• Gio. Feb 29th, 2024

Ecco le cronache giornalistiche di tutti gli incontri della quattordicesima giornata di campionato della serie D girone G:

BUDONI – SAN MARZANO 0 – 2

ARTICOLO DEL SITO SALERNO TODAY

Il San Marzano esulta in Sardegna, battuto il Budoni con le reti di Di Gennaro e Bruno nel secondo tempo. Un prezioso successo esterno per il San Marzano che si impone sul rettangolo verde del Budoni con le reti di Di Gennaro e di Bruno. La truppa di Mauro Zironelli conquista la seconda vittoria consecutiva e alimenta la striscia di risultati utili. In avvio di match, primo lampo dei blaugrana con Camara che va via in contropiede e, dall’interno dell’area, calcia ad incrociare: la sfera si perde sul fondo. La replica dei padroni di casa non si fa attendere con Quintero al 7’ e con Spano al quarto d’ora di gioco: in entrambe le circostanze la mira non è precisa. Al 20’ la formazione di casa ci prova direttamente dalla bandierina con Spano, Cevers si oppone. Sul pallone c’è Ortenzi che, di testa, manda alto. Sul ribaltamento di fronte Camara salta Zoppi e mette al centro, Ferrari colpisce ma Marano si oppone. Il Budoni torna alla carica con Bammacaro al 26’ e ancora con Spano al 30’, la retroguardia di Zironelli non rischia. Il primo tempo va in archivio con due calci piazzati, uno per parte: Di Gennaro spedisce alto al 35’, Cevers si fa trovare pronto su Lancioni al 39’. Meglio i sardi nelle battute iniziali della ripresa, il pacchetto arretrato campano allontana le minacce: ci provano in rapida successione Lancioni, Quintero e Bammacaro. Al 61’ il San Marzano sblocca la sfida. Di Gennaro salta un avversario, fraseggia e supera Marano con un tocco vincente all’angolino. Il gol galvanizza i blaugrana che raddoppiano con Bruno, abile a risolvere un batti e ribatti in area dopo un corner. Il Budoni tenta la reazione, ma i ragazzi di Zironelli non corrono particolari rischi. Nel finale chance per Melillo per chiudere il match, il portiere di casa blocca. Non accade altro, al triplice fischio è 0-2 in favore dei blaugrana.

BUDONI: Marano; Zoppi (69’ Assoumani), Farris, Demoleon, Fremura; Ortenzi, Stefanoni (90’ Mauriello), Bammacaro (84’ Mebrouk); Lancioni, Quintero (69’ Santoro), Spano. A disp.: Faustico, Caparros, Gucciardi, Scolaro, Soyemi. All.: Petrone

SAN MARZANO: Cevers; Musso, Altobello, Bruno; Rossi, Favo, Di Gennaro (77’ Emmanouil), Mancini; Marotta (66’ Melillo), Ferrari, Camara (67’ Cuomo). A disp.: Pareiko, Cusati, Pisciotta, Penka, Musumeci, Coly. All.: Zironelli

ARBITRO: Laganaro di Genova

MARCATORI: 61’ Di Gennaro (SM), 66’ Bruno (SM)

AMMONITI: Rossi (S), Petrone dalla panchina (B), Ferrari (S), Zoppi (B).

