post

La nostra idea di Accademia Nocerina

La Nocerina ha annunciato l’inizio dei provini per visionare dei calciatori che faranno nacere ufficialmente l’Accademia rossonera targata a stelle e strisce.
Ecco la nostra idea di Accademia della Nocerina di come dovrà essere strutturata secondo dei parametri ben stabiliti fin nei minimi particolari.

La speranza è che a partire dalla stagione 2022/23 il nuovo assetto del settore giovanile rossonero si possa strutturare in due aree che faranno riferimento ad altrettanti soggetti giuridici: l’Accademia Calcio Nocerina, che curerà l’attività di base, e la ASD Nocerina Calcio 1910 che ingloberà la prima squadra e le squadre selezionate spero fino alla categoria Under 13.

L’accademia Calcio Nocerina deve e dovrà nascere con l’obiettivo di rappresentare un vivaio di piccoli calciatori al servizio della ASD Nocerina Calcio 1910 e formare in particolar modo i bambini di prima fascia (da sei ai dodici anni), prevedendo per loro un percorso di crescita all’interno di un progetto aperto che intende però coinvolgere altre realtà a partire dalla città di Nocera per arrivare alle scuole calcio del comprensorio, della provincia, della regione nonché fuori regione.

L’accademia dovrà avere la sua sede principale presso un centro sportivo, quindi sarebbe importante se la dirigenza rossonera decida già di attivarsi per la costruzione e la nascita della  sede di un centro sportivo, senza la quale non si potrà affrontare un serio discorso per la costituzione di un Accademy, e tale struttura dovrà essere usata per l’addestramento dei piccoli calciatori fino alla categoria Under 12, ma dovrà avere anche sedi distaccate presso altre realtà che, oltre a condividere il progetto e le linee guida, rappresenteranno uno sbocco per quei calciatori non selezionati che potranno cosi completare il loro percorso in campionati qualificati fino alle categorie Under 14 e 15.

L’accademia speriamo che sarà curata da un direttore generale nominato dalla Nocerina e che dovrà operare con lo scopo di curare l’addestramento dei piccoli calciatori, al fine di individuare e far crescere i giovani talenti che possano poi andare a far parte dei gruppi selezionati, con l’auspicio e l’obiettivo a medio termine di portare in prima squadra almeno un giocatore in ogni stagione sportiva. Allo stesso tempo l’Accademia non dovrà essere un ostacolo per il percorso di quelle società, in particolare all’interno del territorio comunale, che hanno una particolare attenzione al sociale e che saranno una risorsa preziosa per permettere per permettere di continuare a giocare a tutti quei ragazzi che non troveranno spazio all’interno dei gruppi selezionati dall’Accademia e, successivamente, della Nocerina.

Inoltre non è da sottovalutare la possibilità che ha l’Accademia di intraprendere un percorso di collaborazione con la Nocerina, e potranno farlo scegliendo tra due opzioni: trasformarsi in una sede distaccata dell’Accademia oppure diventando una società affiliata. La prima può rappresentare una forma di partnership più qualificata e sarà accessibile alle società che abbiano ricevuto il riconoscimento di “Scuola Calcio d’Elite”. La sede distaccata deve essere caratterizzata per la condivisione con l’Accademia Calcio Nocerina delle linee guida nella formazione dei giovani calciatori che specie per le categorie Primi Calci e Pulcini, prevederà un percorso didattico comune stabilito in appositi incontri all’inizio di ogni stagione sportiva.

All’interno di ogni sede distaccata dell’Accademia dovranno essere individuati i giovani calciatori che verranno ritenuti idonei a far parte, nella stagione successiva, dei gruppi selezionati. In questo modo la sede distaccata dovrà garantire alla Nocerina un diritto di prelazione su tutti i tesserati del proprio settore giovanile. Alla fine di rafforzare il sentimento di appartenenza e identificazione, tutti i tesserati delle sedi distaccati fino all’ultimo anno di Pulcini dovranno vestire i colori rossoneri.

In effetti questa mia idea di scuola calcio reputo che sia l’unica possibilità per un progetto serio di strutturazione di un settore giovanile che possa coadiuvare l’attività sportiva della prima squadra.