domani contro il Latte Dolce e degli obiettivi imminenti


Sulla gara che si aspetta domani contro il Latte Dolce


“Mi aspetto continuità, mi aspetto qualcosa di importante perché giochiamo in una piazza importante dove siamo obbligati a fare punti e a vincere le partite. Non bisogna accontentarsi della buona prova e bisogna andare avanti e fare risultato”. 

Se sarà la squadra scesa in campo contro il Gladiator

“Si più o meno saranno quelli. Ci potranno essere cambiamenti perché ho la fortuna di avere una squadra importante in ogni reparto. E’ vero ci manca qualche pedina importante, però la rosa è ampia e abbiamo la possibilità di avere a disposizione un buon gruppo e pensiamo a prepararla bene. Affrontiamo una squadra che all’inizio dell’anno aveva costruito un campionato diverso. Squadra di assoluto rispetto e di grande valore, nelle ultime due uscite ha fatto benissimo seppur hanno fatto due sconfitte di fila, ma vedendo le prestazioni gli è andata male perché non hanno concretizzato contro Afragolese e Vis Artena. E’ un avversario ostico che gioca un bel calcio partendo dal basso, sarà una bella gara da vedere. Andremo lì per vincere però affrontiamo un avversario importante, dobbiamo fare la Nocerina”.

Sull’attaccante Scotto del Latte Dolce 

“Scotto è un giocatore di livello alto che con questa categoria non c’azzecca niente. Giocatore che ha numeri importanti e negli ultimi anni ha vinto due campionati segnando 18-20 gol a stagione. E’ un calciatore da tenere d’occhio, così come la squadra che gioca bene ed è tutt’altra di quella dell’andata. L’allenatore nuovo ha dato un cambio di marcia, con intensità e qualità. Avversario difficile da affrontare, però noi siamo una squadra importante ed andremo lì cercando di fare gioco e di fare risultati”.

Sulla reazione dopo il momento di difficoltà 

“Si. Giochiamo in una piazza importante, esigente e che ha fame di vittorie. Tutti noi dobbiamo essere uniti e compatti cercando di superare un momento così così. Non veniamo da un momento brutto, perché veniamo da sette risultati utili consecutivi. Chiaro che gli ultimi pareggi, soprattutto l’ultimo, perché a Nola ci fu una grande reazione raggiungendo il pari, con il Giugliano abbiamo buttato due punti però dobbiamo guardare avanti cercando di ottenere più punti possibili. Dobbiamo credere nel nostro obiettivo e nelle ultime 11 partite dobbiamo cercare di andare più avanti in classifica”.

Sul cambiare il trend fuori casa

“In casa siamo secondi in classifica, a un punto dal Monterosi, mentre fuori casa abbiamo15 punti in meno da loro. E’ chiaro che abbiamo un ruolino di marcia fuori casa al rilento. Dobbiamo aumentare la personalità, la voglia di essere squadra fuori casa. Lo stiamo alternando e per essere una squadra importante, che punta a qualcosa di serio, dobbiamo essere più cattivi fuori casa. Nelle ultime partite c’è mancato qualcosina fuori casa, ma nell’intero campionato, dobbiamo essere sinceri, c’è mancato questo e dobbiamo migliorare su questo punto di vista”. 

Su Diakitè che si sta allenando 

“Abbiamo un parco attaccante importanti che, se stanno bene, sono il valore aggiunto di questa squadra. Negli ultimi mesi 2-3 abbiamo avuto attaccanti infortunati ed hanno tirato la carretta i vari De Julis, El Bakhtaoui e Dammacco. Averli tutti diventiamo forti. Diakitè è un giocatore di spessore, abituato a vincere ed ha sempre fatto campionati vincenti. Ha uno spirito combattivo ed è il primo a correre; anche se, magari, come dicono gli altri e non io, segna poco e sbaglia tanto sotto porta ma perché si sacrifica tanto ed è uomo squadra e ci sta che non finalizza tutto quello che crea. Lo vogliamo avere sempre con noi perché dà mentalità e riferimento la davanti. Speriamo che possa tornare il prima possibile”.