post

La Nocerina, dopo un brutto primo tempo, riacciuffa nel finale l’Insieme Formia con una doppietta di Dammacco

Nell’anticipo della ventottesima giornata del girone g tante emozioni tra Nocerina ed Insieme Formia che si dividono la posta in palio: nel primo tempo sono i laziali a prevalere con un uno – duo micidiale realizzato dalla coppia di attacco Camilli – Gomez; nella ripresa sono i molossi ad esercitare un forte pressing sui laziali e ad agguantare il pareggio negli ultimi quindici minuti con una doppietta di Gaetano Dammacco. 

Mister Cavallaro schiera Volzone tra i pali, Rizzo, Morero e Donida in difesa, Petito, Donnarumma, Saporito, Vecchione e Dammacco a centrocampo con il duo di attacco Diakite – El Bakhtaoui.
L’Insieme Formia di mister Amato risponde con Trapani tra i pali, Gorzelewski, Ioio e Quirino in difesa, Romano, Chinappi, Fatati, Di Vito e Iorio a centrocampo in appoggio agli attaccanti Gomez – Camilli.

Parte subito forte il Formia che nei primi due minuti con Iorio impegna prima Volzone con un cross pericoloso e poi Morero su punizione che devia in angolo. La Nocerina risponde al 6′ con Dammacco che da terra prova a crossare con Trapani che blocca la sfera; al 12′ è Di Vito a scendere sulla fascia e ad accentrarsi indisturbato ma il suo tiro termina alto. Dopo una partenza sprint il gioco la gara si riaccende alla mezzora con Camilli che viene anticipato a tu per tu con Volzone da un intervento di Rizzo che chiude in angolo; dopo un minuto Camilli non sbaglia e, su cross di Gomez porta i laziali in vantaggio. I rossoneri provano a reagire ma al 36′ da un’indecisione tra Volzone e Rizzo nasce il gol del raddoppio della squadra di mister Amato con il bomber Gomez che infila i rossoneri per la seconda volta. I rossoneri stentano a reagire con il Formia attento in difesa e pronto a colpire in contropiede; nulla da segnalare se non un presunto rigore su Dammacco in chiusura di primo tempo con il Signor Vacca di Saronno che lascia proseguire.

Nel secondo tempo i rossoneri iniziano con un altro piglio la gara, caricati probabilmente da mister Cavallaro negli spogliatoi, infatti al 46′ è El Bakhtaoui a rendersi pericoloso, dopo aver dribblato quattro avversari, ma la sfera termina a lato. Dopo due minuti è bravo Trapani a negare la gioia del gol a El Bakhtaoui prima e Petito poi, mentre al 52′ viene annullata una rete a Diakite per fuorigioco. Al 60′ continua il monologo rossonero con Rizzo che calcia verso la porta di Trapani che blocca senza problemi; dopo un minuto l’arbitro Vacca non ravvisa un fallo di mano di un difensore laziale in area di rigore. 
Dopo le consuete girandole di cambi da entrambe le parti al 74′ è Diakite a mancare una ghiotta occasione sotto porta su azione d’angolo mandando la sfera al lato; il Formia risponde con Chinappi su punizione che colpisce il palo. Dopo il possibile colpo del ko fallito da Chinappi, i rossoneri riaprono la gara con un calcio di rigore concesso per fallo di mano in area laziale: Dammacco prima si fa parare il tiro da Trapani per poi ribadire in rete.
Finale di gara al cardiopalma con i molossi che tentano il tutto per tutto e trovano il gol del pareggio ancora con Gaetano Dammacco bravo a ribadire in rete una corta respinta del portiere laziale Trapani.

La Nocerina con questo pareggio si porta momentaneamente a quota in quarta posizione superando il Savoia di un punto, mentre l’Insieme Formia resta indietro di sei punti; nella prossima gara i rossoneri di Cavallaro affronteranno l’Arzachena in terra sarda, invischiata in piena zona playout.