• Mer. Giu 12th, 2024

Dal 1° luglio defibrillatori obbligatori anche per le società sportive dilettantistiche

Grazie all’impegno della Fondazione Fioravante Polito ed in primis del Presidente Davide Polito, del responsabile degli eventi Franco Tamigi e del coordinatore dello staff medico della fondazione Michele Tamigi, nella giornata di ieri è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n.149, il decreto del ministro della Salute Beatrice Lorenzin e del ministro dello Sport Luca Lotti che introduce l’obbligo per le società sportive dilettantistiche, a partire dal 1° luglio, di avere a disposizione il defibrillatore semiautomatico e le condizioni per il suo utilizzo.

Si è mostrato soddisfatto il responsabile degli eventi della Fondazione Polito, nonché responsabile marketing della Nocerina Franco Tamigi che ha dichiarato:
“La salute è la cosa più importante di tutto e per questo abbiamo preso provvedimenti per far introdurre i defibrillatori anche per le società dilettantistiche; i ragazzi devono essere tutelati e controllati sempre, anche prima degli allenamenti “

Una battaglia vinta e dedicata ad Andrea Fortunato calciatore della Juventus venuto a mancare a causa della leucemia a soli 24 anni, Piermario Morosini calciatore del Livorno deceduto in campo per arresto cardiaco e Flavio Falzetti che dopo aver appeso le scarpe al chiodo aveva intrapreso la carriera da Direttore Sportivo per poi essere colpito dal cancro con cui ha lottato per 15 anni.

La prossima battaglia da vincere sarà quella che riguarda l’introduzione del Passaporto Ematico per i calciatori della Lega Pro, con la quale il 14 marzo di quest’anno è stato firmato un protocollo di intesa per il controllo medico – ematico degli atleti; a far da pilota a questa nuova iniziativa è stata la Juve Stabia dalla prima squadra al settore giovanile.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *