• Dom. Mag 26th, 2024

Serie D girone G: Cronache della 24^ giornata di campionato.

Ecco le cronache giornalistiche di tutti gli incontri della ventiquattresima giornata di campionato della serie D girone G:

NOCERINA – COS SARRABUS 1 – 0

ARTICOLO DEL SITO SALERNO TODAY

Settima vittoria consecutiva per la Nocerina, superata la Costa Orientale Sarda nell’anticipo. Settima vittoria consecutiva e segnale alla capolista. La Nocerina batte anche la Costa Orientale Sarda, si porta momentaneamente a meno sei dalla vetta e si conferma la squadra più in forma del girone in questa prima parte di 2024. Superato l’ostacolo gialloblù allo stadio San Francesco, decide un gol del solito Liurni. La truppa di Marco Nappi ora attenderà il verdetto del match tra Trastevere e Cavese. La prima occasione della partita è per i padroni di casa dopo una disattenzione difensiva degli ospiti: al 5’ Liurni prova ad approfittare dell’indecisione di Bonu e calcia sul primo palo, Xaxa si rifugia in angolo. Sul ribaltamento di fronte Cogotti va via a sinistra e serve Cossu che conclude senza trovare lo specchio della porta. Al 13’ Citarella si rende pericoloso sugli sviluppi di un corner, la sua deviazione attraversa l’area e non trova il tocco di un compagno. Al 20’ molossi ancora in attacco con un diagonale di poco largo di Liurni. Il numero 11 a metà frazione sblocca l’incontro: rinvio non impeccabile di Xaxa, l’ex Casertana impegna il portiere e sulla ribattuta toglie la ragnatela dall’incrocio. La Costa Orientale Sarda cerca di alzare il baricentro e al 37’ Demontis chiama in causa Fantoni con una botta dalla distanza, la Nocerina tiene bene il campo e chiude il primo tempo in vantaggio. L’approccio alla ripresa da parte dei ragazzi di Nappi è positivo, lo squillo in apertura è di Liurni con un bolide che non sorprende Xaxa, bravo ad opporsi. La squadra sarda non riesce a scardinare la retroguardia rossonera, il secondo tempo non regala troppe emozioni. Totale gestione da parte della seconda della classe che controlla senza difficoltà. All’82’ chance per Cardella che, servito da Liurni, mette in affanno la difesa avversaria con il destro. Dall’angolo successivo altra opportunità per la Nocerina con Tuninetti, il colpo di testa finisce tra i guantoni del portiere. L’azione viene capovolta e Floris si fa vedere dalle parti di Fantoni. Le ultime giocate della gara sono di Piredda e Cadau, i molossi resistono e al triplice fischio si assicurano il bottino pieno.

NOCRINA (4-3-3): Fantoni; Crasta, Mazzei, Pinna, Mariano; Citarella (59’ Rossi), Vecchione (67’ Tuninetti), Carotenuto; Liurni (85’ Gaetani), Cardella, Guida (76’ Maimone). A disp.: Venturini, Petti, Macari, Esposito, Gadaleta. All.: Moreno Nappi (Marco Nappi squalificato)

COS SARRABUS (4-3-3): Xaxa; Cadau, Gallo, Bonu (68’ Cabiddu), Cogotti; Demontis (58’ Scarafoni), Ladu (58’ Piredda), Naguel; Serra (58’ Santoro), Aloia, Cossu (68’ Floris). A disp.: Tommasino, A. Loi, Manca, Laconi. All.: F. Loi

ARBITRO: Gabriele Sciolti di Lecce

MARCATORI: 22’ Liurni (N)

AMMONITI: Citarella, Pinna (N), Ladu, Bonu, Cogotti (COS)

ESPULSI: 94’ Gadaleta (N) dalla panchina.

