post

Dibenedetto a NL: “Nocerina? Il cambio d’allenatore può dare la scossa. Speriamo di fare risultato”

 

In vista della gara fra Nocerina-Team Altamura abbiamo intervistato mister Leo Dibenedetto il tecnico della squadra pugliese che ci ha fatto una breve disamina della gara che si giocherà questo pomeriggio allo “Stadio San Francesco D’Assisi”

Mister come sta preparando questa partita?
“Questa è una partita importante per noi anche perché dobbiamo racimolare quei punti che ci mantengono lontani dalla zona play out, sappiamo di dover affrontare una corazzata che fa un bel calcio e ha dimostrato di avere una squadra di tutto rispetto”.

Il cambio allenatore può dare una scossa all’ambiente Nocerina?
“Io non so quali siano le aspettative che si è posta la società, però devo dire che la Nocerina di Cavallaro ha dimostrato di saper giocare a calcio. Ovviamente questo cambio può dare quella scossa che serve alla squadra per raggiungere quello che è il loro obiettivo ovvero i punti per ottenere la certezza matematica della zona play off”.

Mister il Team Altamura che viene da due sconfitte consecutive da cosa è stato dovuto questo calo?
“Sono due sconfitte che hanno due motivazioni diverse a Fasano ci hanno condannato molti episodi a sfavore, oltretutto abbiamo avuto delle ammonizioni importante che ci ha portato molti diffidati nella partita contro il Molfetta. Sappiamo che dobbiamo migliorare per evitare di perder punti”.

Cosa si aspetta in queste ultime giornate?
“Mi aspetto di dover raggiungere al più presto il nostro obiettivo di inizio stagione. In queste ultime quattro giornate cercheremo di accumulare più punti possibile e mi auguro già da domani di portare a casa un risultato positivo”.

Mister cosa pensa dell’avvento di Sannino a Nocera per la prossima stagione?
“Stiamo parlando di un’allenatore di altre categorie, un allenatore di spessore e questo dimostra che la società sta programmando in grande la prossima stagione”.

Mister giocare al San Francesco può essere una spinta in più?
“Sappiamo quanto è difficile giocare al San Francesco soprattutto per quanto riguarda la carica che da il pubblico alla squadra che come sempre si dimostra il dodicesimo uomo in campo.”