post

LA MOVIOLA di Carbonia-Nocerina 1-2: arbitro impeccabile. Decisioni sui rigori giusti ed espulsione ok

La Moviola di Carbonia-Nocerina 1-2. Tanto lavoro per l’arbitro che però è stato impeccabile 


Al 32’1T Il Carbonia reclama un rigore per un tocco di braccio di Vecchione in area totalmente involontario quindi alcun rigore da fischiare. Buona la distanza dell’arbitro dall’azione dove è riuscito a vedere tutto e quindi a potuto decidere in modo preciso ed efficace.
Primo tempo poco impegnativo per il direttore di gara che però si è fatto trovare sempre pronto e vicino all’azione nei momenti accesi della prima parte di questa gara.

Al 13′ 2T Calcio di rigore per il Carbonia. Contatto di Katseris con il piede sul ginocchio dell’attaccante del Carbonia. Giusto fischiare il penalty e non dare nessun provvedimento disciplinare.

Al 16′ 2T Curioso caso sulla rete di Talamo. Trattenuta del difensore del Carbonia nei confronti di Morero che cade a terra reclamando un rigore che l’arbitro stava per dare, ma è stato molto intelligente ad aspettare poiché l’azione poi si è conclusa con una rete. Molto bravo il direttore di gara in prontezza e vicinanza.

Al 20′ 2T Entrataccia di Donnarumma in ritardo sull’attaccante del Carbonia. Giusta l’ammonizione e bravo a placare subito le proteste dei giocatori rossoneri.

Al 21′-25′ 2T In questi minuti accade il caos. Prima viene reclamato un rigore su un sospetto tocco di braccio di Donnarumma in area. Tiro dal dischetto che non c’era poiché colpisce il pallone con il petto. Poi altro reclamo su un altro sospetto tocco di braccio sempre in area di rigore in questo caso da parte di Petito, ed anche qui c’è solo la deviazione svirgolata senza alcun tocco di braccio.
Finale eclatante in questi cinque minuti incredibili, dove Palombi viene espulso giustamente senza accennare alcuna protesta poiché dice al direttore di gara che “la mamma fa il lavoro più antico del mondo”. Piccolo appunto personale che riguarda la serietà e l’educazione in campo. Vorrei solamente ricordare che certi atteggiamenti in campo danneggiano chi è in campo e chi li guarda. Quindi vorrei sempre ricordare che l’orgoglio del singolo calciatore non interessa a nessuno e può nuocere seriamente alla squadra che per una sciocchezza del genere può perdere gare inutilmente.

Al 29′ 2T Giusta l’ammonizione per Rizzo che arriva in ritardo e colpisce la gamba dell’attaccante del Carbonia.

Al 44′ 2T Giusta l’ammonizione per Cestaro che blocca un importante ripartenza di Sorgente.

Buonissima prestazione del direttore di gara che si è fatto sempre trovare pronto, e permettetemi di dire, sempre con la dovuta cazzimma.

Arbitro Maurizio Barbiero di Campobasso Voto : 7