SASSARI LATTE DOLCE – ANZIO CALCIO 0 – 0

ARTICOLO DEL SITO SASSARI NOTIZIE

Sconfitta amara per il Sassari Calcio Latte Dolce, che dopo aver recuperato due gol di svantaggio perde 3-2 contro la Nuova Florida con un gol al 90’ di Limongelli. Ai biancocelesti non bastano il gol di Scognamillo (primo centro stagionale per l’attaccante algherese) e la rete, nella ripresa, di Muscas. Nei primi minuti prova a rendersi pericolosa la Nuova Florida e dopo un’azione prolungata, Vianni da due passi non inquadra lo specchio della porta. Il Sassari Calcio Latte Dolce prova a reagire, ma al 14’ sono i padroni di casa a trovare la rete del vantaggio: tiro cross del solito Vianni, che trova la deviazione di Limongelli per l’1-0 biancorosso. I sassaresi alzano il proprio baricentro e la Nuova Florida, in contropiede, riesce a trovare la rete del raddoppio: dopo una punizione del Sassari Calcio Latte Dolce, Paterni viene servito sulla fascia e con un cross serve Costa, che di testa supera Carboni (2-0 al 21’). La reazione dei sassaresi non si fa attendere e dopo due minuti i biancocelesti accorciano le distanze: Giordani respinge la conclusione di Grassi, ma sul pallone si avventa Scognamillo, che con una bella girata firma la rete del 2-1. I padroni di casa, trascinati da Limongelli si rendono pericolosi in chiusura di primo tempo, ma i sassaresi si difendono bene e si va al riposo con la Nuova Florida avanti 2-1. Al ritorno dagli spogliatoi parte bene il Sassari Calcio Latte Dolce: azione personale di Piga che si ritrova a tu per tu con Giordani, ma da buona posizione calcia alto. I due allenatori inseriscono forze fresche ed è proprio il neoentrato Suffer a rendersi pericoloso al 55’ con un tiro che termina di poco a lato. L’inerzia del match è però tutta nelle mani dei sassaresi e prima Giordani para in due tempi un tiro dalla distanza di Cabeccia, poi è Salaris che prova a sorprendere un attento Giordani. Il pressing del Sassari Calcio Latte Dolce dà i suoi frutti al minuto 68: cross di Kaio Piassi, che attraversa tutta l’area, sul pallone ci arriva Muscas, che firma la rete del 2-2. Le due squadre provano a più riprese a cercare il giusto pertugio per trovare il gol del vantaggio e al 90’ arriva la beffa per i biancocelesti: Miola con un lancio lungo serve Limongelli, che con un tiro al volo supera Carboni realizzando la rete del 3-2. Nel recupero il Sassari Calcio Latte Dolce prova a pareggiare nuovamente la partita, ma la Nuova Florida non si fa sorpendere e i laziali portano a casa i tre punti. Il Sassari Calcio Latte Dolce chiuderà il suo 2023 mercoledì con la sfida al “Campo Principale” di Latte Dolce contro il Flaminia Civitacastellana, in un match di capitale importanza nella lotta salvezza.

NUOVA FLORIDA: Giordani, Miola, Negro, Bruno, Vianni (Jelicalin), Costa (Carbone), Mauro (Imperatori), Falilo, Lestini (Suffer), Limongelli (Sinopoli), Paterni. A disposizione: Fraraccio, Moreso, Bonfigli, Yagubzade. Allenatore: Antonio Aiello

SASSARI LATTE DOLCE: Carboni, Muscas, Pilo (Aru), Cabeccia, Patacchiola, Russu, Mureddu (Salaris), Piga, Grassi (Faye), Di Paolo (Kaio Piassi), Scognamillo (Imoh). A disposizione: Congiunti; Canu, Olivera, Marras. Allenatore: Mauro Giorico

MARCATORI: 14’ Limongelli (NF), 21’ Costa (NF), 23’ Scognamillo (SLD), 68’ Muscas (SLD), Limongelli (NF)

AMMONIZIONI: Bruno (NF), Costa (NF), Paterni (NF), Suffer (NF), Pilo (SLD), Patacchiola (SLD), Mureddu (SLD), Kaio Piassi (SLD), Aiello (all. NF).

