• Sab. Lug 20th, 2024

DI BARI: “Dobbiamo incontrarci con Albanese per chiudere la trattativa, ma non solo. Vogliamo sempre più gente allo stadio”

Durante la trasmissione de “La Nocerina Siamo Noi” in diretta ogni lunedì dalle 21 alle 22 sulla pagina facebook Nocerina Live, è intervenuto in diretta il direttore sportivo rossonero Riccardo Di Bari per fare un punto della situazione su questa prima parte di stagione della Nocerina e sul calciomercato. Di seguito riportiamo le sue parole 

Direttore, chiuso il girone d’andata al secondo posto in coabitazione con il Bisceglie a quota 34 punti. Soddisfatto?

“Sinceramente analizzando un po’ tutto il cammino c’è il rammarico soprattutto per la prima partita col Madrepietra. Abbiamo fatto dei risultati importanti,la strada è lunga e difficile. Ci sono altre squadre agguerrite che puntano come noi a vincere il campionato”.

Con l’arrivo in panchina di Simonelli la squadra ha ottenuto 6 vittorie e 2 pareggi contro le corazzate Gravina e Bisceglie
“Sono altre due partite giocate bene con buone prestazioni e con buoni risultati. Anche qui probabilmente meritavamo qualcosa in più per quello che avevamo costruito, ma questo ci fan ben sperare perché la squadra sta dimostrando di potersela  giocare contro chiunque. Ci dobbiamo far trovare pronti e prepararci per la prima di ritorno. Abbiamo fatto  dei risultati straordinario. Questa squadra e questa società meritano maggiori attenzione, faccio un appello ai tifosi perché vogliamo vedere lo stadio un po’ più pieno. Chi ha seguito questa squadra sa che possono darci una grossa mano. Dovremmo essere anche noi bravi a portare più gente allo stadio”.

Se l’aspettava il Trastevere al comando della classifica?
“E’ la sorpresa del campionato anche se ha una squadra composta da diversi giocatori che hanno fatto la Lega Pro, però nessuno si aspettava che sarebbero arrivati così in alto. Erano candidati altre squadre per stare al primo posto e quindi bisogna congratularsi con loro. Il campionato è lungo ma possiamo recitare da protagonisti se restiamo con i piedi per terra e con la collaborazione di tutti”.

Il tecnico in conferenza ha detto che mancano un attaccante e un difensore centrale
“Dovrei incontrarmi con Pellegrino Albanese del Taranto che ha risolto il contratto. Ha grande volontà di venire a Nocera ed è molto entusiasta. Vogliamo giocatori che si mettono in discussione e non solo gente blasonata che magari pensa ad altro. E’ un campionato difficile e quindi serve gente che voglia fare bene. Ci ha fatto un’ottima impressione questo ragazzo. In attacco stiamo valutando alcune situazioni e stiamo cercando qualcosa che si possa combinare bene con i nostri attaccanti. Abbiamo un gruppo di ragazzi straordinari ed attaccati a questa maglia. Cerchiamo anche profili giovani ma che hanno già disputato alcuni campionati. Al momento stiamo ancora valutando”.

Potrebbe arrivare anche qualche under?
“Dovremmo completarci con qualche under visto che chi ha giocato poco cercherà di trovare spazio altrove. Vogliamo completare al più presto l’organico. L’under può essere qualcuno svincolato come ci può essere qualche under che rientra da società professionistiche e che possono essere presi”.

A centrocampo la Nocerina è completa?
“Credo che con Rinaldi, Aliperta e Navas che può ricoprire diversi ruoli siamo completi. Abbiamo anche altri giocatori che possono ricoprire quel ruolo come abbiamo visto nella precedente gara. Può essere che prenderemo qualche under, ma solo se qualcuno dei nostri chiederà la cessione”.

Cosa pensa di questo cambio di modulo?
“Credo che era un modulo tecnico che lui prediligeva poiché ritiene che racchiude tutto il resto dei moduli tattici. Quando è arrivato qua intelligentemente ha portato avanti il modulo tattico con cui il calciatore aveva già avuto modo di giocarci per cercare chiaramente di trovare risultati immediati. Poi quando hanno risposto abbastanza bene sul nuovo modulo piano piano il tecnico ha cercato di lavorare per trovare una giusta fisionomia. C’è da dire che sta già lavorando da un bel po’ su questa situazione.  In questa categoria bisogna avere più moduli tattici o inizialmente oppure a partita in corso. Questo te lo richiede la situazione degli under, perché non puoi andare in difficoltà se qualche ragazzo salta per infortunio o squalifica. Perciò bisogna avere più moduli e gli under possono dare la possibilità di variare”.

I tifosi continuano a chiedere di Cavallaro. C’è mai stata una trattativa?
“Non è mai stato contattato perché è un calciatore di categoria superiore che sta giocando al Cosenza. E’ difficilissimo e poi è un calciatore importante per la categoria. Conosco il ragazzo ma non ci ho mai pensato perché è un giocatore professionista ed è un giocatore importantissimo per il Cosenza”.

Tra i tanti calciatori sta facendo molto bene l’under Papini che in diversi ruoli del campo ha sempre disputato gare importanti
“Non ho mai avuto dubbi su Papini perché ha fatto sempre bene in più ruoli diversi. Adesso sta giocando con continuità ma ha dimostrato di essere un ragazzo straordinario e professionista serio che merita questa categoria visto che ci ha già giocato la passata stagione. E’ venuto qui chiaramente come tutti i ragazzi per ritagliarsi uno spazio da titolare, purtroppo ne vanno solo undici di giocatore in campo però ha sempre lavorato anche quando giocava poco o non giocava. Si è dimostrato un vero professionista, ma tutti stanno dando un contributo importante”.

Ciotti resta?
“Abbiamo dato piena disponibilità a qualsiasi calciatore che volesse andare via. Non obblighiamo nessuno  a restare. Anche Ciotti quando è stato chiamato in causa ha dato il suo contributo. Il mercato è ancora aperto perché è vero che noi dai professionisti possiamo prendere in prestito o acquistare qualche calciatore che si svincola, ma la stessa cosa le società professionistiche possono prendere alcuni nostri calciatori”.

I tifosi come regalo vorrebbero la Lega Pro
“Vorrei andare in Lega Pro prima dei tifosi, così come i calciatori, tecnici e società.Credo che Nocera città e tifosi merita altre categorie perché hanno una storia vera e perciò dicevo  che questa società e squadra credo meriti più attenzione. Nocera sportiva e tifosi meritano grandi campionati”.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *