• Lun. Lug 15th, 2024

Ecco le cronache giornalistiche di tutti gli incontri della decima giornata di campionato della serie D girone G:

ATLETICO URI – CYNTHIALBALONGA 0 – 1

ARTICOLO DEL SITO IL MAGAZINE ONLINE DIARIO SPORTIVO

Non arriva il tris di vittorie per l’Atletico Uri ma c’è la ripartenza della Cynthialbalonga dopo due sconfitte di fila. La sfida del Ninetto Martinez viene decisa dal destro di Sartor ad inizio ripresa con l’ex Arzachena che, poco dopo, si fa parare il rigore del raddoppio da Tirelli, una situazione favorevole non capitalizzata dai giallorossi che non riescono a riprendere i castellani nell’ultima mezzora di gioco. Nel finale c’è un pareggio ma è solo per i cartellini rossi perché l’espulsione di Cappai per proteste viene replicata tre minuti dopo da Esposito per doppio cartellino giallo. Squadre divise da un punto con l’Atletico Uri che ha l’entusiasmo giusto per tentare il sorpasso sulla Cynthialbalonga giunta alla sfida avendo perso il contatto con le prime due della classe Cavese e COS. Il primo brivido lo regala il portiere Silvestrini non governando al meglio il retropassaggio di Albanese. Risponde la squadra di Mariotti all’11’ con una bella combinazione chiusa dal tiro di Sartor fuori dallo specchio di porta. I due tecnici si conoscono bene ed entrambi conoscono bene i rispettivi organici che hanno di fronte. Sorvegliato speciale per la difesa dei castellani è Fangwa con una delle sue accelerazioni dopo la mezzora chiusa in angolo da Silvestrini. Si arrivi dritti all’intervallo senza la giocata che spacchi la gara. Mariotti rimanda i suoi in campo con due interventi sulla formazione, dentro Maccari e Milani per Mancino e Zitelli. Dopo 7′ la sblocca Sartor che scarica in rete la palla recuperata da un compagno sull’errore in costruzione dei giallorossi. Passano 5′ e l’argentino ex Arzachena ha la chance per la doppietta personale dopo il fallo da rigore di Fiorelli su Manca ma l’esecuzione del centravanti è neutralizzata da Tirelli. Il portiere ex Sant’Elena mantiene ancora in corsa i suoi quando, al 17′, nega il gol a Milani. Mister Paba cambia molto pescando dalla panchina e ridisegna l’attacco con gli inserimenti prima di Ankovic e poi di Cristaldi, con l’argentino ex Torres all’esordio stagionale dopo due presenze in panchina. Giallorossi a trazione anteriore, Fangwa trova lo spunto in fascia ma il cross al centro viene lette bene da Silvestrini in uscita bassa. Scorrono i minuti e la squadra di Mariotti controlla e difende bene il gol di vantaggio. Nel finale le emozioni le regala l’arbitro Spedale quando al 44′ allontana Cappai per proteste e, nel recupero, anche Esposito per doppia ammonizione. La Cynthialbalonga vince e accorcia di due punti dalla vetta, l’Atletico Uri resta a quota 13 con due punti di vantaggio sulla zona playout.

ATLETICO URI: Tirelli, Ravot (21′ st Melis), Pisano, Barracca, Esposito, A. Fadda, Fiorelli (21′ st Piga), Attili, Fangwa, Ansini (23′ st Ankovic), Demarcus (32′ st Cristaldi). A disp. Atzeni, Fusco, Jah, Valentini, Cannas. All. Massimiliano Paba

CYNTHIALBALONGA: Silvestrini, Bigi, Capaldo (40′ st Fiorini), Falasca, Lisari, Albanese, Di Cairano, Manca, Sartor (29′ st Cappai), Mancino (1′ st Maccari), Zitelli (1′ st Milani). A disp. Fusco, Giordani, Giora, Calzone, Doratiotto. All Marco Mariotti

ARBITRO: Umberto Spedale di Palermo

RETI: 7′ st Sartor

ESPULSI: 44′ st Cappai e 47′ st Esposito. Ammoniti: Mancino, Falasca, Milani.