FLAMINIA – CYNTHIALBALONGA 1 – 1

ARTICOLO DEL SITO TUSCIA WEB

Tre vittorie nelle ultime sei uscite e tanta voglia di continuare a far bene. La Flaminia si è finalmente ritrovata e grazie al successo di domenica scorsa contro la Nuova Florida Ardea si è portata a +4 sulla zona playout. Un risultato che i civitonici hanno cercato a lungo e che rende il finale di stagione meno amaro: pensare ai playoff al momento è un’utopia con l’obiettivo reale, e anche più concreto, che diventa quello di cercare di arrivare più in alto possibile giocando con la mente più libera rispetto al recente passato. Si parte oggi, quando i rossoblù tornano al Madami dopo due trasferte consecutive e ospitano la Cynthialbalonga per quello che senz’ombra di dubbio si può considerare come uno scontro diretto di metà classifica: i padroni di casa stazionano infatti al nono posto a -1 dai romani che hanno il vantaggio di avere una partita in meno. Fermi da due giornate (una per il torneo di Viareggio e una per il rinvio del match contro la Romana) gli ospiti sono reduci da tre sconfitte consecutive e stanno attraversando un momento complicato che Nofri intende sfruttare a proprio favore. Il tecnico della Flaminia chiede ai suoi un’altra prova decisa per portare a casa tre punti che significherebbero sorpasso. Al Madami si gioca a partire dalle 14,30 sotto la direzione di Costanzo Cafaro di Alba – Bra, assistito da Gianluca Guerra di Nola e Luca Arcella di Frattamaggiore. L’incontro di andata è finito 3-1 per il Cynthialbalonga con reti di Sartor (doppietta) e Di Cairano alternate al 2-1 momentaneo di Lorenzo Celentano.

FLAMINIA (3-5-2): Chicarella; Massaccesi, Fumanti, Igini; Pericolini, Benedetti, Tirelli, Marchi, Lorusso; Muti, Siribu. Panchina: Vilardi, Tufano, Padovano, Penchini, Montecolle, Paun, Ancillai, Bertoldi, De Cenco. Allenatore: Federico Nofri.

CYNTHIALBALONGA (4-4-2): Fusco; Battisti, Santoni, Cataldo, Bigi; La Vigna, Pisanu, Di Cairano, Maccari; El Bakhtaoui, Sartor. Panchina: Silvestrini, Quadraccia, Falasca, Zanchetta, Fiorini, Doratiotto, Cappai, Zitelli, Calzone. Allenatore: Marco Mariotti.

ARBITRO: Costanzo Cafaro di Alba – Bra.
ASSISTENTI: Gianluca Guerra di Nola e Luca Arcella di Frattamaggiore

GLADIATOR – BUDONI 0 – 0

ARTICOLO DELLA PAGINA UFFICIALE GLADIATOR 1924 S.S.D. A.R.L.

Finisce in parità lo scontro diretto tra il Gladiator ed il Budoni. Davanti ad oltre 600 spettatori presenti allo stadio “Mario Piccirillo” di Santa Maria Capua Vetere, i nerazzurri non riescono a conquistare la vittoria: 0-0 è il punteggio finale. I ragazzi di Antonio Foglia Manzillo creano occasioni ma manca il guizzo vincente. Le due compagini restano a pari punti al sedicesimo posto e lotteranno per uscire dalla zona rossa. Da rimarcare la presenza di numerosi studenti delle scuole che hanno accolto l’invito della società. Vincere a tutti i costi: il Gladiator entra in campo con un unico obiettivo. E sin dal primo minuto prende in mano le redini del gioco. Castro, rientrato dopo l’infortunio, lascia partire una sventola che Marano devia in corner (7’). Break a centrocampo di Navas che lancia D’Anna: servizio per Onesto che estrae un tiro troppo morbido per impensierire il portiere avversario (13’). Il Budoni reagisce e spaventa i nerazzurri con un contropiede rapido. Imoh va in velocità, chiude il triangolo con Leveh e si trova tutto solo davanti a Marone: l’ex Sassari Latte Dolce allarga troppo il destro e grazia letteralmente i padroni di casa (15’). Le due compagini lottano su ogni pallone, consapevoli dell’importanza della posta in palio. Ancora pericolosi i sardi con Imoh che lancia in area Idoyaga: para a terra Marone (29’). Castro è l’elemento più pimpante del reparto avanzato sammaritano: al 35’ sfodera una punizione dai ventotto metri che sfiora l’incrocio dei pali di pochi centimetri. Si lotta per lo più a centrocampo, con le difese che si oppongono ad ogni tentativo: si torna così negli spogliatoi sul punteggio di 0-0. Gladiator vicino al vantaggio ad inizio ripresa. Strepitosa punizione di Visconti che colpisce l’incrocio dei pali dal limite (52’). Spavento al 61’ per un brutto colpo di Leveh ai danni di Marone in uscita: il portiere viene toccato duro in testa e palesa il suo dolore. Fortunatamente sospiro di sollievo con il portierone di Cetara che si ristabilisce grazie alle cure mediche. Rispetto alla prima frazione, il gioco è maggiormente spezzettato in virtù di varie interruzioni e delle sostituzioni. Con l’ingresso di Pizzutelli, Visconti ha licenza di inserirsi maggiormente in area. Il numero 30 scambia con D’Anna e poi calcia tra le braccia di Marano (74’). Passano due minuti ed ancora Visconti ci prova dal limite: la sfera finisce oltre la traversa (76’). Sospinti dal proprio pubblico, i sammaritani tentano maggiori sortite offensive con i nuovi innesti. Chance al 79’ per Mancini che si libera al tiro: Farris mura la conclusione. Nel finale i nerazzurri vanno all’assalto dell’area locale ma sbattono sull’arcigna retroguardia sarda. Tuttavia l’occasione migliore capita al Budoni, con Quintero che sfiora la beffa con un bolide in girata al 95’. Finisce con il punteggio di 0-0.

