post

Cassino-Nocerina 2-2: pari dei molossi che non approfittano dei passi falsi delle big

La Nocerina, nella gara del ritorno al campo dopo tre settimane di stop e valevole per la 28′ giornata del girone G di Serie D, trova un pari esterno 2-2 contro il Cassino. I rossoneri, inizialmente in svantaggio, erano riusciti a rimontarla per poi subire il pari. I molossi, molto rimaneggiati per le assenze, non riescono quindi ad approfittare dei passi falsi delle altre big e deve ora guardarsi anche alle spalle dal Muravera sesto a 4 punti dai molossi ma con una gara da recuperare

Il tecnico Cavallaro deve fare a meno di ben sette potenziali titolari. In difesa c’è l’under Saporito. A centrocampo sulle fasce titolare Fois; mentre El Bakhtaoui trequarti dietro le punte Diakitè e Sorgente. 

Nel primo tempo, dopo una punizione del Cassino smanacciata da Volzone, arriva il vantaggio dei padroni di casa all’8′: Vitiello serve Orlando che trafigge Volzone in area. Pronta risposta dei molossi che pareggiano al minuto 16: su calcio d’angolo stacca di testa Morero che insacca. I molossi crescono e al 22′ provano a raddoppiare: sassata di Donida dalla distanza, papera di Del Giudiche che si salva in corner. Al 27′ piove sul bagnato per la Nocerina che perde Sorgente per infortunio: entra Petito. Più Nocerina che Cassino nella prima frazione, seppur i rossoneri si rendono pericolosi solo al 45′ con una punizione di Petito parata da Del Giudice. 

Nei secondi 45 minuti parte decisamente meglio i rossoneri che al 51′ colpiscono una clamorosa traversa con Petito sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Cinque minuti dopo, il meritato vantaggio molosso: contropiede di Petito il quale lancia Diakitè che a tu per tu non può sbagliare. I laziali reagiscono solamente al 26′: Picascia crossa dalla sinistra per Giglio che da pochi passa fortunatamente per la Nocerina incespica. Tre minuti dopo, però, il pari del Cassino: su un calcio d’angolo arriva il pari di Lucchese che approfitta di una dormita della difesa. I rossoneri avrebbero la chance di riportarsi in vantaggio ma all’80’ spreca con Dammacco davanti alla porta. Nei quattro minuti di recupero concessi dal direttore di gara non accade in pratica più nulla e finisce 2-2. I rossoneri non approfittano dei passi falsi delle big