C.O.S SARRABUS OGLIASTRA – CALCIO BUDONI 0 – 0

ARTICOLO DEL SITO IL MAGAZINE ONLINE DIARIO SPORTIVO

Sfuma per la Costa Orientale Sarda la possibilità di scalzare la Cavese dalla vetta. Contro il Budoni la squadra di Loi non trova la sesta vittoria di fila ma, soprattutto, per la prima volta in stagione resta all’asciutto il suo super attacco grazie soprattutto alla grande prova tattica dei galluresi di Cerbone che hanno ridotto al minimo le sortite dei vicecapocannonieri Aloia e Nurchi. Ed è così che le prime occasioni arrivano su calcio piazzato col tentativo iniziale di Raimo, sinistro alto sulla traversa, e quello di Ladu, che chiama Marano alla risposta. Al quarto d’ora Raimo spinge a sinistra e mette in mezzo una palla insidiosa sulla quale interviene Bammacaro in scivolata ma Tommasino para. Sull’area opposta, al 22′ è decisivo l’intervento di Caparros che chiude su Nurchi pronto a scaraventare la palla in rete. Nella seconda parte della frazione la squadra di Cerbone è attenta e non concede altre chance ai sarrabesi ogliastrini. Nella ripresa lo spartito non cambia, al 10′ Lancioni manca il vantaggio con un sinistro a fil di palo. Il gol arriva e lo segna la COS con Aloia ma l’attaccante ex Uri viene pescato in fuorigioco e si resta sullo 0-0. A metà tempo il Budoni sfiora il colpo su palla inattiva: angolo di Raimo e Farris è in leggero ritardo nel tentativo di deviare la palla in rete. Non trova spazi la squadra di Loi e allora ci prova Demontis dalla distanza ma niente da fare. I padroni di casa cambiano attacco ma non cambia l’attenzione difensiva dei galluresi che concedono solo una conclusione a Naguel poco prima del novantesimo. Nel recupero il Budoni perde il capitano Farris in seguito ad uno scontro di gioco e viene rilevato da Escobar. Resta lo 0-0, identico risultato per la Cavese ad Ardea. Per i galluresi, invece, è un gran punto che conferma la crescita tecnico-tattica dei ragazzi di Cerbone giunti a quota 13, fuori dalla zona calda.      

COS SARRABUS OGLIASTRA: Tommasino, Piras, Gallo, Bonu, Cogotti, Demontis, Ladu, Naguel, Cossu (23′ st Scarafoni), Nurchi (33′ st Manca), Aloia (29′ st Gomez). A disp. Floris, Balbo, Satta, Serra, Laconi, Zannini. All. Antonio Carta

BUDONI: Marano, Caparros (1′ st Fremura), Farris (46′ st Escobar), Demoleon, Assoumani, Ortenzi (33′ st Nzeyi), Stefanoni, Raimo, Bammacaro (44′ st Gucciardi), Soyemi (33′ st Spano), Lancioni. A disp. Faustico, Mauriello, Scolaro, Mebrouk. All. Raffaele Cerbone

ARBITRO: Vincenzo Hamza Riahi di Lovere

NOTE: Ammoniti: Gallo, Piras, Nzeyi, Bammacaro. 

FLAMINIA CIVITACASTELLANA – BOREALE 0 – 0

ARTICOLO DEL SITO VITERBO TODAY

La Flaminia prosegue in questo inizio di campionato tutt’altro che esaltante. Anche nella decima giornata di Serie D, la squadra di Nofri Onofri non trova i 3 punti e si schianta per ben due volte contro il palo e cinque volte contro il portiere avversario. Dopo la sconfitta contro la Sarrabus Ogliastra di pochi giorni fa, al Madami termina in parità il match contro la Boreale: una gara quasi a senso unico con tante buone occasioni per i rossoblù, incapaci però di concretizzare e andare in gol. Un pari che dunque va stretto ma che smuove – seppur di poco – la classifica: ora sono 11 i punti in 10 gare.

