post

CAVALLARO: “Non è così facile vincere su questi campi, allunghiamo la serie positiva. Arriveranno i nomi che mancano”

Ai microfoni dell’ufficio stampa societario interviene il mister di molossi, Giovanni Cavallaro, dopo la gara disputata al “Peppino Sau” di Usini. Queste le sue dichiarazioni:

Mister, cosa ti ha sorpreso in questa ventiquattresima giornata, considerando i risultati maturati dagli altri campi?
Dalla gara Savoia-Latina mi aspettavo un match molto tirato, cosa che invece non è stata; il Nola si conferma che in casa resta una squadra ostile e sta costruendo la sua salvezza, facendo un girone di ritorno importante. Il girone di ritorno è a parte, tutte le partite sono sofferte e sudate da tutti.

Latte Dolce – Nocerina è terminata a reti bianche, ti aspettavi qualcosa di più?
Sapevamo di giocare con un avversario importante, con un bel organico. Ciò non rispetta la posizione in cui i sardi si trovano attualmente (12° posto, ndr), ma con un pizzico di fortuna in più sapevamo di poterla vincere. Abbiamo avuto tre palle gol nettissime, potevamo sbloccarla nel primo tempo con Sorgente, ma la sfortuna ce lo ha impedito. Nel secondo tempo gli avversari si sono abbassati notevolmente, abbiamo giocato in un campo dove solitamente neanche il Latte Dolce disputa le sue gare, infatti lo sfrutta solo per gli allenamenti. Partita tutto sommato equilibrata: i ragazzi hanno lottato fino alla fine, allunghiamo la serie positiva. Adesso ci aspettano due gare importanti in casa: affronteremo il Team Nuova Florida e il Monterosi in cui cercheremo di dare il massimo per svoltare definitivamente questo campionato e smuovere un po’ la classifica.

Come mai Sandomenico non parte mai titolare?
Noi andiamo avanti e faremo il meglio per questa squadra.

Secondo tempo più molle rispetto al primo…
Abbiamo giocato con un clima molto caldo: c’erano oltre 25 gradi in un campo piccolissimo, quindi per forza di cose i ritmi si sono abbassati. Faceva veramente caldo, stavamo tutti a mezze maniche, nonostante ciò, i ragazzi hanno continuato a spingere. Con i tre cambi volevo cercare di vivacizzare il gioco, senza però riuscire a fare gol. Abbiamo tenuto bene il campo e abbiamo sofferto pochissimo, se non su qualche tiro da fuori. Non è così facile vincere fuori casa su questi campi.

Sembra che ogni costruzione dell’azione sia stata fatta con intelligenza…
Questo è il risultato di ciò che ho chiesto alla mia squadra, bisogna capire la situazione e quando si può giocare. Stiamo lavorando su questo. Penso che oggi abbiamo fatto bene, limitando giocatori importanti come Kone

Sull’occasione di Sorgente forse è mancata un po’ di fisicità, però nulla da imputare al ragazzo che rientrava dal lungo stop…
Si, ha fatto un primo tempo importante, è tornato disponibile da pochi giorni. Ha corso tanto, ma gli è andata male al momento del mancato gol grazie al maestoso intervento del portiere del Latte Dolce. Fra un po’ avremo anche i nomi che ci mancano e saremo ancora più competitivi avendo più soluzioni.

Si sta lavorando sulle conferme per il prossimo anno?
La squadra che abbiamo è importante e di mentalità vincente. Gli errori che facevamo all’inizio dell’anno, dove magari abbiamo perso qualche punticino, adesso non ci sono più perché siamo una squadra più competitiva. L’importante oggi è stata non perderla. Pensiamo a fare il nostro campionato e a raccogliere quanti più punti possibili per chiudere alla grande questo campionato. Dopodiché ognuno farà le sue valutazioni. Adesso, ripeto, l’obiettivo è quello di fare più punti possibili e ottenere un buon piazzamento nei playoff.