GLADIATOR (3-5-2): Marone; Battistelli, Mansi, Finizio; Aruta (70’ Di Lorenzo), D’Anna, Visconti (81’ Staiano), Navas (67’ Pizzutelli), Onesto; Castro (93’ Castaldo), Messina (77’ Messina). In panchina: Campana, Panic, Ioio, Tarcinale. Allenatore: Antonio Foglia Manzillo

BUDONI (4-4-2): Marano; Mauriello, Farris, Casale (76’ Demoleon), Colazzilli; Idoyaga (71’ Lancioni), Basualdo (88’ Ortenzi), Barboza, Bammacaro; Leveh (68’ Quintero), Imoh (81’ Spano). In panchina: Ammirati, Desiato, Zoppi, Iodice. Allenatore: Mario Petrone

ARBITRO: Andrea Recupero della sezione di Lecce (assistenti: Matteo Siracusano di Sulmona e Stefano Carchesio di Lanciano)

AMMONITI: Aruta, Mansi, Mancini (G); Barboza, Leveh, Casale, Ortenzi (B).

ISCHIA – BOREALE 2 – 0

ARTICOLO DEL SITO POSITANO NEWS

L’Ischia Calcio, sotto gli occhi del neo presidente Alessandro Bigi, batte anche il Boreale e si lancia sempre più in zona play-off. Al 7’ Ischia pericolosa con Baldassi, la cui forbice in area viene parata d al portiere Corriere. Pochi istanti dopo, nell’altra area, Gjoni viene favorito da un rimpallo ma il suo sinistro a giro termina di poco sul fondo. Al 15’ Giacomarro su calcio piazzato indiretto da fuori area calcia con forza ma pallone a lato. Poco dopo la mezzora, percussione sulla destra di Di Meglio: tiro-cross che non viene deviato dai compagni in area. Sul finire del tempo, Giacomarro lancia Baldassi che viene affrontato irregolarmente dal portiere poco dentro l’area. L’arbitro indica il dischetto: Baldassi supera Corriere che intuisce ma sfiora soltanto il pallone che termina nell’angolo. All’inizio della ripresa, Trofa prende il posto di Longo, con Baldassi che diventa il terminale offensivo dei gialloblù. Al 9’ Gjoni riceve in area, si infila tra i centrali dell’Ischia e Vivace in uscita sventa la minaccia. Al 15’ triplice occasione per l’Ischia, al terzo tentativo Corriere respinge una conclusione di Baldassi da posizione defilata. 3’ dopo bella azione isolana, Florio dalla destra serve Mattera che si inserisce bene, devia da sottomisura ma Corriere riesce a mettere in angolo. Sul seguente corner, capitan Florio da due passi devia in rete un tocco di Montuori, sancendo il raddoppio dell’Ischia. Al 30’ errore difensivo di Casavecchia, Baldassi in area gli soffia il pallone e tira ma Corriere è attento e para. I neo entrati Quirino e Talamo combinano sulla sinistra (41’), assist per Trofa il cui tiro a botta sicura viene deviato in angolo. Dal seguente corner, colpo di testa in solitudine di Talamo ma il pallone sorvola la traversa. L’incontro termina con l’Ischia che amministra il doppio vantaggio senza affanno. Al termine del match il Presidente Alessandro Bigi ha festeggiato il 49° compleanno in sala stampa con dirigenti e collaboratori dell’Ischia Calcio.

ISCHIA CALCIO: Vivace, Florio, Buono (37’ st Montanino), Arcamone, Montuori, Mattera, Spunticcia (47’ st Bisogno), Giacomarro, Longo (1’ st Trofa), Baldassi (39’ st Talamo), Di Meglio (33’ st Quirino). (In panchina Sarracino, Montanino, Galaoui, Trofa, Aniceto, De Francesco). All. Corino.
BOREALE: Corriere, Tomassini, Ricci, Santarelli (22’ st Spila), Zeetti (37’ st Damiani), Casavecchia, Selvadagi (6’ st Liburdi), Perroni (22’ st , Gjoni, Bosi, Sablone. (In panchina Mansueti, Buccioni, Leonardi, Dipierro, Di Vico, Muratore). All. Ligori.
ARBITRO: Picardi (Viareggio). Assistenti: Allievi (S.Benedetto del Tronto) e Amorello (Pesaro).
MARCATORI: nel p.t. 46’ Baldassi (I) su rigore; nel s.t. 19’ Florio (I).
AMMONITI: Ricci (B), Perroni (B), Mattera (I), Tomassini (B), Giacomarro (I), Buono (I).

OSTIA MARE – NUOVA FLORIDA 1 – 0

ARTICOLO DELLA PAGINA UFFICIALE DELL’OSTIA MARE

L’Ostiamare batte il Nuova Florida grazie ad un gol di De Crescenzo. I biancoviola centrano la vittoria nonostante un avversario che ha cercato di chiudere ogni spazio fino all’inverosimile e una buona dose di sfortuna con ben tre traverse colpite nel corso del match. I biancoviola partono forte e ci provano subito con Lazzeri che però dal limite non inquadra lo specchio. Il Nuova florida stenta ad ingranare e si preoccupa soprattutto di difendersi dalle sortite offensive dei padroni di casa. Poco dopo il quarto d’ora è così ancora la formazione di Campagna a rendersi pericolosa con Pozzi che però spara alto sopra la traversa. Ben più impegnativo il tiro di Barlafante al ventiduesimo che costringe Giordani ad una gran parata in tuffo. Da qui in avanti succede poco altro con i padroni di casa che tengono saldamente in mano le redini del gioco senza però riuscire a trovare il guizzo giusto per scardinare la difesa avversaria. Nella ripresa la musica non cambia visto che il Nuova Florida continua a pensare soprattutto a difendersi con la compagine lidense che di contro cerca di alzare i giri del motore per sbloccare il match. Al 6’ Icardi si accende al limite dell’area ma spara fuori. Cinque minuti e, su una punizione dalla sinistra di Buono, Natalucci incorna a lato. Gli ospiti stentano a reagire e al 16’ Pasqualoni cerca il jolly dalla distanza ma senza successo. Nei dieci minuti seguenti saranno ben tre le traverse centrate dall’Ostiamare. La prima arriva su un bolide di Icardi al 18’, la seconda al 25’ con De Crescenzo che dopo una bella sovrapposizione spara in porta colpendo il legno e infine Barlafante che al 26’ colpisce la traversa numero tre con uno spiovente dal limite. Due minuti e finalmente l’Ostiamare riesce a trovare la rete che vale la vittoria. Su un cross dalla destra De Crescenzo controlla e spara in porta un diagonale che Giordani può solo toccare prima che la palla si infili in porta nonostante il tentativo di salvataggio di Schettini.

OSTIAMARE: Morlupo, Pasqualoni, Buono, Tinti, Natalucci, Icardi, Lazzeri (12’pt Bernardini), Barlafante, De Cresenzo, Pozzi (24’st Sardo), Maura PANCHINA Menna, De Ioannon, Minincleri, Talamonti, Nardella, Casazza, Brugi ALLENATORE Campagna

NUOVA FLORIDA: Giordani, Imperatori, Miola (33’st Gomez), Bruno, Suffer, Van Rijswijk (1’st Costa), Schettini, Falilò (41’st Pinto), Limongelli, Chang Sang (20’st Paterni), Costa (30’st Barba) PANCHINA Gasbarra, Ortu, Medini, Mancino ALLENATORE Del Grosso

MARCATORI: De Crescenzo 28’st

ARBITRO: Zangara di Catanzaro

ASSISTENTE: Chimento di Saronno e Vagnetti di Perugia

ESPULSO: Suffer (NF) 45’st.

AMMONITI: Buono, Bernardini, Chang Sang, Bruno.

ROMANA FC – CASSINO CALCIO 1 – 3

ARTICOLO DEL SITO TUTTOCAMPO.IT

Dopo quattordici risultati utili consecutivi, la Romana trova la prima sconfitta del girone di ritorno contro il Cassino. I ragazzi di mister D’Antoni perdono lo scontro diretto che avrebbe consentito di consolidare un posto nella zona play off, anche se mancano ancora tante partite e c’è tempo e modo di recuperare. A nulla serve la punizione magistrale di Spinosa che fa illudere i capitolini, per il momentaneo pareggio. Nella prima parte del primo tempo gli ospiti sono più aggressivi. La rete del vantaggio arriva dopo 10’ con Abreu che si procura un penalty anticipando l’uscita di Antolini. Lo stesso attaccante portoghese si incarica poi della battuta: Antolini intuisce e tocca ma la palla entra comunque in rete. Dopo lo svantaggio la Romana si sveglia e chiude i primi 45’ in crescendo. Due le occasioni importanti per i capitolini: la prima con il destro di Calì, la seconda con il tiro dal limite di Armini ma in entrambi i casi Stellato è attento e manda in angolo. Nella ripresa i ragazzi di D’Antoni partono subito forte e al 10’, su una punizione guadagnata da Succi, Spinosa la mette sotto al sette riportando tutti in equilibrio. Subito dopo Calì ci prova con una girata volante sparando però alto. Il Cassino resta così in gara e intorno alla mezz’ora passa nuovamente in vantaggio. Cavaliere raccoglie una palla al limite sfruttando un’indecisione della difesa capitolina e con il destro la mette sotto al sette. La Romana cerca di riversarsi nella metà campo avversario alla ricerca del pari e Carbone di testa ha una buona chance, ma Stellato è ancora attento. Al 90’ Abreu chiude poi i conti in contropiede e al triplice fischio è festa Cassino. La Romana andrà subito a caccia del riscatto mercoledì contro la Cynthialbalonga.

ROMANA FC: Antolini, Ferraro (1’st Succi), Paolelli (28’st Rufo), Tarantino, Redondi, Vagnoni (22’st Ruggeri), Spinosa, Fiore (28’st Carbone), Errico, Armini (17’st Romagnoli), Calì
Panchina: Mastrangelo, Avellini, Minnocci, Nannini Allenatore: D’Antoni

CASSINO: Stellato, Raucci, Vitale (2’st Evangelista), Mele, Cocorocchio, Mileto, Mazzaroppi, Darboe, Magliocchetti, Cavaliere (40’st Lucchese), Abreu. Panchina: Imbastaro, Luongo, Carnevale, Della Vecchia, Ercolino, Tullio, Rossi. Allenatore: Carcione

MARCATORI: Abreu 11’pt rig. e 45’st (C), Spinosa 10’st (R), Cavaliere 27’st (C)

ARBITRO: Pasquetto di Crema
ASSISTENTI: Mamouni di Tolmezzo e Claps di Potenza
AMMONITI: Cocorocchio.

TRASTEVERE – CAVESE 0 – 1

ARTICOLO DELLA PAGINA UFFICIALE DEL TRASTEVERE CALCIO

Il Trastevere viene sconfitto dalla Cavese nella 24esima giornata e resta a quota 26 in classifica. Venturi recupera capitan Massimo, inizialmente in panchina e schiera il consueto 4-3-3 con Alonzi in attacco, coadiuvato da Mastropietro e Tortolano ai lati. L’avvio è di marca amaranto e al 7′ è Tortolano a mettere a referto la prima azione degna di nota, con uno schema su punizione battuta da Crescenzo e che il numero 10 calcia alto col destro. La risposta della Cavese al 12′, con Troest che salta più alto di tutti su angolo ma non trova la porta. Al 19′ Urso prova a sorprendere Semprini con un tiro a spiovere da quasi trenta metri ma la sua conclusione termina alta. Troest pericoloso ancora al 38′, sempre su angolo, preludio al gol vittoria che arriva due minuti dopo: rimessa lunga di Buschiazzo, Foggia vince il duello con Giordani, la palla arriva a Konate che sfrutta una carambola e trova l’assist vincente per Di Piazza, che appoggia in rete da due passi. La ripresa si apre con la rasoiata di Konate dal limite dell’area, respinta da Semprini, al 52′ Giordani serve Ricci che prova una conclusione dalla lunga distanza ma la palla non si abbassa in tempo. Al 59′ punizione pericolosa di Urso, che scavalca la barriera ma non trova lo specchio. Al 71′ il neo entrato Felleca, da sinistra, mette al centro per Konate che calcia a botta sicura da pochi passi, Semprini respinge d’istinto. Le ultime due occasioni nei minuti finali: prima è Felleca, col sinistro, a sprecare la palla buona per il raddoppio, poi è Calderoni, in pieno recupero, a spaventare la capolista con una sforbiciata acrobatica in area. Finisce 1-0 per la Cavese, il Trastevere tornerà in campo mercoledì per il recupero della gara contro la Boreale.

TRASTEVERE: Semprini, Ferramisco (8’st Calderoni), Fragnelli, Galofaro (8’st Rosati), Santovito, Giordani, Mastropietro (37’st Di Domenicantonio), Crescenzo (42’st Baldari), Alonzi, Tortolano, Ricci (15’st Massimo). A disp. Lazzarini, Giannetti, Andreoli, Traditi. All. Venturi

CAVESE: Boffelli, Foggia (26’st Felleca), Di Piazza (38’st Gueye), Fraraccio (19’st Megna), Urso, Troest, Zenelaj, Magrì, Konate, Buschiazzo, Tropea. A disp. Lucano, Antonelli, Sette, Lops, Addessi, De Rosa. All. Di Napoli

MARCATORE: 40’pt Di Piazza

ARBITRO: Rodigari di Bergamo

ASSISTENTI: Bertaina di Alba Bra – D’Orazio di Teramo

AMMONITI: Buschiazzo, Massimo, Di Piazza, Gueye, Urso. Angoli: 6-5. Recupero: 1’pt, 5’st

Ecco, di seguito, i risultati, la classifica e il prossimo turno del campionato di serie D girone G:

SERIE D GIRONE G

VENTIQUATTRESIMA GIORNATA

NOCERINA – COS SARRABUS 1 – 0

SASSARI LATTE DOLCE – ANZIO CALCIO 0 – 0

FLAMINIA – CYNTHIALBALONGA 1 – 1

GLADIATOR – BUDONI 0 – 0

ISCHIA – BOREALE 2 – 0

OSTIA MARE – NUOVA FLORIDA 1 – 0

ROMANA FC – CASSINO CALCIO 1 – 3

TRASTEVERE – CAVESE 0 – 1

CLASSIFICA

53 CAVESE

44 NOCERINA

43 CASSINO

40 ROMANA FC

40 ISCHIA CALCIO

38 COS SARRABUS

38 OSTIA MARE

31 CYNTHIALBALONGA

30 FLAMINIA

29 SASSARI LATTE DOLCE

28 SAN MARZANO

26 TRASTEVERE

26 ANZIO CALCIO

23 ATLETICO URI

22 NUOVA FLORIDA

19 GLADIATOR

19 BUDONI

16 BOREALE

PROSSIMO TURNO

BOREALE – NOCERINA

COS SARRABUS – NUOVA FLORIDA

BUDONI – FLAMINIA

CASSINO – ISCHIA

CAVESE – OSTIA MARE

ROMANA FC – ATLETICO URI

SAN MARZANO – GLADIATOR

ANZIO CALCIO – TRASTEVERE