• Sab. Giu 22nd, 2024

 Ecco le avversarie della Nocerina in serie D girone G

La Nocerina è stata inserita dalla Lega Nazionale Dilettanti nel girone G di serie D. Da quante squadre di diverse regioni saranno presenti nel girone G di serie D 2023/2024? Cominciamo  subito con le quattro sarde, e proseguendo poi con le nove laziali e infine le cinque campane

Chi sarà il successore del Sorrento, vincitrice del giorne G di serie D 2022-2023? Proviamo ad analizzare insieme le favorite, le possibili sorprese e le curiosità di questo difficile girone G.

Anzio, Ardea, Atletico Uri, Boreale, Budoni, Cassino, Cavese, Cos Sarrabus Ogliastra, Cynthialbalonga, Flaminia Civitacastellana, Gladiator, Ischia, Nocerina, Ostia Mare, Romana, San Marzano, Sassari Lattedolce, Trastevere. Queste sono le venti squadre che si daranno battaglia nel girone G di serie D, chi alla ricerca della promozione nella serie C, chi alla ricerca del mantenimento della categoria. E’ molto difficile delinare chi è la vincitrice di questo ragruppamendo del massimo campionato dilettantistico ma è sicuro che sono tutte squadre di grande valore tecnico e ambiziose.

Cominciamo ad analizzare le laziali e lo faremo in ordine alfabetico. La prima squadra da analizzare è l’Anzio. I biancoblu quest’anno festeggeranno il centennario della fondazione della società . La formazione laziale è reduce dalla promozione ottenuta dopo aver concluso al primo posto lo scorso campionato di Eccellenza laziale. La neo promossa ha sicuramente rinforzato la propria rosa con gli acquisti del difensore centrale Sirignano, il centrocampista centrale Mincione che ha militato in passato anche nella Nocerina e il centravanti Flores Heatley ex Roma City .

L’Ardea è stata fondata nel 2005 nel quartiere Nuova Florida di Ardea. La società ha provveduto a ristrutturare il vecchi centro sportivo “Marco Mazzucchi” e a organizzare una scuola calcio a dimostrazione della lungimiranza e della serietà del progetto. Ricordiamo che l’Ardea quest’anno partirà con due punti di penalizzazione. In questa stagione agonistica hanno acquistato il difensore centrale Bruno ex calciatore della Nocerina, il giovane mediano Falilò dal Tivoli e il centravanti Vianni dal Piacenza.  

L’Atletico Uri ospita le proprie avversarie nell’impianto di erba sintetica, di circa cinquecento spettatori, al “Ninetto Martinez” di Uri, nella provincia di Sassari.  Al terzo anno consecutivo, l’Atletico Uri spera di migliorare le precedenti posizioni in classifica degli anni precedenti. Nei precedenti due Campionati si è classificatain quattordicesima posizione, con un leggero miglioramento a livello di punteggio dato confermato dal passivo della differenza reti.  Per entrambe le stagioni, il club ha espugnato l’ostico spareggio play-out ai supplementari mediante altrettanti pareggi (lo 0-0 con l’Insieme Formia del 2021-22; il 2-2 con l’Ilvamaddalena del 2022-23). La costante del club sardo resta Massimiliano Paba, tecnico capace di rendere concreta la salvezza in Campionato dei propri ragazzi per due stagioni di seguito. La società giallo-rossa può contare su un settore giovanile femminile importante. La squadra sarda fa affidamento su un blocco di calciatori che giocano insieme da tantissimi anni.

Il Boreale giocherà quest’anno nel massimo campionato dilettantistico dopo aver disputato il campionato di Eccellenza nell’ultima stagione agonistica. Sicuramente i bianco-viola hanno effettuato un calciomercato per competere in questo ragruppamento con le altre squadre rinforzandosi con il difensore centrale Pasquire ex del Cerignola, il centrocampista centrale Canestrelli ex del Vis Artena e la punta centrale Cesaretti ex calciatore della Paganese e della Cavese.

Il Budoni è stato protagonista di una promozione in serie D, malgrado un secondo posto in campionato, dovuta alla vittoria ai play-off nazionali.  Per quanto riguarda la rosa della stagione in corso a disposizione di Mister Raffaele Cerbone: tanti giovani interessanti, non a caso un’età media bassa per i normali standard (24 anni circa), di cui alcuni provenienti da prestiti da settori giovanili rilevanti. Infatti la formazione sarda si è rinforzata con il difensore centrale Barbetta dal Sassuolo, il centrocampista centrale Occhioni dall’Olbia e la punta El Hadji dal Canicattì

Il Cassino è una delle squadre laziali che ha sempre avuto un vivaio florido con calciatori che hanno calcato anche i campi della massima serie calcistica come Domenico Di Carlo e Angelo Ogbonna. In questa stagione la formazione azzurra si è rinforzata acquistando il difensore centrale Mileto dalla Palmese, il centrocampista centrale Mele dal Gladiator e l’ala sinistra Tortolano dal Latina.