FLAMINIA: Piersanti; Pericolini, Fumanti, Boccaccini, Mattia; Igini, Marchi, Lorusso, Perez, Bertoldi; De Cenco. Panchina: Chicarella, Penchini, Bradarskiy, Massaccesi, L. Celentano, Paun, A. Celentano, Gesmundo, Stauciuc. Allenatore: Federico Nofri.

BOREALE (4-3-3): Corriere; Leonardi, Doukore, Casavecchia, Buccioni; Sammartino, Spila, Sablone; Damiani, Cardillo, Di Vico. Panchina: Mansueti, Di Giannantonio, Petrucci, Maggese, Pasquire, Piciollo, Ricci, De Simone, Muratore. Allenatore: Mirko Granieri.

MARCATORI: nessuno.

ARBITRO: Marco Casali di Cesena.
ASSISTENTI: Francesco Lanfredi Sofia di Bologna e Simona Cavallari di Ravenna.

ISCHIA CALCIO – SASSARI CALCIO LATTE DOLCE 2 – 1

ARTICOLO DEL SITO NAPOLI TODAY

Come accaduto contro il Cassino, il numero dieci gialloblu si incarica della battuta del calcio di rigore e regala tre punti pesanti a Buonocore. Una grande Ischia supera il Sassari Latte Dolce al Mazzella, conquista il secondo successo consecutivo tra le mura amiche e il terzo risultato utile di fila. La settimana dei ragazzi di Enrico Buonocore si chiude con una preziosa vittoria davanti al proprio pubblico. La cronaca si apre subito con un tentativo di Baldassi. Il numero dieci riceve da Ballirano, rientra sul destro e calcia, la sfera si perde poco distante dal bersaglio al 3’. La risposta dei sardi non si fa attendere, quattro minuti dopo, con una conclusione di Muscas deviata in calcio d’angolo. Al 9’ altra opportunità per gli ospiti con un piazzato di Piga neutralizzato da Gemito, sul versante opposto è Giacomarro a cercare lo specchio di porta con un tiro impreciso dalla distanza. La gara è divertente con un nuovo guizzo di Piga, ma al 17’ i gialloblù sbloccano il punteggio. Baldassi viene steso al limite dell’area, sul punto di battuta si presenta Maiorano: il centrocampista disegna una parabola fantastica, scavalca la barriera e insacca alle spalle di Congiunti. La compagine biancoceleste abbozza una reazione, ma al 25’ è di nuovo l’Ischia a costruire una potenziale chance con il destro di Baldassi neutralizzato dal portiere. Al 29’ arriva il pareggio del Latte Dolce: Nurra raccoglie un traversone dalla sinistra, si gira dai sedici metri e beffa Gemito all’angolino. Al 35’ brivido per gli isolani sulla botta di Muscas, la sfera colpisce la traversa e rimbalza sulla linea: si salvano i ragazzi di Buonocore. Al 45’ Maiorano sfiora la doppietta ancora da palla inattiva, nel recupero Talamo spreca da ottima posizione con il destro. In avvio di ripresa Giacomarro si ritaglia lo spazio per il tiro dal limite, ma Congiunti disinnesca. Al 53’ Baldassi scappa in contropiede e allarga per Talamo che, da mattonella defilata, impegna l’estremo difensore. Al 62’ magia di Patalano sulla trequarti e sassata da lontano, Congiunti deve bloccare in due tempi. Due minuti più tardi, con una situazione da fermo, Cabeccia trova la parte alta della traversa e fa tremare il Mazzella. Al 69’ botta di Maiorano fuori di poco, il mediano gialloblù va ancora ad un passo dalla sua seconda marcatura. L’Ischia continua a premere sull’acceleratore, Baldassi al 75’ e ancora Patalano all’81’ mettono alle corde il pacchetto arretrato di Giorico. All’84’ Pastore scappa in contropiede e serve Baldassi che pesca Florio: il terzino anticipa l’avversario e viene abbattuto in area, l’arbitro assegna il calcio di rigore. Sul dischetto di presenta Baldassi che, proprio come il Cassino, trova l’angolo per il gol vittoria. Non mancano le azioni nel finale, come quella clamorosa di Pinto al 92’, ma fino al triplice fischio il risultato non cambia più.

ISCHIA: Gemito, Florio, Ballirano, Maiorano, Montuori, Pastore, Talamo (63’ Pinto), Arcamone (57’ Damiano), Giacomarro, Baldassi (87’ Chiariello), Patalano (82’ Di Meglio). A disp.: Vivace, Quirino, Cibelli, Bisogno, Buono L. All.: Buonocore.

SASSARI CALCIO LATTE DOLCE: Congiunti, Pireddu, Aru, Cabeccia, Russu, Piga, Ablaye (92’ Marras), Olivera (83’ Marcangeli), Imoh (65’ Scognamillo), Nurra (72’ Patacchiola), Muscas (76’ Salaris). A disp.: Carboni, Canu, Saba, Grassi. All.: Giorico.

ARBITRO: Giallorenzo di Sulmona

MARCATORI: 17’ Maiorano (I), 29’ Nurra (S), 85’ rig. Baldassi (I)

AMMONITI: Piga (S), Olivera (S), Montuori (S), Damiano (I)

NF ARDEA CALCIO – CAVESE 1919 0 – 0

ARTICOLO DEL SITO SALERNO TODAY

Pareggio in trasferta per la Cavese di Daniele Cinelli, la gara contro la Nuova Florida Ardea termina 0-0. La Cavese conquista il quinto risultato utile consecutivo in campionato, ma allo stadio Mazzucchi la squadra di Daniele Cinelli non va oltre lo 0-0 contro la Nuova Florida Ardea: primo pareggio nel girone per i metelliani. Primo tempo dai due volti per i biancoblu che partono bene, ma subiscono successivamente l’iniziativa dei padroni di casa. Ci prova subito Buschiazzo, al 4’, con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo: nessun problema per il portiere che blocca. La formazione laziale tenta di reagire, affidandosi alle conclusioni di Costa e Limongelli, allontanate prontamente dalla retroguardia metelliana. Al 14’ buon fraseggio per gli ospiti con imbucata per Pio Vaccari, a tu per tu con Giordani: l’arbitro ferma tutto e segnala la posizione irregolare dell’attaccante. Al 16’ occasione colossale per l’undici locale con Limongelli che pesca Vianni: il centravanti serve con una sponda Miola che, in girata a due passi dalla porta, manda alto. Al 19’ nuova chance per l’Ardea con una punizione di Bruno che si stampa sulla traversa. Prosegue l’assedio dei ragazzi di Del Grosso, la squadra di Cinelli non riesce ad uscire e a mettere in difficoltà gli avversari. Ulteriore sussulto al 40’ del numero 6 di casa, ma la traiettoria da piazzato questa volta termina abbondantemente sul fondo. Il primo tempo va in archivio con un tiro di Pio Vaccari non irresistibile. La Cavese rientra in campo con una formazione rivoluzionata rispetto a quella di partenza e, proprio come accaduto nella frazione iniziale, l’atteggiamento è quello giusto. Dopo una prima fiammata blufoncè, è Vianni a mettere in difficoltà il pacchetto arretrato campano. Al 50’ Chiarella si avventa su una respinta corta degli avversari e calcia con il mancino, l’Ardea chiude in extremis. Al 54’ Falilò si destreggia al limite e scarica verso la porta, nessun problema per Boffelli in presa bassa. Al 66’ Felleca riceve sulla trequarti e si coordina con il destro, la palla si spegne fuori. Sul capovolgimento di fronte invece sale in cattedra Boffelli su una giocata dei padroni di casa, il portiere metelliano si oppone con una grande parata. Al 70’ altro super intervento del portiere biancoblù sul neo entrato Barba, a centimetri dal gol del vantaggio. Al 78’ Giordani è chiamato alla respinta su una botta insidiosa di Felleca. La partita viaggia sul binario dell’equilibrio, il risultato resta in bilico: al triplice fischio è 0-0 allo stadio Mazzucchi.

