post

Torneo Egri Erbstein: seconda edizione in Inghilterra. Anche la Nocerina sarà invitata

 

Era il 2019 quando a Budapest si giocò la prima edizione del torneo intitolato a Egri Erbstein.  La manifestazione è stata organizzata dal Budapesti Atletikai Klub, una società ungherese in cui aveva giocato Erbstein e che era fallita nel 1940. La storia del BAK è ripartita grazie a una biografia, quella scritta da Dominic Bliss – scrittore e giornalista inglese – su Egri Erbstein. Il torneo è nato da una discussione tra Bertalan Molnar, presidente del Budapest Atletikal Klub e Dominic Bliss 

Dopo una serie di chiacchierate sul torneo, Bliss e Molnar prendono la decisione di organizzare il torneo per squadre semi-professionistiche e amatoriali, così da permettere al BAK di confrontarsi con altre squadre che giocano solamente per passione . Tra il 15 e il 16 giugno 2019 c’è stata la prima edizione del torneo grazie anche all’aiuto della Federazione calcistica ungherese e si è svolto al Szőnyi úti Stadion di Budapest. A partecipare, oltre al BAK, c’erano stati gli ungheresi del BEAC e del Testveriseg e agli inglesi del Corinthian-Casuals, la società del paese di Bliss. Nel giorno delle premiazioni avevano presenziato le figlie di Egri Erbstein Susanna Egri e Marta De Bosio, il suo nipote Stefano De Bosio, l’ambasciatore inglese in Ungheria Iain Lindsay e Antonio Comi.

 

Il covid poi ha impedito la riorganizzazione del torneo per il 2020 e il 2021. Nel 2022 ci sarà la seconda edizione e sarà ospitata dal Corinthian-Casuals. A partecipare, oltre al BAK, ci sarà anche il Fall River Marksmen, una storica società americana appena risorta. La speranza degli organizzatori è quella di riuscire ad avere anche la Nocerina, squadra che Erbstein aveva allenato nella stagione 1929/30 e tra il ’33 e il ’38.

Per la Nocerina sarebbe l’occasione per ripartire proprio da una delle figure illustri che hanno fatto parte della storia ultracentenaria dei molossi. La partecipazione al torneo Erbstein e poi, perché no, in un futuro anche ospitarla sarebbe un fiore all’occhiello per la Nocerina e la città di Nocera

Il sogno degli organizzatori sarebbe quello di fare ospitare il torneo allo Stadio Filadelfia che è stata la casa di calcio spirituale di Erbstein.