NOCERINA – ATLETICO URI 1 – 0

ARTICOLO DEL SITO IL MAGAZINE ONLINE DIARIO SPORTIVO

Una rete di Basanisi ad inizio ripresa condanna l’Atletico Uri alla sconfitta e rilancia la Nocerina in chiave playoff. Ma per la squadra di Paba. La Nocerina inizia con foga il match, dopo 2′ cross preciso di Vecchione dalla fascia destra, Parravicini si eleva per la torsione di testa con la palla che passa di poco alta sulla traversa della porta difesa da Tirelli. La replica dell’Uri è da brividi per la tifoseria di casa, al 7′ Demarcus lavora una palla dentro l’area avversaria l’appoggia fuori per l’esterno destro d’incontro di Attili, effetto a uscire supera Venturini ma la sfera picchia sotto la traversa, rimbalza in campo, colpisce al volto il portiere e finisce in angolo. I giallorossi sfiora nuovamente il vantaggio appena 2’ dopo quando Fangwa, dalla destra, mette una palla in area per lo stop e il tiro di Ansini, ribattuto, palla sui piedi di Attili che calcia col destro a colpo sicuro ma Venturini respinge d’istinto col piede sinistro. La squadra di Nappi, scampato il doppio pericolo, aumenta la pressione e al 34’ confeziona l’occasionissima per il vantaggio: Liurni dalla destra centra per il colpo di testa del solito Parravicini, Tirelli è super e respinge d’istinto sul primo rimbalzo a pochi centimetri. Prima del riposo altro tentativo dei rossoneri scesi in campo in maglia verde: al 45’ Rossi riceve palla da Liurni spalle alla porta, si gira e conclude di potenza col sinistro, Tirelli apre i guantoni e manda in angolo. Ancor più clamorosa la chance nel recupero per la Nocerina che batte a sorpresa una punizione dalla trequarti sinistra, cross per il liberissimo Parravicini appostato sul secondo palo ma di testa non colpisce in piena ma la struscia solamente. La ripresa viene aperta con l’episodio che decide la gara. Dopo appena due minuti la Nocerina conquista una punizione sulla trequarti sinistra, batte Guida col destro a rientrare verso la porta, Basanisi arriva in terzo tempo e con la fronte corregge di poco la traiettoria anticipando anche l’uscita di Tirelli. Il capitano esulta per il vantaggio. L’Atletico Uri reagisce con immediatezza, al 9’ azione di Ravot a destra con cross teso sul primo palo, Pisano è solo e colpisce di testa ma manda clamorosamente fuori la palla ad un metro da Venturini. I giallorossi sfiorano il pari anche al 33’, Fangwa appoggia in area per il neoentrato Ankovic, che si libera con un veronica per calciare di destra, la palla è smorzata e favorisce l’inserimento di Fangwa che gira di testa, Venturini è prodigioso e con un balzo felino devia la sfera, arriva anche Pisano in semirovesciata ma non riesce ad insaccare. Sul finale i ragazzi di Paba tentano il tutto per tutto ma non riescono a segnare il gol del pari che avrebbero anche meritato.

NOCERINA: Venturini; Crasta (30’ st Mariano), Petti, Mazzei, Esposito (24’ st Citarella); Rossi, Basanisi (42’ st Tuninetti), Vecchione; Liurni (24’ st Pinna), Parravicini, Guida (35’ st El Bakhtaoui). A disp. Fantoni, Fontana, Piccioni, Dorato. All. Marco Nappi

ATLETICO URI: Tirelli; Fusco, Barracca, Esposito;  Ravot, Valentini (17’ st Melis), Attili, Demarcus (3’ st Pisano); Ansini (22’ st Ankovic); Cristaldi (30’ st Cannas), Fangwa. A disp. Atzeni, Pionca, Caria, Fiorelli, Piga. All. Massimiliano Paba

ARBITRO: Carlo Virgilio di Agrigento

RETI: 2’ st Basanisi

AMMONITI: Esposito, Basanisi, Pinna, Citarella, Melis.

