post

Ipotesi Green Pass nei dilettanti per sostituire i costosi tamponi?

Ipotesi Green pass per la prossima stagione nei dilettanti

Dal sito notiziariocalcio

Il costo dei tamponi nella scorsa stagione ha inciso notevolmente sui bilanci delle società dilettantistiche, già messi a dura prova dall’assenza del pubblico agli stadi e quindi dagli incassi “da botteghino”. Prendiamo l’Eccellenza: il mini-campionato che si è concluso da poche settimane ha da un lato riportato entusiasmo, ma dall’altro fatto emergere le criticità legate proprio ai costi dei tamponi e all’organizzazione della campagna di screening. In media una società dovrà, restando così le cose, sostenere una spesa mensile che oscilla fra i 2000 ed i 3000 euro per test anti-Covid, personale infermieristico ed acquisto delle varie strumentazioni.

L’idea è quella di un specie di Green Pass, come quello che viene rilasciato oggi per poter, ad esempio, viaggiare. Si attende a breve il nuovo protocollo, come sottolinea oggi Il Giornale di Vicenza, per il calcio dilettantistico che verrà stilato su indicazione del Comitato Tecnico Scientifico. Per aggirare il problema dei tamponi e fare un decisivo passo in avanti sono in tanti a chiedere, per l’appunto, un lasciapassare per poter effettuare attività sportiva di tipo agonistico. Anche in questo caso, però, i numeri ed il tempo scarseggiano: sono pochi i giovani che stanno aderendo alla campagna vaccinale e sono poche le settimane a disposizione per poter predisporre un percorso del genere. La volontà di ripartire c’è, la consapevolezza che non sarà facile anche. Un Green Pass però azzererebbe la spesa dei tamponi e agevolerebbe notevolmente lo svolgersi dell’attività.