post

CAVALLARO: “Gara equilibrata, abbiamo fatto una partita importante. Ci teniamo ai playoff”

Le parole di Giovanni Cavallaro dopo il pareggio della Nocerina 1-1 in quel di Angri contro il Monterosi

Sulla gara contro il Monterosi 

“E’ stata una partita equilibrata ed abbiamo giocato contro l’avversario, penso, il più forte del girone che l’ha dimostrato per numeri, per punti e per continuità. Si è vero hanno preso due traverse però abbiamo avuto anche noi le nostre occasioni da gol. Hanno preso una traversa dopo 25 partite che abbiamo concesso dal basso un errore e la traversa ci ha aiutati. Poi la punizione ha calciato bene il calciatore e più che demerito nostro è stato merito loro. Poi tutto sommato ci siamo messi apposto ed abbiamo fatto una partita importante, equilibrata contro un avversario forte. Nel secondo tempo loro hanno gestito per via del vantaggio che hanno, noi abbiamo provato a spingere, giocavamo con tre attaccanti di cui Diakitè erano due mesi e mezzo che non giocava, mentre Talamo negli ultimi mesi ha fatto 3-4 partite. Siamo calati un po’ negli ultimi dieci minuti e non siamo riusciti ad affondare alla fine. Penso che abbiamo risposto bene dopo una sconfitta non meritata e l’abbiamo fatto con una squadra importante”. 

Sugli attaccanti

“A quel punto della partita giocavamo con tre punte. Diakitè era stanco questo è vero, però l’ho voluto tenere perché mi dava intensità nella struttura sia in possesso che non. Il Monterosi è una squadra che dai calci piazzati hanno fatto tantissimi punti e sono pericolosissimi. Ho preferito tenere un attaccante che, anche se era stanco, mi dava un certo tipo d’importanza nei calci piazzati. Avevamo tre attaccanti più Panos che fa il quarto a centrocampo ma che è un attaccante. La possibilità per far gioco ci stava, forse non avevamo la forza di spingere anche perché avevamo contro un avversario importante che ha gestito bene negli ultimi minuti da grande squadra”. 

Sul dettaglio della gara

“Il Monterosi merita quella classifica perché l’ha dimostrato. E’ chiaro che devi anche essere messo tatticamente bene in campo per far si che quando ti apri e costruisci devi essere organizzato anche sugli uomini che tieni in avanti e sulle preventive. Siamo una squadra che ci muoviamo bene senza palla, siamo abituati che, chi lascia uno spazio l’altro lo va ad occupare. Se lo fai bene li limiti, se non lo fai bene come nel primo tempo dove abbiamo preso gol su un’uscita sbagliata nostra. In quel caso abbiamo avuto troppa fiducia sui nostri attaccanti che magari uscivano facili, invece l’abbiamo persa e non siamo stati pronti alla reazione prendendo gol. Tutto sommato sono contento per quello che abbiamo fatto tene
ndo il campo alla grande. In queste ultime otto partite possiamo fare ancora bene”. 

Sugli obiettivi 

“Siamo una squadra che prova sempre a giocare, è chiaro che quando giochi un minimo rischio ce l’hai però preferisco giocare che buttarla avanti. Per gli obiettivi sono sempre quelli: consolidare i playoff, fare il possibile il massimo per migliorare la classifica playoff e giocarci qualcosa di importante perché i playoff sono importanti, ma per tutto quello che abbiamo fatto durante l’anno. La società vuole i playoff e noi vogliamo i playoff”. 

Sulla pausa che ci sarà a breve

“Oggi di positivo c’è che c’erano cinque diffidati e tutti sono usciti senza ammonizioni e che mi permetteranno di avere l’organico al completo e mi permetteranno di avere gli attaccanti finalmente tutti a disposizione, cosa che non abbiamo avuto per due mesi e questo bisogna dirlo perché giocare senza di loro non è facile, soprattutto con chi chi ci hai puntato dall’inizio dell’anno. Tiriamo al massimo fino a domenica e cerchiamo di andare a fare risultato contro il Carbonia perché ci giochiamo i playoff contro di loro che stanno al ridosso di queste posizioni. Le settimane di sosta ci faranno bene perché avremo la possibilità di recuperare tutti e portarli ad una condizione importante e far respirare chi ha tirato la carretta avanti”.