post

CAVALLARO: “Vogliamo regalarci una bella soddisfazione. Il futuro? Stiamo programmando con Bolzan”


Il tecnico Giovanni Cavallaro, questa mattina in quel di Angri, ha rilasciato un’intervista ai microfoni ufficiali del club rossonero. Si è parlato del finale di stagione e della futura programmazione

Gli obiettivi imminenti per il finale di stagione

“C’è di dare continuità ai risultati, c’è da consolidare una posizione di classifica importante. Lo vogliamo tutti quanti: società, ragazzi, lo staff. Vogliamo fare bene fino alla fine, è dall’inizio che siamo tra le prime posizioni. Vogliamo fare un finale di stagione importante e regalarci una bella soddisfazione se ci riusciamo”.

Allenamenti con una squadra un po’ ristretta per via di diverse infortuni

“Si, con le 4 uscite che abbiamo fatto un paio di settimane fa, è chiaro che la rosa si è ristretta. Adesso siamo giusti giusti e quando viene a mancare qualcuno per infortunio o squalifica  gli allenamenti diventano un po’ particolare rispetto a prima dove ti potevi sbizzarrire nel trovare tante situazioni. Adesso quando t  mancano 2-3 calciatori devi cercare di mettere qualche ragazzino in prova o della Juniores, oggi ne è arrivato una della Juniores che li facciamo allenare per fargli trovare la condizione fisica buona e sono ragazzi che conosco che gli diamo e ci danno una mano per arrivare a 20-21-22 calciatori per allenarci. E’ un momento così così, abbiamo 3-4 calciatori fuori per infortunio: Talamo credo che lo recupereremo, Diakitè continua a crescere, Dammacco sta fermo per un piccolo affaticamento e martedì rientrerà anche Garofalo che ha avuto un contatto con un positivo e per precauzione sta a casa. Speriamo di avere sia lui che Dammacco per martedì per far sì che il livello aumenti un’altra volta”. 

Sugli under che potranno trovare spazio da qui a fine stagione, anche chi ha giocato poco

“Si, l’obiettivo nostro con il direttore era quello di avere 10-11 under di livello buono. E’ chiaro che hanno giocato magari quei 5-6 con più frequenza, però quelli che non hanno giocato sappiamo che sono giocatori buoni, che lavorano bene e si fanno trovare pronti. Adesso abbiamo la possibilità di sfruttarli perché hanno lavorato e hanno migliorato sia la qualità tecnica che fisica, sono ragazzi che meritano una chance e mi auguro di dargliela il prima possibile”. 

Sul futuro della Nocerina si comincia a lavorare

“Il direttore è attivo da due mesi ed infatti lo vedo pochissimo, prima stavamo sempre insieme e adesso un po’ mi manca (ride n.d.r). Gira tanti campi, riesce a vedere 2-3 partite al giorno e non so come ci riesce. Vogliamo programmare, la società ha voglia di programmare e ha voglia di ripartire bene e farlo con i calciatori che quest’anno hanno fatto bene. Ci vogliamo muovere in anticipo, poi dobbiamo vedere la società che disponibilità ci danno per lavorare, però il presidente ci ha dato carta bianca per questo e per cominciare a programmare. Poi giugno-luglio vedremo il dà farsi”.