ARDEA: Giordani; Pacillo, Bruno, Negro, Mauro; Falilò, Miola, Carbone; Costa (17’st Barba), Vianni, Limongelli (36’st Suffer). In panchina: Fraraccio, Pagliuso, De Martino, Antinoro, Sbordone, Romano e Moreso. Allenatore: Andrea Del Grosso.

CAVESE: Boffelli; Cinque (12’st Fraraccio), Buschiazzo, Troest, Derosa; Konaté (1’st Addessi), Zenelaj, Urso; Antonelli (1’st Felleca), Sette (1’st Chiarella); Piovaccari (29’st Sowe). In panchina: Ascioti, Polanco, Ospitaleche e Mercurio. Allenatore: Daniele Cinelli.

ARBITRO: Dorillo di Torino (assistenti Merloni-Sintoni).

AMMONITI: Konaté, Felleca, Buschiazzo (C), Costa (A). Angoli 8-2. Recupero: 0’pt, 3’st.

NOCERINA CALCIO 1910 – ANZIO CALCIO 1924 4 – 2

ARTICOLO DEL SITO LA CITTA’

Festa dei molossi al “San Francesco” con le reti di Liurni (doppietta), Parravicini ed El Bakhatoui. Prima vittoria con la Nocerina per il neo allenatore Nappi. I molossi fanno valere il fattore campo del “San Francesco” per avere la meglio sull’Anzio (4-2) e regalarsi tre punti d’oro che spingono la formazione rossonera al quarto posto in classifica a quota 16 punti. Una vittoria in rimonta quella firmata dalla Nocerina che alla fine della prima frazione stava sotto di due reti: per i laziali a segno Flores Heatley e Lilli. Nei secondi 45 minuti c’è stata la svolta e la squadra di Nappi ha potuto brindare al successo con le reto siglate da: Liurni (doppietta), Parravicini ed El Bakhatoui.

NOCERINA: Venturini; Crasta, Fontana, Petti, Esposito; Citarella (1’st Gadaleta), Uliano, Vecchione (14’st El Bakhtaoui); Liurni (45’st Poziello), Piccioni (33’st Parravicini), Guida (1’st Basanisi). In panchina: Fantoni, Magliocca, Rossi, El Hannaoui. Allenatore: Nappi

ANZIO: Rizzaro; Buatti, Busti (44’st De Marco), Sirignano, De Simoni (22’st Cantoni); Gennari (38’st De Gennaro), Galati; Lilli, Giordani (33’st Bartolotta), Bencivenga (19’st D’Amato); Flores Heatley. In panchina: Perna, Mincione, Lo Fazio, Falconio. Allenatore: Guida

ARBITRO: Migliorini di Verona (Cucci-Cusimano) RETI: 20’pt Flores Heatly (A), 39’pt Lilli (A), 15’st, 22’st Liurni (N), 43’st Parravicini (N), 51’st El Bakhtaoui (N)

AMMONITI: Busti (A), Piccioni (N), Gennari (A), Fontana (N), Esposito (N). Angoli: 9-5. Recupero: 1’pt; 5’st.

