post

Torquato a Telenuova: “E’ arrivata ieri l’e-mail di Giancarlo Natale. L’interlocuzione debbono averla con la Nocerina, posso fare un appello alle parti di ragionare tra loro”

L’emittente locale Telenuova, che ieri è stata tra le prime a lanciare la notizia di questa pec arrivata al Comune dell’imprenditore italoamericano Giancarlo Natale, ha intervistato il sindaco di Nocera Inferiore Manlio Torquato per avere qualche dettaglio in più su questa vicenda

Sulla e-mail arrivata al comune dall’imprenditore Giancarlo Natale

“Su questa cosa si è innestata anche una notizia data  la geografia di provenienza, parliamo degli Stati Uniti D’America. Ha destato scalpore, attenzione e curiosità. Questa comunicazione mi è pervenuta via e-mail e l’ufficio di segreteria me l’ha trasferita nella giornata di ieri ma mi era stato anticipato che sarebbe avvenuta. E’ una nota del signor Giancarlo Natale che dichiara di essere un uomo d’affari italoamericani a Boston, che dichiara di essere interessato all’acquisto della Nocerina Calcio e che indica nella persona di tale signor Nunzio Grasso il suo rappresentante in Italia per le successive comunicazioni e attività societarie. Però poi riferisce una notizia che non è esatta o che evidentemente non gli è stata riferita in modo corretta, cioè che il titolo della Nocerina Calcio fosse nelle mani del comune, no. Il comune non ha il titolo della società che è invece nelle mani del presidente dell’attuale società, quindi l’interlocuzione loro debbano averla, se sono realmente interessati alle condizioni che ogni imprenditore valuta a rilevare la Nocerina Calcio e se l’attuale gestione societaria è interessata a cederla o a venderla, a quali condizioni non lo sappiamo, devono interloquire tra imprenditori per l’acquisto. Io ovviamente sono disponibile a parlare come istituzione, come è corretto che sia, per chiunque voglio presentarsi non ho alcun problema di questo tipo. Posso fare un appello alle parti a ragionare tra di loro come è corretto che avvenga in vicende privatistiche e d’impresa. Ho ovviamente un occhio d’attenzione, in quanto amministrazione comunale, alle vicende sportive della città ma noi non siamo i titolari della squadra, non abbiamo ricevuto il titolo, il presidente della società lo detiene attualmente. 

Se ha fatto qualche verifica sulla veridicità di questa e mail 
“Non debbo fare delle investigazioni né sono in una fase nella quale debbo gestire una titolarità di una società per mettermi a fare delle verifiche, tra l’altro non avrei neanche il tempo e non è neanche il caso. Se si tratta di imprenditori seri e realmente interessati all’acquisto, potranno contattare il presidente della società e vedere a quali condizioni possono eventualmente chiudere questa partita. Diversamente sono scelte che riguardano appunto imprenditori di società sportive o aspiranti imprenditori. Non è un tirarsi fuori ma semplicemente è un dato oggettivo che dobbiamo chiarire con certezza perché a loro era stato riferito altro e non era il comune ad essere titolare della squadra. Aggiungo anche che, in ogni caso, noi possiamo fare un appello di valutazione ponderato e serio alla gestione futura della società per chi vorrebbe acquisirla o eventualmente a cederla perché deve sempre esserci uno che deve dire di non essere più interessata, di non volerla gestire più o cederla a certe condizioni economiche, perché parliamo di un’impresa sportiva”.