• Ven. Mag 24th, 2024

Nocerina-proprietà estere: ecco i primati che resteranno storici per i molossi

La Nocerina, dopo la cessione agli americani, può vantare diversi record di cui alcuni resteranno indelebilmente storici
La Nocerina, proprio nel giorno del suo 112 compleanno dalla fondazione lo scorso 1 febbraio, ha cambiato proprietà: Paolo Maiorino ha ceduto il club agli imprenditori italo americani Giancarlo Natale (clicca qui per saperne di più sul businessman americano) e Raffaele Scalzi
Se è vero che l’ingresso di una proprietà americana/estera sta diventando quasi un’abitudine in Italia, è altrettanto vero che è una novità, invece, nel Sud Italia.
I ROSSONERI DETENGONO ADESSO DIVERSI RECORD
La Nocerina è il primo club, in tutto il mezzogiorno, a passare completamente in mano a una proprietà estera.
Neanche le principali società di calcio del meridione ne hanno mai avuta una con il 100% delle quote. C’era andato molto vicino il Catania il 16 gennaio 2021 scorso quando Joe Tacopina (attuale presidente della Spal) firmò un contratto preliminare dove si impegnava ad acquistare il 100% del pacchetto azionario del Calcio Catania prima di tirarsi indietro, a giugno, a causa di alcuni contrasti con i proprietari del club. Tra le campane menzioniamo anche la Salernitana che nel 2011, mentre la Nocerina stravinceva il campionato di Lega Pro, ebbe per poche settimane Joseph Calà come patron prima di andare via, dopo aver promesso nella conferenza stampa di presentazione addirittura la Serie A in tre anni. 
Ma non solo: i rossoneri sono anche il primo club di tutti e nove i gironi di Serie D ad avere attualmente imprenditori non italiani. 
L’obiettivo del duo Natale-Scalzi, come dichiarato nel comunicato di acquisizione del club, è quello di cercare di scrivere nuove pagine ed arricchire la storia ultracentenaria dei molossi. 
Si attende adesso di capire quando atterreranno a Nocera da Boston i businessman del Massachussets
Nell’attesa, good work mr president!