post

Lettera a cuore aperto di un tifoso molosso

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un tifoso molosso

La Nocerina ha vissuto due settimane difficili: la sconfitta bruciante in casa contro il Cerignola e il disastro umiliante per i colori rossoneri contro il Fasano. In questa lettera alla dirigenza della Nocerina, al tecnico e ai giocatori si ricorda la loro la responsabilità di onorare sempre i colori che indossano.

Se sapeste voi, quello che significa per noi tifosi la giornata d’ieri e la sconfitta umiliante (ma tanto a voi cosa interessa di ciò) per chi ama davvero la Nocerina, per coloro che si recano da più di quaranta anni allo stadio pagando sempre il biglietto che ha permesso a voi di vestire la maglia rossonera o che permetterà in futuro di vestirla.

“E’ stato un giorno triste per chi ama la Nocerina”  ha detto una persona che stimo… Confermo, ribadisco e sottoscrivo le sue parole: è stato un giorno triste per chi ama la Nocerina. Solo chi non ama la Nocerina può dirsi felice per questo scempio di questi fallimenti.
Il mio messaggio lo voglio però mandare a voi presidente, allenatore e calciatori.
Ai calciatori dico che avete la fortuna di fare il mestiere più bello del mondo indossando la maglia più gloriosa che esista. Se sapeste voi cosa significa per noi la maglia che indossate voi, se solo aveste provato a sentire scorrere nelle vostre vene quello che sentiamo noi quando vediamo quei colori vi assicuro che lottereste su ogni pallone mordendo le caviglie agli avversari, onorando con rabbia e sudore la gloriosa e storica maglia che indossate.
Al presidente assicuro che rispetterebbe di più ai tifosi non imponendo il silenzio stampa alla squadra dopo ogni sconfitta o non assurgendo sui giornali per vertenze o squalifiche dopo i casi pietosi del Cura Italia o quietanze non  veritiere. Avreste potuto essere ricordato dai tifosi non come il peggior presidente della storia rossonera ma il vostro atteggiamento ha impedito ciò.
All’allenatore vorrei sapere se è vero che ama la Nocerina come ha più volte dichiarato… se fosse vero ciò oggi rassegnerebbe le proprie dimissioni in quanto nelle ultime quattro partite è riuscito a racimolare solo un punto; oltre che il comportamento dei propri calciatori e di tutta la squadra  con il Fasano è stato irriguardoso verso noi tifosi.

Noi tifosi non siamo altro che adulti che hanno saputo mantenere vivo dentro di loro il sogno di ogni bambino: scendere in campo indossando la maglia che amiamo, perché diciamocelo non c è età che tenga e che cancelli il nostro sogno. Anche se i nostri capelli si tingono ormai di grigio, i nostri sogni restano più vivi e colorati che mai e ancora oggi ci capita di svegliarci di soprassalto mentre sogniamo di aver gonfiato la rete sotto la curva dei tifosi rossoneri.
E voi calciatori?… voi ragazzi che avete la fortuna di poter vivere queste emozioni, voi dovete sapere che siete gli attori che possono dar vita ai nostri sogni. Da voi dipendono le nostre vittorie e le nostre sconfitte, da voi dipendono le nostre lacrime e i nostri sorrisi, perché se voi vincete regalate le vittorie a noi, ma se voi perdete noi perdiamo con voi.

A voi io chiedo solo di lottare per non spegnere i nostri sogni. A Fasano ci avete delusi, umiliati e dimostrato che non vi interessa della Nocerina. La nostra storia è fatta di sofferenza grazie alla quale abbiamo conquistato la gloria e scritto la storia. La maglia che indossate è nostra ed è intrisa della nostra sofferenza e della nostra passione, e ora sta a voi dimostrare di essere uomini e di aver a cuore la nostra storia e i nostri sogni.

Nessun tifoso della Nocerina ha mai abbandonato la nostra maglia rossonera perché non abbandoniamo la maglia nelle difficoltà, sarebbe come tradire la nostra amata o girare le spalle ad un amico che chiede una mano. I tifosi della Nocerina  torneranno  se vedranno il vostro sudore vi sosterranno. Solo grinta, rabbia e sudore. Ma ora vi chiediamo di non indossare mai più la gloriosa maglia rossonera perché avete dimostrato che non vi interessano questi colori.

Presidente, allenatore e calciatori avete dimostrato che non vi interessano i colori rossoneri, non avete accettato alcuna critica anzi avete sfidato i tifosi della Nocerina considerandoli dei nemici. Ora è giunto il momento di andare via da Nocera e di lasciare questi gloriosi colori.

Ai calciatori che rimarranno non vi stiamo chiedendo di vincere ma solo di lottare, combattere e sudare per farci ricominciare a sognare. Se ci darete questo ci avrete dato tutto quello che vi chiediamo, perché siamo la Nocerina: si può perdere e anche retrocedere ma solo dopo aver dato tutto.
Se sapeste voi quello che significa per noi tifosi la maglia con cui avete l’onore di vivere la onorereste con corsa, sudore e voglia di vincere!