La Cavese è una delle favorite alla vittoria del campionato alla luce dei risultati dell’anno passato e dei movimenti del mercato estivo. I metelliani sono reduci da una stagione di grandissimo spessore, in cui si sono dovuti arrendere solamente allo spareggio con il Brindisi. L’ossatura della squadra è stata mantenuta  e gli acquisti sono stati tutti ben  mirati tra cui spiccano il difensore centrale Troest ex calciatore della Juve Stabia, i due centrocampisti centrali Urso ex Vicenza e Antonelli ex Fiorenzuola e le due punte Felleca ex Brindisi e Piovaccari ex Giugliano.

La COS Sarrabus-Ogliastra è il tentativo del patron Marco Nibbio di unire due popoli differenti mediante un’unica società la quale possa elevare la tradizione e i costumi della zona.  Il club disputa le proprie partite casalinghe nell’impianto sportivo Comunale ‘’Is Arranas’’ di Tertenia, nella provincia di Nuoro.  Il tecnico Francesco Loi siederà sulla panchina gialloblù per il quinto anno di seguito. Incarico onorato col massimo impegno considerando come i suoi ragazzi mantengano la categoria senza troppe difficoltà.  In linea generale, una squadra alquanto offensiva, che segna tanto ma che al tempo stesso subisce, e non poco (seconda peggior difesa nel Campionato 21/22 e quarta peggior difesa nel Campionato 22/23). La formazione sarda di è rinforzata con gli acquisti tra gli altri del difensore centrale Gallo dal Cassino e della punta centrale Gomez dall’Asti.  

La Cynthialbalonga è una società calcistica di Albano Laziale, Castel Gandolfo, Pavona e Genzano di Roma, tutte le località in provincia di Roma, nell’area dei Castelli Romani. La scorsa stagione agonsitica ha terminato classificandosi al quinto posto perdendo la semifinale playoff contro il Fano, sconfitta ai tempi supplementari per due a uno. L’allenatore è Mario Mariotti allenatore alla seconda esperienza sulla panchina romana. Nella sua carriera è stato anche il vice di Sarri all’Arezzo nella stagione 2007-2008. Per quanto riguarda la rosa che ha a disposizione la Cynthialbalonga ci sono alcuni elementi di spicco come i calciatori Sartor, il centrocampista Manca e il portiere Fusco tutti ex Arzachena.  

L’Associazione Sportiva Calcio Flaminia è una società calcistica, con sede a Civita Castellana, in provincia di Viterbo.  Quest’anno la Flaminia Civitacastellana ha iniziato con una sconfitta ai calci di rigore in Coppa Italia contro l’Ardea terminata 1-1 nei tempi regolamentari ma la squadra laziale è stata sconfitta per 5-6. Nella rosa del Flaminia figurano alcuni elementi di spicco come l’attaccante brasiliano Caio De Cenco proveniente dall’Ostiamare, il difensore Matteo Boccaccini e i centrocampisti Tirelli e Benedetti. L’allenatore del Flaminia Civitacastellana è Federico Nofri Onofri in carica dal 2021, prima del Flaminia ha allenato Tiferno, Sangiovannese, Viterbese e Teramo.

 Il Gladiator quest’anno  sta preparando le celebrazioni per il proprio centenario che cadrà nel 2024.  Rispetto alla scorsa stagione il Gladiator ha cambiato faccia sia dal punto di vista tecnico che per quel riguarda i calciatori a disposizione. Non c’è più Teore Grimaldi (passato al Portici) ed al suo posto è stato ingaggiato Luigi Pezzella, classe ’80, giovane profilo per la guida tecnica e nuovamente in sella dopo un periodo di stop in seguito alle avventure con Nola e Altamura. L’obiettivo è sempre quello di ottenere una salvezza tranquilla per la squadra diretta dal ds Gaetano Romano, il quale presenterà ai nastri di partenza del campionato un mix di giovani esperti di categoria e un pacchetto under da lanciare. Antonio Messina sarà il centravanti principe della squadra ma insieme lui c’è anche Ciro Coratella, in difesa i fari sono puntati su Mansi ex cacliatore della Nocerina mentre a centrocampo c’è  Emanuele Spinozzi cresciuto nelle giovanili della Roma. 

La Società Sportiva Ischia Calcio è una delle neo promosse nella massima serie dilettantistica. Nell’anno del centenario, la squadra gialloverde ha conquistato la promozione vincendo il proprio girone di Eccellenza sopravanzando la seconda in classifica (il Casorria) di cinque lunghezze. Il presidente della squadra isolana è una vecchia conoscenza del calcio nazionale e napoletana:  Pino Tagliatela. L’allenatore confermato dalla scorsa stagione agonistica è Enrico Buoncore anche lui un ex calciatore di categorie professionistiche. Tante le riconferme nella rosa che si presenterà ai nastri di partenza del girone G di Serie D ma anche novità importanti. Su tutte, l’arrivo di Nicola Talamo, ex attaccante della Nocerina e del centrocampista Giacomarro anche lui con i molossi nell’ultima stagione agonistica.

Una delle favorite alla vittoria del campionato tra le laziali è sicuramente l’Ostiamare. I   colori sociali dell’Ostiamare sono bianco e viola, ma precedentemente i colori sociali della società romana erano granata. Alla fondazione della società lidense, la maglia da gioco originaria era di color granata con una fascia trasversale bianca, che con l’improvvisa morte del dirigente Giandotti, venne cambiato in viola, in onore del figlio e della squadra “Fulminanti”, di cui lo stesso Giandotti era proprietario. Lo scorso anno, invece la società laziel era stata inserita nel Girone E di Serie D ed ha concluso la stagione regolare al dodicesimo posto in classifica. I calciatori più prestigiosi all’interno della rosa dellìOstiamare sono sicuramenteil difensore Pasqualoni che ha vinto il campionato con il Monterosi, il centrocampista Simone Icardi con un passato in Serie C con numerose squadre e anche in B con il CIttadella e la punta Federico Mencagli ex calciatore del Rimini. L’allenatore dell’Ostiamare quest’anno è Fabrizio Perrotti confermato dalla scorsa stagione. In carriera ha allenato squadre dal calibro di: Vis Artena, Trastevere e San Cesareo. 

La Romana FC, è una società nata dalle ceneri della Lupa Frascati.  Lo scorso anno ha lasciato Frascati per problemi con l’amministrazione ed ha ripiegato sul campo dell’Accademia Calcio Roma, una società romana, e per tali motivi è avvenutoi il cambio di denominazione. Il tecnico è l’esperto Roberto Chiappara, che ha allenato tante squadre laziali. La squadra lo scorso anno dopo un avvio stentato, è riuscita a piazzarsi al quinto posto, che le valse la qualificazione ai play-off. Semifinale play-off persa poi contro la  Paganese con il risultato di tre a due. In rosa la Romana FC può vantare calciatori come Fabio Alagna, attaccante centrale ex Potenza, il difensore Marco Sfanò ex Tivoli e i centrocampista Marco Spinosa ex Ravenna e Davide Macrì ex Pistoiese in passato molto vicino a giocare con la Nocerina.

Il San Marzano è una delle società ambiziosa e dopo aver vinto il girone di Eccellenza nell’ultima stagione agonistica punta ad essere una delle protagoniste anche in questo ragruppamento del massimo campionato dilettantisco. Il presidente Felice Romano è un passionario e punta a campionati professionistici, intanto ha affidato la conduzione tecnica della propria squadra  a Domenico Giampà che nella scorsa stagione ha visto sfumare la promozione con la Paganese perdendo tre a uno  in quel di Tivoli e spalancando le porte del professionismo al Sorrento. Il patron Romano ha rinforzato la propria rosa tra gli altri acquisti con il difensore Errico Altobello e Diego Allegretti entrambi provenienti dalla Cavese. Inoltre c’è da segnalare anche l’attaccante Nicola Ferrari e il centrocampista Vincenzo Favo proveniente dalla Sambenedettese.

Il Sassari Calcio Latte Dolce è la compagine dell’omonimo quartiere della città di Sassari. Nell’ultima stagione agonistica il club del presidente Roberto Fresu ha trionfato nel campionato di Eccellenza. La rosa è allenato da mister Mauro Giorico, il quale dopo aver vinto il campionato nella passata stagione è stato confermato anche in serie D. In particolare sono ben quattordici i reduci ddella stagione vincente dell’anno scorso e pertanto è una precisa scelta della società di puntare sul blocco della scorsa annata. Il capitano è Marco Cabeccia confermato anche per questa stagione cosi come il centrale Marco Rassu. Un calciatore importante all’interno della rosa è sicuramente l’attaccante Luca Scognamillo, autore di ben quindici reti durante la passata stagione, risultando decisivo proprio nella sfida che ha regalato la vittoria del Campionato.

Ultima squadra che compone il ragruppamento di serie D girone G è il Trastevere che è stato fondato nel 1909, inizialmente non vicina al mondo al calcio bensì al ciclismo e al podismo, ottiene l’affiliazione alla FIGC soltanto nell’anno 1925, curiosità: la prima partita dei romani è contro la Lazio terminata in pareggio con il risultato di tre a tre.  Il Trastevere è ben noto per non aver cambiato denominazione negli anni del dominio fascista e durante gli anni della seconda guerra mondiale partecipa ai campionati romani di guerra. La formazione laziale è famosa anche per aver tesserato all’età di nove una leggenda del calcio italiano come Francesco Totti passato nell’anno 1986 alla Lodigiani.  L’allenatore è Franco Cioci confermato dall’anno scorso. Nelle ultime tre annate la formazione capitolina è terminata due volte seconda (una volta nel girone E e un’altra nel girone F) e terza nell’ultima annata appena trascorsa nel girone F.