post

VIDEO BOLZAN a NL: “Episodio che ci ha penalizzato. La programmazione? Ci sono nove partite. Su Sandomenico pensavamo potesse adattarsi al ruolo”

Dopo la gara persa dalla Nocerina in quel di Angri 1-2 contro il Nuova Florida, ha parlato ai nostri microfoni in zona mista il direttore sportivo Riccardo Bolzan

Sulla gara persa allo scadere contro il Nuova Florida

“Le partite durano 100 minuti. Nella partita d’andata eravamo stati noi a beneficiare e a credere all’ultimo minuto di una gara in bilico, stesso discorso questa volta: c’è stato un episodio che l’ha messa su un piano che ci ha penalizzato oltre modo”. 

Se si sta programmando già per la prossima stagione

“Sinceramente è una cosa che non stiamo pensando, perché siamo dentro a una settimana di 3 partite in 8 giorni e quella che è una programmazione per il futuro, questo gruppo di lavoro deve guadagnarselo e lo deve fare in un terzo di campionato, compreso questa, che va a delineare tante cose, playoff compreso. Non è tempo di fare assolutamente bilanci, anzi si rischia che quando vengono smarriti i sogni di gloria e ci si allontana quello che era un obiettivo, che era magari un sogno fino a febbraio, poi si cali quella che è l’attenzione nell’essere massimali in questo finale stagione ed è una cosa che non ci possiamo permettere perché ci sono 27 punti in palio di cui 6 questa settimana”. 

Sulla cessione di Sandomenico e di altri calciatori in squadra

“Quando si verificano situazioni come queste, dentro un mercato che questa stagione è durato 8 mesi e mezzo, ci possono essere alla base delle valutazioni errate dal punto di vista tecnico per quanto ci riguarda. Probabilmente aver pensato che un calciatore come Sandomenico magari potesse adattarsi a dei ruoli o comunque una funzione in questo assetto di gioco che poi magari non si è rivelata così attraverso il lavoro ha portato poi alla valutazione che il ragazzo probabilmente trovasse fortuna altrove e che non fosse funzionale. Alla base delle partenze dei calciatori, in questa ultima settimana, c’è stata prima di tutto la volontà loro di trovare qualcosa diverso e sono valutazioni che abbiamo fatto”.