post

ULTIMA ORA: Nocerina, trattativa quasi certamente saltata. Maiorino non vuole vendere

Nell’ultimo mese l’attenzione dei tifosi rossoneri è stata rivolta al tentativo di acquistare la Nocerina da parte di una cordata di americani capitanati dal buisnessman Giancarlo Natale. Questi imprenditori, però, si sono dovuti scontrare nella decisa volontà da parte di Paolo Maiorino di non agevolare la cessione della stessa e quindi di non voler fornire tutta la documentazione occorrente per potere formulare una proposta di acquisto.
Dopo un mese di trattativa, il presidente non ha mai fornito agli americani quanto richiesto nonostante gli incontri e i contatti che ci sono stati spesso e volentieri tra le parti.
Abbiamo più volte ribadito di quanto questo comportamento appaia incomprensibile in quanto il club è falcidiato da continue vertenze economiche, un forte indebitamento, squalifiche del presidente Maiorino per comportamenti antigiuridici (come il non tesseramento di allenatori oppure il caso “Cura Italia”) , deferimenti dello stesso patron alla giustizia penale per un possibile reato da parte della giustizia sportiva e dulcis in fundo lo sciopero che c’è stato qualche giorno fa da parte dei calciatori per i mancati pagamenti degli stipendi.
GLI ULTIMISSIMI SVILUPPI
Sicuramente la cessione della Nocerina sembrava l’unica speranza per non continuare ad affrontare tutte queste difficoltà che vi abbiamo elencato poco fa, ma Maiorno non vuol cedere e ovviamente, come è normale che sia, gli americani all’ennesimo non potranno fare altro che defilarsi. Da indiscrezioni raccolte dalla nostra redazione, salvo stravolgimenti improvvisi, la speranza di vedere una Nocerina a stelle e strisce sono pochissime.
Non ci resta altro che assistere a questa lenta agonia che porterà a scrivere un’ ulteriore pagina nera di questa attuale gestione rossonera.