OSTIA MARE LIDO CALCIO – SAN MARZANO CALCIO 2 – 2

ARTICOLO DEL SITO LA CITTA’

I blaugrana sfiorano il colpaccio nel finale con Ferrari. Ancora un pareggio in rimonta per il San Marzano, che va due volte in svantaggio e riequilibra il punteggio nel finale della ripresa. Termina 2-2 all’Anco Marzio contro l’Ostiamare, con Ferrari che nel finale sfiora l’incredibile colpaccio. I blaugrana, che ritrovano Favo dal 1’, si presentano con Camara quarto alto di destra e soprattutto Di Gennaro in cabina di regia. I padroni di casa partono forte e dopo una conclusione di Icardi trovano il vantaggio al quarto d’ora con Cardella, che sfrutta un errore della difesa ospite. Cevers viene impegnato in un altro paio di circostanze, poi alla mezz’ora arriva il pari con Di Gennaro su rigore concesso per fallo di Lazzeri su Ferrari. Nel finale di frazione lo stesso Lazzeri è protagonista sul versante opposto con un doppio dribbling e l’assist per il raddoppio dell’Ostiamare con Cicarevic. A inizio ripresa Melillo colpisce il palo direttamente da calcio d’angolo, poi Cevers e Altobello tengono a galla il San Marzano con due salvataggi provvidenziali. Gradualmente prendono campo gli uomini di Giampà che trovano il pari con Cuomo a risolvere una mischia. Nel finale, dopo due conclusioni a lato dei padroni di casa, Maura ferma in extremis Ferrari un attimo prima del possibile ribaltone.

OSTIAMARE : Morlupo; Maura, Tomas, Pasqualoni; Lazzeri (36’ st Pompei), Icardi, Buono, De Crescenzo (38’ st Giusti), Pozzi; Cicarevic (31’ st Simonelli), Cardella. A disposizione: Valori, Mencagli, Minincleri, Pecoraro, Sardo, Ferrari T.. Allenatore: Perrotti.

SAN MARZANO : Cevers; Cusati, Altobello, Musso (23’ st Pisciotta); Camara (31’ st Maimone), Di Gennaro (23’ st Coly), Favo (8’ st Cuomo), Mancini; Allegretti (8’ st Marotta), Ferrari, Melillo. A disposizione: Pareiko, Chiariello, Montoro, Balzano. Allenatore: Giampà.

ARBITRO: Mirri (Savona). Assistenti: Reitano e Grasso (Acireale).

RETI: 14’ pt Cardella (O), 31’ pt Di Gennaro rig. (S), 41’ pt Cicarevic (O), 42’ st Cuomo (S)

AMMONITI: De Crescenzo (O), Icardi (O), Cuomo (S). Calci d’angolo: 5-4. Recupero: 2’ pt; 5’ st. Osservato 1’ di raccoglimento in memoria delle vittime del maltempo in Toscana.

TRASTEVERE CALCIO – ROMANA FC 1 – 3

ARTICOLO DEL SITO TUTTO CAMPO.IT

La Romana Fc dà seguito all’ottima vittoria nel turno infrasettimanale contro il Latte Dolce e espugna il Trastevere Stadium con il risultato di 1-3. Il club di Settebagni infila per la prima volta due successi consecutivi e mister D’Antoni sembra finalmente aver trovato la quadra giusta. Contro il Trastevere i suoi ragazzi giocano una bella partita e soprattutto dimostrano una grande forza mentale visto che gli amaranto passano in vantaggio al 24′ con un gran gol di Crescenzo che dai 25 metri fa partire un bolide che Antolini può solo guardare entrare in rete. La Romana però reagisce subito e dopo appena un giro di orologio Vagnoni rimette subito il parziale in equilibrio battendo Semprini con un diagonale. Dopo il pareggio gli ospiti sono padroni del campo e del gioco e al 37′ mettono la freccia con un contropiede orchestrato in maniera perfetta. Armini fa partire l’azione dalla propria trequarti e serve Vagnoni che la porta avanti. Il numero 27 offre poi la la palla a Calì che entrato in area punta il difensore e col destro infila Semprini. Nei tre minuti di recupero la Romana consolida poi il risultato: prima sfiora il tris con Crovello, che nel tentativo di anticipare Fiore fa partire una parabola che termina sul palo e poi sigla l’1-3 con un galvanizzato bomber Calì che di testa non perdona. Si va quindi a riposo sul doppio vantaggio Romana e la ripresa si apre subito con una bella chance per gli ospiti: Spinosa calcia una punizione dalla destra e Vagnoni di testa impegna Semprini che è attento. Nel resto dei 45′ come prevedibile i padroni di casa si riversano nella metà campo ospite per cercare di riaprire la gara, ma la difesa dell Romana è granitica e chiude tutto quanto. I ragazzi di D’Antoni hanno anche qualche chance di colpire in contropiede ma le fatiche del turno infrasettimanale si fanno sentire e spesso si preferisce gestire. Al triplice fischio è quindi festa Romana che si prende questi tre, meritatissimi, punti.

