• Lun. Lug 15th, 2024

L’ultimo innesto della Nocerina risponde al nome di Tomás Andrés Grandis, roccioso mediano 29enne nativo di Oliva e di nazionalità italo-argentina che nell’ultimo anno si è laureato campione della Serie D con il Campobasso.

LA CARRIERA TRA ARGENTINA ED EUROPA

Tomás Grandis, nativo della città di Oliva inizia lì il suo percorso calcistico giovanile ma nella stagione 2012/13 si trasferirà nella città di Cordoba per muovere i suoi primi passi nelle giovanili del Tallares, club in cui però non esordirà mai perché nella stagione 2016/2017 approda nel Vecchio Continente, precisamente in Svezia, per esordire tra i grandi con la squadra svedese Västerås SK.
Nelle stagioni successive il centrocampista ritornerà nella sua Argentina prima di viaggiare nel 2018/2019 verso il calcio che conta scegliendo questa volta l’Italia e ad accoglierlo ci sarà la Serie D.

L’APPRODO IN ITALIA


In questa stagione, e in quella successiva, Tomás in forza al Francavilla inizierà a mostrare tutto il suo valore con ben 58 presenze condite da 2 gol e 2 assist.
Nella stagione 2021/2022 Tomás decide di lasciare l’Abruzzo e trasferirsi in Puglia alla Virtus Matino con cui disputerà 17 partite.
La stagione successiva invece si unisce al Vastogirardi giocando 34 partite. La stagione 2023/24 comincia per lui in provincia di Padova dove vestirà per 16 volte la maglia della Luparense prima di unirsi, nel dicembre 2023 alla corazzata Campobasso; questi mesi risultano i migliori della carriera del grintoso mediano che nonostante le sue caratteristiche difensive mette a segno ben 6 reti (e 2 assist) in 25 presenze con la maglia del Campobasso.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Dal punto di vista tecnico tattico si tratta del classico mediano recupera palloni che fa comodo ad ogni allenatore.
Grandis però possiede anche grande duttilità e intelligenza calcistica e quella tecnica necessaria per interpretare al meglio il ruolo di schermo e primo regista davanti alla difesa. Fattore da non sottovalutare é l’esperienza acquisita negli anni, caratteristica sempre fondamentale nella costruzione di una squadra.

Valerio Sellitti