CAVESE – BOREALE 4 – 1

ARTICOLO DEL SITO SALERNO TODAY

La formazione di Daniele Cinelli si conferma in splendida forma, poker al fanalino di coda al Lamberti.
La Cavese supera anche l’esame Boreale, dominio della capolista allo stadio Lamberti con un poker rifilato agli avversari. Le fasi di studio durano appena dieci giri di lancette perché Felleca viene agganciato in area e il direttore di gara assegna il calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Foggia che non sbaglia e stappa la sfida del Lamberti al 12’. Passano pochi secondi e i biancoblù si portano ancora in zona avversaria con una punizione dalla trequarti, gli ospiti liberano in qualche modo. Il dieci aquilotto poi è costretto al cambio dopo la botta subita in occasione del penalty. Al 20’ arriva il pareggio laziale con Di Vico che, entrato al posto di Cardillo, trova subito il guizzo per battere Boffelli. La reazione dei metelliani non si fa attendere, ma la girata di Zenelaj è larga. La Boreale si riporta dalle parti di Boffelli con una certa pericolosità, l’estremo difensore locale salva i suoi. Al 34’ Urso trova soltanto l’esterno della rete, dando l’illusione ottica del gol. Allo scadere della frazione iniziale, Troest svetta su un traversone di Derosa e fa 2-1. Ad inizio ripresa subito opportunità per la Cavese con Addessi che imbecca Foggia, il tiro del centravanti è debole. I blufoncè sono pericolosi anche poco più tardi con Urso che di testa anticipa tutti, ma non trova la porta. Poi Konate ruba il pallone, Addessi da buona posizione spedisce sul fondo. Stesso esito, quattro giri di lancette più tardi, per Polanco. A metà ripresa annullato un gol ad Antonelli, servito perfettamente da Sette: l’arbitro segnala l’irregolarità. Al 75’ arriva il tris della capolista. Zenelaj pesca Urso che, dai trenta metri, fa partire un missile che fulmina Corriere. Nel recupero Di Piazza sigla il poker in contropiede e la Cavese batte la Boreale 4-1 al Lamberti.

CAVESE: Boffelli; Troest, Magri (75’ Buschiazzo), Derosa; Sette, Urso, Zanelaj, Polanco (82’ Fraraccio); Addessi (64’ Antonelli), Felleca (20’ Konate), Foggia (56’ Di Piazza). A disp.: Ascioti, Cinque, Sowe, Rana. All.: Cinelli

BOREALE: Corriere; Buccioni Ricci, Casavecchia, Spila, Frangella, Leonardi (67’ Muratore), Sammartino (73’ Canestrelli), Cardillo (19’ Di Vico), Damiani (56’ Tomassini), Liburdi (54’ Perroni). A disp.: Mansueti, Zeetti, Di Giannantonio, Selvadagi. All.: Piccareta

ARBITRO: Aloise di Lodi

MARCATORI: 12’ rig. Foggia (C), 20’ Di Vico (B), 45’ Troest (C), 75’ Urso (C), 92’ Di Piazza (C)

AMMONITI: Magri (C).

FLAMINIA – ROMANA 0 – 0

ARTICOLO DEL SITO LA PROVINCIA

