post

Carbonia-Nocerina 1-2: colpaccio dei molossi in Sardegna

La Nocerina, nella gara valevole per la 27′ giornata del girone G di Serie D, vince 1-2 in trasferta contro il Carbonia. Tre punti importanti per i molossi per consolidare la posizione playoff e ora si tornerà a giocare fra tre settimane

Il tecnico Cavallaro, rispetto al pareggio contro la capolista Monterosi, conferma gran parte di quella squadra. Le uniche novità sono: Petito al posto di Esposito e in avanti solo El Bakhtaoui e Diakitè, con Talamo che parte dalla panchina. Il Carbonia di mister Mariotti deve fare a meno di cinque calciatori. Sulla trequarti l’uomo più pericoloso Piredda. 

Nel primo tempo parte meglio la Nocerina che si rende pericolosa con alcuni cross, anche se la prima azione da segnalare è di marca sarda al 15′: su cross dalla destra di Piredda è Palombi a provare il tiro in acrobazia mandando la sfera di un paio di metri sopra la traversa. Si gioca soprattutto su cross e corner, due minuti dopo la Nocerina sblocca la gara: su azione d’angolo di Garofalo è il capitano Morero ad anticipare Salvaterra di testa e metterla alle spalle di Manis. Primo gol con la maglia molossa del difensore argentino che segna proprio nel giorno del suo compleanno. Il Carbonia non reagisce e i molossi sfiorano, tra il 24′ e il 25′, il doppio vantaggio: ci prova prima, sempre su calcio d’angolo, con un colpo di testa Donida dove Manis è bravissimo a dire di no. Un minuto dopo El Bakhtaoui prova la volee in area di rigore, la palla si spegne di poco fuori. Sul finire della prima frazione il Carbonia reagisce. Tra il 38′ e il 39′ ci prova prima Agostinelli con in tiro improvviso, la palla termina al lato e poi Russu, su punizione, calcia verso la porta con Volzone che osserva la sfera terminare fuori alla sua sinistra. Sullo scadere del 45′ Fredrich, dai trenta metri, cerca il colpo ad effetto con la sfera che termina di poco alta sulla traversa. 

Nei secondi 45 minuti, il Carbonia trova il pari al 58′ per presunto fallo di Katseris: dal dischetto si presenta Cappai, Volzone intuisce ma la sfera si insacca. I molossi, però, hanno una reazione veemente e due minuti dopo la pareggiano: il neo entrato Talamo guadagna un angolo, dopo un tiro. Dal seguente corner è proprio l’attaccante molosso, dopo una spizzata di Katseris, a siglare la terza rete consecutiva. Al 63′, i rossoneri potrebbero chiudere la partita: chance: Diakite a tu per tu con Manis cerca il pallonetto che termina sulla rete oltre la traversa. I sardi reclamano in più di un’occasione per alcuni penalty non concessi. Al 69′, proprio per proteste, viene espulso Palombi. Escono poi, probabilmente entrambi per infortunio, Katseris e Talamo: ai loro posti Saporito e Sorgente. Al minuto 80′ i padroni di casa sfiorano il pari: Fredrich, da distanza siderale, calcia verso la porta impegnando severamente Volzone che mette in angolo. All’83’ i molossi vanno vicini al terzo gol: su cross di Garofalo, è Vecchione a chiamare al miracolo Manis che respinge di piede. Nel quinto dei sette minuti di recupero il Carbonia sfiora il gol: cross dalla destra per il neo entrato Odianose che per pochissimo non fa tap in vincente con un colpo di testa. L’ultima chance un minuto dalla fine dei sardi però Volzone risponde presente. Tre punti importanti per i molossi per il proseguimento di stagione.