TRASTEVERE Semprini, Pandimiglio (1’st Tolomeo), Santovito, Cesari, Massimo (41’pt Rosati), Trasciani (1’st Calderoni), Conti, Crescenzo, Alonzi, Mastropietro (18st Sebastiani), Crovello (1’st Fragnelli) PANCHINA Foschini, Cacheiro, Galofaro ALLENATORE Cioci
ROMANA Antolini, Tarantino, Sfanò, Paolelli, Vagnoni, Fiore (41’st Nannini), Ruggeri, Spinosa, Succi, Armini (45’st Romagnoli), Calì PANCHINA Allegrucci, Brevi, Lisi, Ricozzi, Macrì, Errico, Ferraro ALLENATORE D’Antoni
ARBITRO Chirnoaga di Tivoli ASSISTENTI Cracchiolo di Palermo e Rizzo di Enna
RETI Crescenzo 23’pt (T), Vagnoni 24’pt (R), Calì 37’pt e 47’pt (R)

AMMONITI: Sebastiani SAngoli 5-3 Rec. 3’pt-4’st

Ecco, di seguito, i risultati, le classifica e il prossimo turno dei campionati di serie D girone G:

SERIE D GIRONE G

DECIMA GIORNATA

ATLETICO URI – CYNTHIALBALONGA 0 – 1

C.O.S SARRABUS OGLIASTRA – CALCIO BUDONI 0 – 0

FLAMINIA CIVITACASTELLANA – BOREALE 0 – 0

GLADIATOR 1924 – CASSINO CALCIO 0 – 2

ISCHIA CALCIO – SASSARI CALCIO LATTE DOLCE 2 – 1

NF ARDEA CALCIO – CAVESE 1919 0 – 0

NOCERINA CALCIO 1910 – ANZIO CALCIO 1924 4 -2

OSTIA MARE LIDO CALCIO – SAN MARZANO CALCIO 2 – 2

TRASTEVERE CALCIO – ROMANA FC 1 – 3

CLASSIFICA

CAVESE 22

C.O.S. SARRABUS 21

CYNTHIA 17

NOCERINA 16

SASSARI CALCIO LATTE DOLCE 15

ISCHIA 14

CASSINO 14

CALCIO BUDONI 13

ATLETICO URI 13

OSTIA MARE 12

SAN MARZANO 12

ROMANA FC 12

NF ARDEA 11

FLAMINIA 11

ANZIO CALCIO 11

TRASTEVERE CALCIO 9

BOREALE 8

GLADIATOR 7

PROSSIMO TURNO

BOREALE – OSTIA MARE

BUDONI – NF ARDEA

CASSINO CALCIO – TRASTEVERE

CAVESE – FLAMINIA

CYNTHIALBALONGA – C.O.S. SARRABUS OGLIASTRA

ROMANA – ISCHIA

SAN MARZANO – NOCERINA

SASSARI CALCIO LATTE DOLCE – ATLETICO URI

ANZIO CALCIO – GLADIATOR