Termina a reti bianche il match del “Madami” tra la Flaminia e la Romana. Locali che alla vigilia della sfida erano a 14 punti in classifica in dodicesima posizione, ospiti, invece, che condividevano assieme a Ischia e Atletico Uri il quinto posto del Girone G a quota 19. Mister Nofri Onofri prova a mescolare le carte e schiera i suoi ragazzi secondo un 4-4-2 con De Cenco e Lorusso in attacco, mentre Bertoldi agisce sulla corsia di destra. Mister D’Antoni, invece, risponde con un 5-3-2 che diventa un 3-5-2 in fase offensiva. Inizia la partita e nei primi dieci minuti di gioco vige un sostanziale equilibrio. Con il passare dei minuti i padroni di casa prendono coraggio, e sfiorano il gol al quarto d’ora: De Cenco al limite dell’area serve Lorusso in buona posizione che con un tiro rasoterra colpisce in pieno il palo. Cinque giri di lancette dopo è ancora lo stesso numero 10 a mettere in apprensione la difesa dei biancoblù, ma la sua conclusione dalla distanza sfiora il legno alla sinistra di Antolini. Scampato il pericolo, al 22’ anche gli ospiti provano a rendersi pericolosi dalle parti di Piersanti: Succi serve Calì che, in tuffo, colpisce di testa la sfera che, però, si perde sul fondo. Il primo tempo si chiude, poi, con il forcing dei rossoblù che provano in tutti i modi ad agguantare il vantaggio: al 36’ Lorusso su punizione assiste De Cenco ma la difesa ospite respinge il colpo di testa del brasiliano, due minuti dopo si ripete la stessa azione ma, anche questa volta, un difensore è bravissimo a deviare in angolo la conclusione, ancora di testa, del numero 9. L’ultima azione da segnalare della prima frazione di gara è il tagliente cross di Bertoldi al 39’ che mette in difficoltà la retroguardia romana. Il secondo tempo si apre con lo stesso copione del primo, con la Flaminia che attacca e la Romana che si chiude bene in difesa e prova a ripartire in contropiede. Al 59’ i ragazzi di Onofri colpiscono un altro legno, questa volta però con Mattia su assist di De Cenco a portiere battuto. Allora la Romana ci prova principalmente con le conclusioni da fuori: Calì dapprima risponde al 60’ con un tiro da buona posizione che si perde, però, sul fondo, poi anche Armini, al 75’, prova a impensierire Piersanti da fuori area ma la sfera termina lontano dai pali. C’è ancora spazio, infine, per un’opportunità dei locali ma all’85’ Lorusso viene stoppato da un difensore in area. Termina, quindi, 0 a 0 il match andato in scena a Civita Castellana tra i rimpianti dei locali che, visti i due pali colpiti, sicuramente meritavano un finale migliore. Nonostante il punto conquistato i rossoblù restano in zona play-out a 15 punti, a -3 dal Sassari Latte Dolce attualmente salvo e seguiti di due lunghezze dal Trastevere. Gli ospiti di mister D’Antoni, invece, possono ritenersi soddisfatti di un punto conquistato su un campo comunque difficile e che scendono al settimo posto a 20 punti assieme al San Marzano, a -2 dalla zona play-off.

FLAMINIA: Piersanti, Pericolini, Penchini (25’st Montecolle), Fumanti, Benedetti (39’st Tirelli), Boccaccini, Bertoldi (20’st Celentano L.), Mattia, De Cenco (39’st Staucic), Lorusso, Igini PANCHINA Chiacarella, Bradarskiy, Celentanto A., Massaccesi, Paun, Staucic All. Nofri Onofri

ROMANA: Antolini, Tarantino, Sfanò, Paolelli, Errico (29’st Ferraro), Fiore, Spinosa, Ruggeri, Calì, Armini (32’st Nannini), Succi PANCHINA Allegrucci, Avellini, Romagnoli, Di Gregorio, Riccozzi, Vagnoni, Di Lazzaro All. D’Antoni

ARBITRO: Antonio Pascuccio di Ariano Irpino

AMMONITI: Lorosso, Igini.

GLADIATOR – ISCHIA 1 – 2

ARTICOLO DEL SITO TUTTO CAMPO.IT

I sammaritani perdono con il punteggio di 1-2 al cospetto degli isolani. La squadra nerazzurra protesta per l’episodio che decide il match: viene infatti contestato vivacemente il rigore assegnato dall’arbitro per un presunto fallo di Mansi su Florio. Caso che si aggiunge al rigore evidente non fischiato due settimane fa contro il Sassari Latte Dolce. Il Gladiator parte forte e costruisce subito la chance per sbloccare il punteggio. Mancini imbecca D’Anna che è nelle posizioni ideali per calciare: il talento classe 2005 si trova il pallone sul sinistro e ne nasce un pallone smorzato che Pastore spazza via davanti alla porta (3’). A differenza del suo compagno di squadra, Mancini è letale all’8’ quando trafigge Vivace ma l’arbitro annulla per fuorigioco segnalato dal primo assistente. Per il Gladiator non è un momento felice ed un nuovo indizio viene scoperto al 15’. Nella prima sortita offensiva Baldassi sgattaiola in area, dribbla Di Lorenzo e porta in vantaggio l’Ischia. Gli isolani approfittano dell’inerzia favorevole e si rendono pericolosi al 23’: sull’angolo di Giacomarro, Talamo mette alto di testa. Colpo di scena al 29’ quando lo stesso Talamo entra con troppo irruenza su Di Lorenzo e l’arbitro estrae nei suoi confronti il secondo cartellino giallo e conseguente rosso. Malgrado l’inferiorità numerica, gli ospiti non demordono ed al 33’ Marone blocca il colpo di testa di Quirino, liberatosi sugli sviluppi della punizione di Giacomarro. Il Gladiator si riassesta ed al secondo minuto di recupero sfiora il pareggio. Battistelli crossa per Castaldo: stop e tiro a volo che Vivace respinge distendendosi sulla sinistra (47’pt). All’intervallo Ischia avanti per 0-1. Il Gladiator entra nel secondo tempo con grande verve ed agguanta il pari al 49’. A volo di prima Garcia regala un pallone d’oro a Castaldo che stoppa e trafigge Vivace. Secondo goal in maglia nerazzurra per Gigi-Goal dopo il rigore siglato a Budoni. Gli isolani reagiscono con il tentativo di Baldassi che Marone blocca senza patemi (52’). Dall’altra parte Staiano spara alto in area (56’). La partita torna in parità numerica al 58’, con l’arbitro che espelle il baby Di Lorenzo per una ingenuità che gli costa il secondo cartellino giallo. Entrambi gli allenatori cambiano le carte in tavola con diverse sostituzioni, nel tentativo di vincere la contesa. Match in bilico, l’Ischia lo indirizza a suo favore al 72’ in virtù di un calcio di rigore che genera enormi proteste tra i sammaritani. La direttrice di gara, la signora Cristiana Laraspata della sezione di Bari, giudica fallosa una scivolata di Mansi su Florio ed indica il dischetto. I calciatori sammaritani recriminano per la decisione eccessiva ma l’arbitro non cambia idea: dagli undici metri Baldassi spiazza Marone e sigla la sua doppietta personale. I padroni di casa tentano di riscattarsi: la conclusione a volo di Onesto attraversa lo specchio della porta, senza che alcun compagno la spinga in rete (86’). Assalto nel finale del Gladiator: in un capannello di almeno trenta secondi Vivace e Chiariello si oppongono ai tentativi disperati prima di Coratella e poi di Mansi (92’).
GLADIATOR: Marone; Battistelli, Marchetti, Mansi, Di Lorenzo; Staiano, Pizzutelli (70’ Ceparano), D’Anna (91’ Sansone); Garcia (64’ Onesto), Castaldo (77’ Coratella), Mancini (77’ Cassata). In panchina: Bonagura, Finizio, Donnarumma, Vottari. Allenatore: Salvatore D’Angelo (squalificato Giovanni Masecchia)
ISCHIA: Vivace; Florio, Chiariello, Pastore, Ballirano (70’ Patalano); Arcamone (91’ Damiano), Maiorano (70’ Buono), Giacomarro; Quirino (91’ Di Meglio), Talamo, Baldassi (91’ Trofa). In panchina: Musella, Scorza, Pinto, Bisogno. Allenatore: Enrico Buonocore
MARCATORI: 15’ Baldassi (I), 49’ Castaldo (G), 72’ Baldassi su rig. (I)
ARBITRO: Cristiana Laraspata della sezione di Bari (assistenti: Manfredi Canale e Salvatore Barbanera di Palermo)
ESPULSI: al 29’ Talamo (I) per doppia ammonizione; al 58’ Di Lorenzo (G)) per doppia ammonizione.

AMMONITI: Mansi, Pizzutelli, Marone (G); Baldassi (I).
Gladiator.

