post

CAVALLARO: “Abbiamo creato 7-8 palle gol, alla fine siamo stati ingenui. Costruiamo ma non segniamo”

Dopo la gara persa dalla Nocerina 1-2 in quel di Angri contro il Nuova Florida, ha parlato il tecnico Giovanni Cavallaro in conferenza stampa 

Sulla gara persa contro il Nuova Florida

“Penso che abbiamo fatto una grande gara sul piano del gioco, delle occasioni, dell’organizzazione e non ci credo di averla persa. Non posso dire niente alla squadra perché abbiamo creato 7-8 palle gol, a parte gli ultimi minuti che avevamo spinto molto e ci sta il calo. Alla fine siamo stati ingenui perché non dovevamo farli arrivare davanti alla porta, poi quello è un episodio che ti cambia tutto. Abbiamo provato a vincerla in tutti i modi giocando a 4 e 5 punte. Abbiamo subito il gol nell’unico tiro in porta che hanno fatto con Coratella. Oggi era una giornata importante, se vincevamo, perché recuperavamo tanto per la zona playoff. Creiamo tantissimo e non riusciamo a far gol, dobbiamo lavorare”. 

Sul fatto che non si riesce a chiudere le gare

“Sicuramente siamo una squadra che prova a giocare sempre e spingiamo fino all’ultimo. Abbiamo creato tantissimo, siamo sempre stati padroni del gioco e li costringevamo a buttare la palla lontana e quando la riconquistavamo provavamo a giocare. Ho poco da rimproverare, forse a parte i 6-7 minuti finali. Per quanto riguarda i cambi, mi aspettavo di più, mi aspetto di più da giocatori quali Dammacco che possono cambiare le partite, però non posso dare la colpa su un giocatore. Gli ultimi minuti l’avversario perdeva tempo, prendevano falli, ci siamo abbassati e gli abbiamo dato l’occasione del rigore stando troppi bassi, invece dovevamo riconquistarla e provare l’ultimo affondo. Siamo stati per quasi tutta la partita padroni del campo, creando tantissimo, ma se non la butti dentro e se li tieni in vita fino all’ultimo può succedere poi. Hanno fatto un unico tiro in porta, a parte il palo su una dormita nostra. Dobbiamo migliorare nel chiudere le partite e fare gol perché, dopo aver subito l’1-1, potevamo segnare in 2-3 occasioni. Ho poco da dire ai ragazzi hanno giocato tutta la partita, quest’anno non ci gira bene e non concretizziamo quello che creiamo: è quello il problema”.

Sull’infortunio di Katseris

“Ha avvertito un dolore dietro la coscia e speriamo che non sia nulla di grave. Katseris nel secondo tempo era devastante e se lo perdi, per la gamba che ha e la forza che ha, non è facile cambiarlo. Quando lo perdi non è facile sostituirlo ma abbiamo messo un giocatore più difensivo cambiando il modulo 4-4-2. Alla fine gli ultimi minuti non ne avevamo più ed eravamo un po’ stanchi. L’episodio del rigore ci ha penalizzato”. 

La situazione infortunati tra Impagliazzo, Cuomo e Diakitè 

“Diakitè stava fermo da due mesi e gli abbiamo dato una decina di minuti e abbiamo rischiato perché non era previsto ma c’era bisogno. Cuomo e Impagliazzo saranno fermi un bel po’ perché uno ha problema alla spalla e l’altro una frattura al piede e non li avrò per un mese mezzo. Per quanto riguarda il Monterosi non giochiamo per la gloria ma giochiamo per vincere. Proveremo a giocare e vincere la partita, questo è sicuro. Se fai partite di alto livello e le perdi vuol dire che è un anno un po’ particolare”.