• Dom. Mag 26th, 2024

Importante vittoria per gli Allievi Fascia B, che oggi al comunale di Piedimonte, hanno dilagato contro i pari età dell’Alfaterna, segnando ben cinque reti.
I molossini, guidati oggi da mister Pietro Matafora, hanno subito sbloccato il match col rigore realizzato da Di Somma, in tutto il primo tempo sono riusciti a tenere a bada le offensive degli avversari.
Il secondo tempo inizia con l’espulsione del portiere alfaterno per aver spintonato un avversario, sarà solo la prima di quattro espulsioni comminate dal direttore di gara.
A metà ripresa è proprio l’arbitro a rendersi protagonista, concedendo ai molossini un rigore alquanto generoso, trasformato dal solito Di Somma, poi prima ammonisce e, dopo cinque minuti, espelle un difensore dell’Alfaterna.
Passano solo pochi minuti ed un tiro-cross di Cavallaro sorprende il subentrante portiere, finendo in rete.
In un finale di gara assai confuso, Paciello trova la rete del 4-0 e poi ancora una volta l’arbitro concede un calcio di rigore per un tocco di mani in area, mostrando il rosso ad altri due ragazzi dell’Alfaterna, dal dischetto Di Somma fa tripletta, concludendo la partita.
Vittoria dunque importante per i molossini che non solo vincono il derby, ma restano saldi nelle zone alte del loro girone.

Da segnale nel finale, qualche screzio nei confronti dell’arbitro, a fronte di un arbitraggio ritenuto alquanto dubbio.

Mariano Rocco

Nato il 23 Ottobre del 1997, studia Storia presso il dipartimento di Studi Umanistici dell'Università degli Studi di Napoli "Federico II". Da Settembre 2015 parte della redazione di Nocerina Live. prima come semplice redattore, poi come voce delle radiocronache della Nocerina e volto di Nocerinissima insieme a Giuseppe Di Lauro, Marco Balestrino e Nello Marmo, con quest'ultimo ha spesso condiviso i commenti delle gare. Nel 2016 e nel 2017 ha condotto il notiziario di Nocerina Live. Dal 2019 al 2022, ha ripreso regolarmente insieme a Francesco Aufiero e Francesco Croce a raccontare le gesta della Nocerina tramite le radiocronache.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *