• Mer. Lug 17th, 2024

Le parole di Simonelli dividono la piazza. C’è chi ci crede e chi resta scettico

Quasi nessuno si aspettava durante la settimana post Nocerina-Nardò delle dichiarazioni così importanti rilasciate sul sito ufficiale da Giovanni Simonelli. Dichiarazioni importanti dove il professore di Saviano è stato molto preciso: “Ho la squadra più forte, in grado di vincere tutte le partite che mancano da qui alla fine. L’obiettivo non è il secondo posto. L’obiettivo resta il primo posto. Se non sarà raggiunto, i responsabili saremo io e i calciatori. Ma sono convinto che questa Nocerina ha le carte in regola per vincere”. Queste parole sono state immediatamente l’argomento del giorno tra i tifosi nei vari social network. Come era prevedibile la tifoseria si è divisa dagli ottimisti ai pessimisti.

COMMENTI POSITIVI
Molti tifosi hanno accolto con positività questo messaggio: “Lasciamolo lavorare e diamogli fiducia. Io C1 credo, dai mister fino alla fine portaci via da questa m****di categoria!” oppure “Fino a quando non manca la matematica certezza Io ci credo. Ti sosterrò e soffrirò. Amo la maglia e i nostri colori, forza molossi sempre”. Tra questi tifosi, alcuni credono che questo sia stato un messaggio per attirare l’attenzione verso di se: “Persona per bene che conosce il mestiere e anche la piazza. Ha voluto accentrare su di se l’attenzione. E’ così difficile aver fiducia e crederci ancora? Forza vecchio cuore rossonero!”. C’è chi invece non se la prende neanche tanto con lui ma con la squadra: “Ma perché si da la colpa a lui? Domenica scorsa il Nardò ha fatto due cross e due gol. La colpa si deve dare a chi dormiva in campo. Due gol fatti senza una marcatura al calciatore che ha segnato, ma ve ne siete resi conto. Poi siamo sempre al secondo posto e non stiamo lottando per la retrocessione. State dietro alla squadra e finiamola di commentare brutte cose. Un grazie alla società che ci sta facendo ancora sognare e Forza Molossi”. 

COMMENTI NEGATIVI
Ovviamente c’è anche l’altra faccia della medaglia. Tanti supporters non hanno accolto con piacere le parole del tecnico. C’è chi chiede a qualcuno di avvisare Simonelli che “il campionato è finito”, chi si rifà alle sue dichiarazioni sulle critiche dei tifosi da salotto: “Ne riparliamo a fine campionato. Firmato i tifoso da salotto” e chi usa il sarcasmo: “per questo abbiamo perso e pareggiato le ultime due partite, meno male che siamo la squadra più forte, altrimenti poveri noi”. Tra gli altri commenti c’è chi crede che forse era meglio non rilasciare questa intervista: “A volte il silenzio è la miglior cosa! Questa uscita se la poteva risparmiare”.

Probabilmente il tecnico è riuscito ad ottenere ciò che voleva: spostare tutta l’attenzione verso di se (alla Mourinho) lasciando così lavorare tranquillamente la propria squadra. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *