• Gio. Lug 18th, 2024

Una Nocerina Amorfa dopo 12 gare si trova a meno undici dalla vetta

Ecco abbiamo usata la parola amorfo , ma molti si chiederanno che cosa signific? IL dizionario dice: “amòrfo agg. Senza forma definita: materia amorfa. Spesso usato in senso fig, riferito a persona (o Gruppo ndr) per indicare mancanza di personalità e di emotività, comportamento indifferente e perciò conciliante e tollerante: un individuo a.; carattere, temperamento amorfo.”

Ecco al Nocerina al San Francesco contro la Romana è stata una squadra amorfa. La delusione è tata tanta ,c’erano grandi aspettative intorno a questa Nocerina edizione 2023/2024 da parte dei tifosi molossi, ma dopo la rocambolesca sconfitta di oggi contro la formazione laziale la delusione è stata enorme

La squadra era partita con i migliori auspici, c’era l’entusiasmo dei tifosi, grandi prospettive societarie, i pronostici degli addetti ai lavori che definivano la Nocerina come sqaudra candidata alla vittoria del girone di serie D, calciatori di un certo lignaggio abituati a vincere i campionati (Basanisi, Piccioni,Paravvicini, Caccavallo,Uliano ), un’unità di gruppo che prometteva bene, ma è mancato un ingrediente fondamentale: il carattere.

Una squadra con calciatori vincenti e attrezzata come quella di quest’anno avrebbe dovuto vincere la partita contro la formazione dellaRomana: anche giocando male, soffrendo, ma avrebbe dovuto vincere . E invece ? I calciatori della Nocerina davanti alle difficoltà hanno deluso i tifosi, hanno deluso le aspettative e hanno dimostrato di non avere carattere.

Uno dei termometri dell’umore dei tifosi sono sicuramente diventati i social e attraverso i commenti di centinaia di utenti si ha la percezione che il pensiero dei tifosi è uniforme. Ecco un esempio:

Vabbè ma Caccavallo è rotto, sta sempre infortunato.”

Basanisi e un ricordo lontano di quello della stagione scorsa ormai e meglio che se ne va.”

Uliano sta con la sedia cammina in mezzo al campo“.

Ma sto Piccioni è lentissimo, è non vede la porta”,

Ma sembra che l’unica persona che è fuori dal coro sembra essere mister Nappi, che dal canto è stato un ottimo calciatore , ma si sa allenare è un altro mestiere, altrimenti Maradona sarebbe stato il migliore allenatore del mondo. L’ allenatore ha bisogno di altre competenze e non solo di essere stato un calciatore di serie A.

Mister Nappi come il personaggio mitologico greco Tiresia ha pronosticato più volte una Nocerina vincente e composta da calciatori di carattere che avrebbero dato delle soddisfazioni ai tifosi rossoneri. Ma cosa è successo? E’ successo che Nappi oggi in conferenza stampa, come Tiresia, ha negato l’evidenza di una prestazione abulica e senza carattere dei propri calciatori.

Forse abbiamo visto solo noi una squadra che non ha mai sfruttato le fasce laterali fino al fondo del campo per un passaggio verso i vari Piccioni e Parravicini? Abbiamo solo noi visto una squadra che proponeva cross dalla trequarti verso il centro dell’area facilmente controllabili dai difensori avversari? Abbiamo visto solo noi una squadra soffrire sulle fasce gli avanti avversari in fase difensiva? Abbiamo visto solo noi una formazione della Romana completamente padrona del centrocampo?

Caro Nappi anche Tiresia si è ravveduto e ammesso la dura realtà. Mister Nappi non c’è niente di male scusarsi con il pubblico e con i tifosi per la prestazione abulica, senza carattere e senza voglia della propria squadra contro la formazione della Romana.

Ammettere la realtà e prendersene le responsabilità è sintomo di coraggio e carattere, ecco le qualità che sono mancate alla sua squadra contro la Romana al San Francesco.

Nocera sportiva non merita una prestazione come quella espressa oggi al San Francesco dai calciatori rossoneri. Nocera merita rispetto.