• Dom. Giu 23rd, 2024

Caso Alessandro Erra, otto anni di daspo a tifoso della Cavese

Nocerina Erra

come riportato dal sito di OttoPagine

Cava de’ Tirreni.  

La Polizia di Stato ha identificato l’ultras della Cavese che, lo scorso 19 febbraio, aggredì l’allenatore della Nocerina, Alessandro Erra su un’area di servizio. Il Questore di Foggia ha disposto nei suoi confronti un Daspo di 8 anni con obbligo di firma per tre anni.

Il fatto era avvenuto nel comune di Cerignola, in provincia di Foggia, dove si incontrarono tifosi della Cavese e squadra della Nocerina. Le indagini sono state effettuate dalla Digos della Questura di Foggia e Salerno insieme ai poliziotti di Cerignola, Cava de’ Tirreni e Nocera Inferiore. La Nocerina, di rientro in pullman dalla trasferta di Brindisi, effettuò una sosta sull’area di servizio Ofanto Nord dove, in contemporanea, arrivarono 4 pullman di tifosi della Cavese che avevano seguito la squadra a Fasano. Durante l’incrocio tra squadra della Nocerina e i tifosi della Cavese alcuni supporters metelliani assumevano atteggiamenti provocatori nei confronti dei giocatori e della dirigenza della squadra nocerina, sfociati in un pugno sferrato da un supporter cavese all’allenatore Alessandro Erra. 

Le prime indagini compiute dalla Polizia di Stato hanno permesso di identificare di un ultras cavese cui è stato irrogato provvedimento di Daspo da parte del Questore di Foggia della durata di 8 anni con obbligo di firma per 3 anni. Sono in corso ulteriori approfondimenti investigativi finalizzati alla identificazione di altri individui che avrebbero partecipato alle turbative avvenute all’interno dell’area di sosta “Ofanto Nord”.