• Sab. Lug 20th, 2024

DE LIGUORI: “Contro il Nardò due episodi sfortunati. Il campionato? Bisogna pensare gara dopo gara”

Nel corso della trasmissione “La Nocerina Siamo Noi” che va in onda ogni lunedì dalle 21 alle 22 in diretta sulla nostra pagina facebook, è intervenuto l’ex capitano della terza storica promozione in Serie B Vincenzo De Liguori, presente domenica scorsa allo stadio. Di seguito riportiamo le sue parole

Diversi tifosi mugugnano su Simonelli. Tu cosa ne pensi?

“Il mister Simonelli è un grandissimo allenatore e ho avuto la fortuna di essere allenato da lui al Taranto e al Benevento. Mi ha insegnato tanto a livello calcistico e a livello umano. Sinceramente non vedo tutto questo problema”.

Parlando della gara contro il Nardò dove tu eri presente. Forse ci sono state troppe disattenzioni difensive?
“Sono capitati questi due episodi sfortunati. Nel complesso ho visto una buonissima squadra. Dopo la seconda rete rossonera forse è mancato quel pizzico di furbizia in più soprattutto dai grandi”.

Una chance persa considerato il pareggio del Trastevere?
“Se il Trastevere, che si trova a sette punti di vantaggio dalla seconda, è andato a pareggiare sul campo dell’Agropoli ti fa capire che questo campionato è molto equilibrato. La Nocerina comunque ha pareggiato contro una signora squadra. Sette punti non sono pochi ma neanche tanti. Bastano due partite e ti rimetti di nuovo in gioco”.

Secondo molti tifosi a centrocampo la squadra si è indebolita. Tu come l’hai vista?
“Era da tempo che non vedevo la Nocerina quindi non ho visto le ultime partite. Leggevo comunque che i vari Barone, Nohman, nonostante ottimi calciatori, non hanno reso e sono stati contestati. Penso che l’allenatore ha sua disposizione diversi calciatori e non credo che vorrebbe tagliarsi gli attributi mettendo in campo quelli meno in forma. Magari in questi allenamenti lui vede più pronto Aliperta a discapito di un altro. Credo che le alternative ci siano”.

Manca un De Liguori a centrocampo?
“Non voglio fare questi paragoni perché De Liguori non c’è a Nocera. La Nocerina è comunque seconda in classifica quindi non credo che stiano facendo male. Ripeto manca un po’ di furbizia. Contro il Nardò si poteva perdere un po’ di tempo in più, ma è capitato anche a me di non farlo in carriera perché in campo non te ne accorgi. Ci sono momenti della gara che puoi gestirla meglio magari buttando la palla fuori, facendo fallo o altre cose”.

Tu che stai studiando molto soprattutto gli under. Chi ti ha colpito nell’ultima gara?
“Mi è piaciuto Gargiulo nel primo tempo, anche se nel secondo ha avuto un calo. Neanche Vitolo non mi è dispiaciuto. Ricordiamoci che sta giocando in un ruolo che lo sta facendo solo da pochi mesi. Sono giovani che hanno qualcosa d’importante ma ci devi lavorare”.

La Nocerina a differenza di Trastevere e Bisceglie avrà tutti gli scontri diretti in casa. Può essere un vantaggio?
“Non bisogna pensare a queste cose ma giocare partita dopo partita. Un giocatore deve viverla settimanalmente. Domenica hai un avversario e devi dare il massimo per conquistare i tre punti”.

Credi ancora in un ipotetico sorpasso?
“Dico di si perché mancano dieci partite e ci sono altri trenta punti a disposizione. E’ vero magari tu le devi vincere tutte e sperare che il Trastevere stecchi qualche partita, però le chance ci sono”.

Come sta andando questa tua prima stagione da non calciatore?
“Sinceramente mi manca un po’ il contatto con lo spogliatoio, mentre non mi manca tantissimo il campo, probabilmente perché sono preso da questo nuovo ruolo che dovrei coprire in futuro. Intanto sto facendo questa esperienza di seguire i giovani nelle varie partite. A settembre farò il corso da direttore sportivo e poi vedremo se ci sarà qualche chiamata. La Nocerina? Non si sa mai”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *