• Dom. Giu 23rd, 2024

Un super capitano Garafalo da applausi.

Pagelle Nocerina vs Bitonto

Stagkos 5: conferma il trend negativo delle sue ultime prestazioni confezionando, ahinoi, un assist al bacio per Figliolia che deve solo spingere la palla in rete a porta ormai sguarnita. A Cava e, scongiuri del caso, in un eventuale play out abbiamo bisogno di uno Stagkos diverso e meno impacciato.

Menichino 6,5: tanta buona volontà, una discreta corsa ma poca incisività. Prova più volte a superare Tangorre per servire qualche pallone invitante in area ma spesso si perde nell’ultimo dribbling. Tiene a bada Cadore e chiude bene i tentativi offensivi del Bitonto nella sua zona di campo. Più convinzione e l’assist devisvo potrebbe arrivare alla prossima gara.

Garofalo 8: corre, lotta, attacca, difende, segna e fa segnare. La vittoria passa dal suo sinistro fatato, artefice di una parabola imprendibile prima e di un assist al bacio per Maletic. Che sia da esempio in quanto a determinazione e spirito di sacrificio per i suoi compagni di squadra nel derby al cardiopalma di domenica prossima.

Mansi 6.5: guida con sicurezza e senza strafare la difesa molossa contrastando il mai domo Figliolia e tamponando le scorribande bitontine.

De Marino 6.5: mai in difficoltà sugli avversari, prestazione che palesa sicurezza e ed attenzione costante. Insieme a Mansi è riuscito a contenere gli attacchi avversari nella zona centrale.

Bandiera 6: sulla sua corsia non nascono grattacapi per la difesa molossa complice anche un attacco avversario decisamente pendente sulla fascia laterale opposta. Punge poco in fase offensiva, rispettando, forse, i dettami tattici di mister Erra. Nel complesso una prestazione sufficiente.

Di Palma 6.5: recupera molti palloni nella zona nervalgica del campo anche se spesso non riesce a rilanciare subito l’azione molossa. Sostituito nella ripresa per un ammonizione che consiglia al tecnico rossonero di evitare una pericolosa inferiorità numerica nella fase finale della gara.

Giaconarro 6.5: gara attenta e propositiva quella del centrocampista siciliano che però, talvolta, pecca nel rendere la manovra lenta e prevedibile. Qualche abile cambio di gioca palese le sue indiscutibili doti tecniche ma per ottenere l’agognata salvezza servirà più grinta e garra.

Maletic 7: il regista avanzato dei molossi compie alla perfezione la sua missione insaccando di testa il cross di Garofalo e trasformando, come sempre in maniera impeccabile, il tiro dal dischetto. Il pubblico di casa dovrebbe apprezzare maggiormente il numero 9 che, nonostante non sia un centravanti d’area di rigore, sa giocare a calcio, tiene palla, gioca di sponda e…segna.

Caso Naturale 6: si può dare di più…parafrasando una famosa canzone il Caso nocerino si rende protagonista di una prestazione tendenzialmente incolore, impreziosita, ad onor del vero, dal guizzo che ha consentito a Garafolo di conquistare il prezioso calcio di rigore che ha chiuso il match.

Talamo 6: grinta, determinazione e, purtroppo, nulla più. La tonicità e la condizione fisica non sono delle miglori, e si vede ma il buon Nicola riesce comunque a creare grattacapi alla squadra ospite con una gara tenace e combattiva. La sua esperienza e la sua visione delle porta potrebbero tornarci utili in questo sprint finale. Basini s.v. : due parole però le vogliamo spendere per lo sfortunato biondo centrocampista nocerino che ha sofferto, e ci ha fatto soffrire, per il suo lungo stop forzato. Che sia l’arma in più nei 90 (oppure 180) minuti finali, consentendo alla Nocerina di mantenere la categoria.

Schiavella, Dorato, mancino s. V.

Erra 7: striglia i suoi dopo il gollonzolo subito e, modificando l’assetto della formazione, riesce a trovare la mossa giusta che gli consente di avere la meglio al cospetto della disposizione iniziale bitobitina. Si passa dal 3 5 2 al 3 4 3, evitando così l’uomo contro uomo dei primi 20 minuti che, di fatto, aveva imbrigliato le avanzate molosse. Sarà una settimana impegnativa e dura, più delle precedenti, perché toccherà preparare un derby che può valere una stagione… Forza mister e forza ragazzi, Nocera ed i nocerini sono tutti con voi.