OSTIAMARE – LATTE DOLCE 3 – 1

ARTICOLO DEL SITO TUTTO CAMPO.IT

confitta per il Sassari Calcio Latte Dolce, che perde 3-1 contro l’Ostia mare e subisce la quinta sconfitta nelle ultime sei partite. I ragazzi allenati da mister Giorico cercavano il riscatto dopo il pesante ko subito la scorsa settimana contro il Trastevere, ma anche complici le assenze, i biancocelesti non sono riusciti a portare a casa punti importanti per la salvezza. Nei primi minuti di gioco le due squadre giocano prevalentemente a centrocampo, ma è l’Ostia mare che prova a prendere in mano le redini del match alzando il proprio baricentro. Alla mezz’ora, poi, alla prima vera occasione, i laziali si portano in vantaggio: Patacchiola allontana sui piedi di Simonelli, che con un tiro preciso dalla distanza batte Congiunti per l’1-0. Il gol del vantaggio dà fiducia ai laziali, che raddoppiano un minuto prima dell’intervallo: punizione dalla trequarti, dopo una serie di batti e ribatti la palla finisce sui piedi di Maura, che a porta sguarnita firma la rete dello 0-2, punteggio che segna la fine del primo tempo. Al ritorno dagli spogliatoi l’Ostia mare continua a premere il piede sull’acceleratore e al 47’ i laziali vanno vicini al 3-0 con Pozzi che non sfrutta l’assist di Bernardini e calcia a lato. Al 58’ si fa vedere in avanti il Sassari Calcio Latte Dolce prima con Piga, poi con Cabeccia, ma i due giocatori biancocelesti dalla distanza non inquadrano lo specchio della porta. Al 61’, gli sforzi vengono premiati gli sforzi dei sassaresi: Morlupo sbaglia il rinvio e colpisce Imoh e la palla termina in rete. Il gol del 2-1 dà vita ai biancocelesti e anche in virtù dei cambi di mister Giorico, il Sassari Calcio Latte Dolce si riversa in avanti alla ricerca del pareggio. Al 74’, però, l’inerzia del match torna nelle mani dell’Ostia mare, a causa dell’espulsione, per doppia ammonizione, di Piga. Tre minuti più tardi i padroni di casa sfruttano la superiorità numerica e chiudono il match: prima Icardi colpisce la parte esterna del palo, poi Buono, direttamente dalla bandierina del calcio d’angolo beffa Congiunti e firma la rete del 3-1. Nell’ultimo quarto d’ora i ragazzi di mister Campagna amministrano il vantaggio e ottengono, meritatamente, i tre punti. Nella partita di oggi, da segnalare l’esordio in Prima Squadra di Michele Mureddu, che dimostra, ancora una volta, l’ottimo lavoro svolto dallo staff del Settore Giovanile biancoceleste.

OSTIA MARE: Morlupo, Buono, Tinti, Cardella, Icardi (46’ st Riccardi), Lazzeri (43’ st Lo Schiavo), Bernardini (42’ st Casazza), Simonelli (15’ st Barlafante), De Crescenzo, Pozzi (23’ st Sardo), Maura. A disposizione: Valori, Mencagli, Minincleri, Brugi. Allenatore: Antonio Campagna

SASSARI LATTE DOLCE: Congiunti; Pireddu (22’ st Kaio Piassi), Cabeccia, Patacchiola, Canu; Russu, Olivera, Mureddu; Faye (1’ st Marras), Imoh (22’ st Scognamillo), Piga. A disposizione: Carboni, Salaris, Di Paolo, Piredda, Muscas, Grassi. Allenatore: Mauro Giorico

MARCATORI: 29’ Simonelli (O), 44’ Maura (O), 61’ Imoh (SLD), 77′ Buono (O)

AMMONIZIONI: Faye (SLD), Tinti (O), Simonelli (O), Morlupo (O), Barlafante (O)

ESPULSIONI: Piga al 74’ per doppia ammonizione Ufficio Stampa.

TRASTEVERE CALCIO – CYNTHIALBALONGA 0 – 0

ARTICOLO DEL SITO TUTTO CAMPO.IT

Nella quattordicesima giornata di campionato finisce con pareggio a reti inviolate la sfida tra Trastevere e Cynthialbalonga. Venturi lancia dal primo minuto il nuovo arrivo Tortolano, mentre è panchina Ricci, l’altro nuovo acquisto. Ritmi alti fin da subito e amaranto che giocano con personalità, ma gli ospiti si difendono con ordine e concedono pochi spazi. La prima conclusione verso lo specchio della porta difesa da Fusco arriva al 23′ ed è un triplo tentativo: Tortolano colpisce in pieno Zitelli dal limite, la palla arriva ad Alonzi che viene a sua volta murato dalla difesa, infine è Mastropietro a sfiorare la traversa. Tre minuti dopo, Tortolano avanza in posizione centrale e calcia con una traiettoria insidiosa appena dentro l’area, Fusco si rifugia in corner. Al 38′ punizione da sinistra calciata da Tortolano, Conti spizza di testa ma Fusco è ancora attento. La ripresa si apre con la punizione di Falasca dal limite, facilmente parata da Semprini al 50′. Al 53′ si rinnova il duello tra Tortolano e Fusco, ma ancora una volta il portiere castellano è attento. Al 65′ Crescenzo riceve palla ancora da Tortolano, prende la mira dai venticinque metri ma calcia alto. Cinque minuti dopo, assolo di Traditi che parte in progressione dalla trequarti, avanza fin dentro l’area e calcia col destro sotto l’incrocio, Fusco vola e respinge in angolo. Nel finale si vede anche la Cynthialbalonga: all’81’ Sartor svetta di testa al centro dell’area, Semprini si supera e riesce a respingere. Lo stesso centravanti argentino, in pieno recupero, sciupa da buona posizione sbagliando la mira di testa.

TRASTEVERE: Semprini, Rosati, Fragnelli, Conti, Calderoni, Santovito R., Mastropietro, Crescenzo, Alonzi (11’st Ricci), Traditi (39’st Ferramisco), Tortolano. A disp. Foschini, Santovito G., Crovello, Berardi, Galofaro, Cesari, Baldari. All. Venturi

CYNTHIALBALONGA: Fusco, Zitelli (43’st Milani), Capaldo, Pisanu, Battisti, Albanese, Di Cairano (22’st Cappai), Calzone (22’st Giora), Sartor, Falasca (43’st Fiorini), Maccari. A disp. Silvestrini, Imperatori, Mancino, De Angelis, Cotugno. All. Mariotti

ARBITRO: Petraglione di Termoli
ASSISTENTI: Vora di Como – Franzoni di Lovere

AMMONITI: Zitelli, Santovito R., Pisanu, Fragnelli, Capaldo. Angoli: 7-1. Recupero: 4’st.

Ecco, di seguito, i risultati, la classifica e il prossimo turno dei campionati di serie D girone G:

SERIE D GIRONE G

QUATTORDICESIMA GIORNATA

BUDONI – SAN MARZANO 0 – 2

NOCERINA – ATLETICO URI 1 – 0

CAVESE – BOREALE 4 – 1

FLAMINIA – ROMANA 0 – 0

GLADIATOR – ISCHIA 1 – 2

NUOVA FLORIDA – CASSINO 1 – 1

OSTIAMARE – LATTE DOLCE 3 – 1

SARRABUS OGLIASTRA – ANZIO CALCIO 1924 1 – 0

TRASTEVERE CALCIO – CYNTHIALBALONGA 0 – 0

CLASSIFICA

CAVESE 32

SARRABUS OGLIASTRA 29

CYNTHIALBALONGA 23

ISCHIA 22

CASSINO 22

NOCERINA 21

SAN MARZANO 20

ROMANA 20

NUOVA FLORIDA 19

OSTIAMARE 19

ATLETICO URI 19

LATTE DOLCE 18

FLAMINIA 15

TRASTEVERE CALCIO 13

BUDONI 13

ANZIO CALCIO 1924 11

GLADIATOR 10

BOREALE 9

PROSSIMO TURNO

ANZIO CALCIO 1924 – NUOVA FLORIDA

ATLETICO URI – GLADIATOR

BOREALE – BUDONI

CASSINO – FLAMINIA

CYNTHIALBALONGA – CAVESE

ISCHIA – TRASTEVERE CALCIO

LATTE DOLCE – NOCERINA

ROMANA – OSTIAMARE

SAN MARZANO – SARRABUS OGLIASTRA

Ricevi GRATIS le ultime News Nocerina: le notizie in tempo reale -Nocerinalive 24!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Ricevi GRATIS le ultime News Nocerina: le notizie in tempo reale -Nocerinalive 24!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Ricevi GRATIS le ultime News Nocerina: le notizie in tempo reale -Nocerinalive 24!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Ricevi GRATIS le ultime News Nocerina: le notizie in tempo reale -Nocerinalive 24!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.